[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Newsletter del 10/12/05



<http://www.chiamafrica.it>


Newsletter del 10 dicembre 2005

L'anno che si apre ci impone di raccogliere tutte le nostre forze per
guardare al futuro con speranza e determinazione, e per superare le
tragedie che ancora abbiamo negli occhi e nel cuore.
Il disastro verificatosi nel sud-est asiatico ha imposto diverse
riflessioni mentre storie e immagini hanno viaggiato attraverso i media di
tutto il mondo. La morte e il dolore in questo caso hanno coinvolto
tantissimi paesi al mondo e centinaia di migliaia di individui, senza
distinzioni di pelle, nazionalità o ceto sociale; i ricchi come i poveri, i
turisti come i pescatori di villaggio. Certo, nella conta dei danni e delle
perdite di vite umane, saranno ancora i poveri ad avere la peggio. Ma in
questa potente rivendicazione della sua forza, la Natura ci ha ricordato
che sempre più i destini degli uni sono inestricabilmente legati a quelli
degli altri, e che fortezze e munizioni non bastano per garantire la
"sicurezza" di popoli e paesi. L'unica sicurezza possibile è quella di una
convivenza pacifica tra cittadini del mondo e tra questi e la natura che li
ospita.
Ma il dramma dell'Asia non è l'unico che affligge in questi giorni le
nostre coscienze. Non dobbiamo dimenticare che nella Repubblica Democratica
del Congo sono morte in sei anni circa 3,8 milioni di persone e ancora
31.000 ne muoiono ogni anno per conseguenze direttamente legate al
conflitto; un conflitto che non accenna a spegnersi. Nonostante gli accordi
di pace firmati 3 anni fa, nonostante il governo di transizione e
l'intervento di forze ONU, il Congo rischia di nuovo una guerra sanguinosa,
nel silenzio generale.
Né dobbiamo dimenticare il Sudan, il Nord Uganda e gli altri conflitti
dimenticati, né le tante ingiustizie, le povertà, le discriminazioni da cui
sono afflitti milioni di individui nel mondo.
Noi riprendiamo innanzitutto ricordando il nostro amico Rokhy, che ci ha
lasciato il 26 dicembre. "Il nostro carissimo gigante buono dell'Africa
[...] ci ha lasciati, là dove ci si ritrova nel mondo di chi non muore mai
più, giovani con gli antenati, africani e non africani, una sola cosa con
Dio o Allah o Jahvè o Essere Supremo o comunque si chiami". Sono le parole
con cui lo ha ricordato Giuliana Nessi, che insieme a Rokhy, ad Anna e agli
altri amici di Bergamo sono stati in questi anni compagni di strada di
Chiama l'Africa.
Rokhy lascia una moglie giovanissima e una bambina di pochi mesi, alle
quali siamo vicini nella più profonda partecipazione. Ma il nostro pensiero
va anche alla Comunità Ruah e a tutti coloro che lo hanno conosciuto,
perchè siamo convinti che non solo in famiglia e tra gli amici, ma anche
nella gente della sua comunità e in coloro che hanno lavorato con lui,
Rokhy ha lasciato un vuoto incolmabile. (Paola Luzzi)

ATTIVITA'

RIPRENDONO I MARTEDI' DELL'AFRICA
Roma, 18 gennaio, Libreria Odradek, ore 18:00
Repubblica Democratica Del Congo. Nuovi spettri di guerra
Incontro con J.L.Touadi (giornalista) e con Padre Giovanni Querzani
(missionario, da 33 anni nella Repubblica Democratica del Congo)
Durante l'incontro sarà proiettato un filmato girato a Bukavu da P. Querzani
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=601&cartella=destra&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=601&cartella=destra&pagina=1

LEGGERE L'AFRICA.NERO SU BIANCO
Continua il progetto di promozione della cultura africana, che ha visto il
suo esordio alla Fiera dei piccoli e medi editori svoltasi a Roma dall'8 al
12 dicembre
Africa scrive ma beato chi la legge
di Paola Springhetti, L'Avvenire 9/12/04
<"http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=507&cartella=destra&pagina=1";>
http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=507&cartella=destra&pagina=1

CAMPAGNA PACE IN UGANDA
Chiama l'Africa è tra le 24 organizzazioni e riviste italiane, impegnate
per alleviare le sofferenze del popolo ugandese attraverso la Campagna
"Pace in Uganda", perchè arrivi forte, ai responsabili politici e alle
organizzazioni internazionali, l'appello a fermare questa guerra e ad
assicurare il rispetto dei diritti umani, a cominciare dai profughi che
soffrono nei campi in condizioni disumane
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=585&cartella=destra&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=585&cartella=destra&pagina=1

L'AFRICA IN PIEDI IN AIUTO ALL'OCCIDENTE
Prossimo convegno internazionale
ANCONA 18-20 MARZO 2005
Per il quarto anno consecutivo si realizza l'appuntamento organizzato da
Chiama l'Africa e da numerose altre organizzazioni in collaborazione con
l'Università Politecnica delle Marche e con la Provincia di Ancona.
Partecipano quest'anno:
Abdoulaye Bah (giornalista, già funzionario dell'Onu, Guinea Conakry)
Bernardo Bernardi (antropologo)
Mamadou Cissoko (leader della Fons: organizzazione di contadini del Senegal
e dell'Africa occidentale)
Joseph Ki-Zerbo (massimo storico africano,Burkina Faso)
Serge Latouche (sociologo francese)
Pedro Miguel (antropologo)
Josephine Ouedrgaogo (Sociologa, ex ministra del Mali per la pianificazione
familiare e la solidarietà nazionale)
Anne-Cécile Robert (autrice del libro "L'Afrique au sécours de l'occident )
Thaninga Shope-Linney (Direttrice Generale per le comunicazioni & marketing
del Segretariato per il Nepad, Sudafrica)
Jean Léonard Touadi (giornalista, Congo Brazzaville)
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=500&cartella=destra&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=500&cartella=destra&pagina=1

APPROFONDIMENTI

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO. UN MASSACRO INVISIBILE
Un Rapporto dell'IRC (nternational Rescue Committee) rivela che 31.000
persone muoiono ogni mese nel conflitto nella RDC, che conta 3.8 milioni di
morti negli ultimi 6 anni. Quand'è che il Mondo se ne occuperà ?
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=682&cartella=centro&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=682&cartella=centro&pagina=1

AFRICA, CHI SEI? INCONTRI SULL'INFORMAZIONE DA E SULL'AFRICA
a cura di Aesse-Acli
24 novembre 2004: Intervento di p. Giuseppe Caramazza, missionario
comboniano, direttore del New People Media Centre di Nairobi (Kenya)
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=684&cartella=centro&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=684&cartella=centro&pagina=1

ARTICOLI

FIGLI E FIGLIASTRI DELL'EMERGENZA
di Eugenio Melandri
Nelson Mandela annuncia la morte di suo figlio per AIDS, riportando la
nostra attenzione su un dramma epocale che riguarda soprattutto l'Africa.
Ma in questi giorni in cui la solidarietà internazionale ha dimostrato di
sapersi mobilitare in maniera massiccia, è bene ricordare che il Fondo
Internazionale per la lotta all'AIDS voluto da Kofi Annan e annunciato nel
G8 del 2001, a distanza di tre anni non riesce a decollare per mancanza di
donatori.
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=675&cartella=centro&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=675&cartella=centro&pagina=1

SOMALIA E AFRICA ORIENTALE DOPO LO TSUNAMI
di Abdoulaye Bah
I governi del resto del mondo cominciano a rendersi conto che anche la
Somalia ha bisogno di aiuto, mentre i pescatori della Tanzania rifiutano di
riprendere il mare dopo aver visto portar via diversi pescherecci
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=677&cartella=centro&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=677&cartella=centro&pagina=1

COMUNICATI

SANDALI E ANFIBI
Nota di Pax Christi Italia a proposito del calendario edito
dall'Ordinariato Militare in Italia in collaborazione con le Pontificie
Opere Missionarie
In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa
<"http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=680&cartella=centro&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=680&cartella=centro&pagina=1

TESTIMONIANZE

TUTTI DICONO "AUARIÙ?". Korogocho vista da vicino
di Simone Sereni
<"http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=683&cartella=centro&pagina=1";>
http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=683&cartella=centro&pagina=1

APPUNTAMENTI

SIENA, 11 gennaio ore 15:30
Africa Scomunicata? Due mesi di informazione sotto la lente.
Analisi quantitativa e qualitativa delle notizie riguardanti il continente
africano
presso la facoltà di Economia Richard Goodwin dell'Università di Siena,
Aula Francesco Romani, Piazza S.Francesco, 7
A cura di Amref e Università di Siena
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=602&cartella=destra&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=602&cartella=destra&pagina=1

Roma, 17 gennaio
Voci Afroitaliane
Un ciclo di incontri con poeti, scrittori e narratori afroitaliani. Primo
appuntamento: incontro con Alessandro Ghebreigziabiher e Gabriella
Ghermandi ore 18.00, via S. Ambrogio, 4
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=604&cartella=destra&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=604&cartella=destra&pagina=1

Firenze, fino al 6 marzo 2005
Africani inAfrica, 130 opere di oltre 20 artisti africani contemporanei
Palazzo Pazzi Ammannati, salone mostre del Museo di Storia Naturale (Borgo
degli Albizi 28)
<http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=615&cartella=destra&pagina=1>http://www.chiamafrica.it/master/visualizza.asp?ID=1&spot=615&cartella=destra&pagina=1



-------------------------------------------------------------------------------
<http://www.chiamafrica.it>Chiama l'Africa
Via Francesco del Furia 18 - 00135 Roma - tel 329/5713452 - fax: 06/30995252
Per non ricevere più questa mail scrivi a
<mailto:info at chiamafrica.it>info at chiamafrica.it oppure vai direttamente al
<http://www.cipsi.it/africa/mailing.asp>sito
Allo stesso recapito <mailto:info at chiamafrica.it>Email puoi segnalare
notizie, iniziative o appuntamenti
redazione a cura di Paola Luzzi