[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Nuovo numero di Solidarietà Internazionale




 Nuovo numero

di Solidarietà Internazionale

<http://www.soint.it>www.soint.it



Editoriale di Eugenio Melandri: ?Per favore scommettete su Abele: i nostri
auguri al nuovo governo?.

Dossier: racconti e testimonianze dall?America centrale. Parla mons.
Ramazzini: ?Romero està presente?.

I 40 anni di Capodarco: ?Il grido di Vinicio?.

Intervista a Tonino Perna: ?Se il Sud ti entra nelle ossa?.

L?Islam non fa paura? Rubriche a cura di G. Barbera, T. Dell?Olio,
G.Marcon, G. Codrignani, A. Nanni ?



Roma, 27 aprile 2006 ? ?Per favore scommettete su Abele - I nostri auguri
al nuovo governo? è il titolo dell?editoriale del nuovo numero della
rivista Solidarietà Internazionale, di fatti, notizie, storie e cose del
mondo del Cipsi (coordinamento di 35 Ong e associazioni di solidarietà
internazionale) uscito fresco di stampa in questi giorni.

?Il governo che sarà affidato a Romano Prodi ha una maggioranza
parlamentare che gli permette di governare, ma si trova anche di fronte ad
un paese spaccato letteralmente a metà. Per questo crediamo lo aspettino
tempi non facili.

La campagna elettorale ha avuto momenti di confronto e di scontro molto
aspri. Ci è parso che i toni si siano alzati per portare il confronto
lontano dai problemi reali della gente, in modo da poter carpire loro il
consenso spesso su basi prettamente ideologiche. Poi ? e sembra questa la
maledizione della democrazia basata sul consenso ? si è cercato di blandire
gli elettori con tante promesse che in fondo accarezzavano l'egoismo e
l'interesse individuale. Tutti ad assicurare che si sarebbe stati meglio,
che non si sarebbero messe le mani nelle tasche degli italiani, che si
sarebbero fatte riforme costose, senza  far pagare il conto a nessuno.
Scommettendo sul peggio che c'è in ogni elettore.

Crediamo che la storia di Abele e Caino continui a ripetersi non soltanto
fuori, ma anche dentro di noi. Siamo convinti che in ogni persona ci sia
potenzialmente sia Abele che Caino, e che compito della società sia quello
di favorire la crescita dell'Abele che c'è in ogni persona.

Al nuovo governo facciamo una richiesta che diventa anche un augurio. Per
favore, scommettete sull'Abele che c'è in ogni italiano. Non abbiate paura
di fare delle scelte e delle proposte anche difficili.

Noi ci ostiniamo a credere che, al di là delle vicende politiche o
partitiche, ci sia una larga maggioranza di persone che credono nella
solidarietà. Che sanno che un paese è ricco non soltanto nelle misura in
cui sono fiorenti i suoi bilanci economici, ma anche nella sua capacità
politica di organizzare la solidarietà; di partire dai più piccoli e dai
più indifesi per progettare la convivenza. Di permettere a tutti di avere
gli stessi diritti e di poterne usufruire.

Ci ostiniamo a credere che al fondo della nostra cultura e della nostra
tradizione ci sia l'ospitalità e l'accoglienza di chi capisce i drammi del
mondo, forte anche delle ferite e e delle sofferenze di anni di emigrazione
all'estero, quando si partiva con la valigia di cartone per andare a
cercare fortuna altrove.

Ci ostiniamo a credere che la politica possa essere ? e che la maggioranza
degli italiani vogliano proprio questo ? organizzazione di una comunità che
dia a tutti la possibilità di costruire una vita felice per sè e per i
propri cari. Quella felicità che è data certo dai mezzi economici per
vivere, ma anche da tante altre cose immateriali: l'amicizia, la
convivialità, il dialogo, la fiducia reciproca.

Ci ostiniamo a credere che la grande maggioranza degli italiani siano
convinti che alla base della nostra politica estera deve starci l'articolo
11 della costituzione, in cui l'Italia ripudia la guerra e fa della
cooperazione internazionale il suo punto di forza.

E potremmo continuare a lungo.

Non governate chiusi nei palazzi. Non abbiate paura di fare scelte
impegnative, che richiedono anche sacrifici. Se intenderete l'incarico che
vi è stato affidato non come promozione a un ruolo di potere, ma come
servizio, e sarete voi i primi a mettere da parte i vostri interessi, vi
accorgerete che la nostra gente saprà stupirvi e sarà pronta anche a fare
sacrifici per dare una mano nella costruzione di una società un po' più
felice per tutti...



Il sommario, le rubriche, gli altri argomenti, su
<http://www.cipsi.it/>www.cipsi.it ?

E' in distribuzione il nuovo numero della rivista Solidarietà Internazionale.

Richiedete copie saggio della rivista? e abbonatevi Per informazioni e
richiedere copie: tel. 06.5415730 ?
<mailto:promozionerivista at cipsi.it>promozionerivista at cipsi.it



buona lettura... In questo numero:



Il grido di Vinicio, di V. Albanesi

Consigli gratuiti al futuro Governo

Il presidente di Capodarco scrive al futuro ministro. La povertà nel paese
è reale. Degli indifesi non si parla più. I problemi sociali sono parte
integrante del cammino di un popolo.



Portatori d?acqua, di R. Lembo

La cultura dei beni comuni. Per dare acqua a tutti servono atteggiamenti
responsabili dei cittadini e delle istituzioni. Dall?utilizzo individuale
intelligente al governo pubblico di questa risorsa preziosa.



Parigi: l?angoscia dietro la rivolta, Incontro con Bernard Cassen

I figli sanno di dover affrontare il futuro in condizioni meno favorevoli
di quelle dei loro padri. Occorre un?altra Europa.



L?islam non fa paura, di F. Zannini

Dopo l?11 settembre e gli attentati. Lo scontro non è religioso ma
economico e politico, favorito dai fondamentalismi cristiani non meno che
da quelli islamici ?



Mongolia: la transizione che uccide, di N. Rinaldi

A Ulan Bator figli di famiglie distrutte dall?alcol vivono nei tubi e nelle
condotte. Sono i figli della transizione alla democrazia e alla
globalizzazione.



Ci siamo fatti salvadoregni, di D. Gregori

L?avventura di Stefano e Andrea. Stare accanto alla gente. Lavorare con
loro. Rispondere insieme alla povertà e alle più gravi necessità. Diario di
viaggio di chi ha deciso di abitare in questa parte del mondo.



Quando la rabbia diventa poesia, di P. Caiffa, Incontro con John Trudell.
Il mondo, colonizzato dalle multinazionali, è diventato una grande riserva.
Siamo tutti indiani, rinchiusi in spazi prestabiliti e impediti di godere
la terra



Ventisei milioni di iscritti alle liste elettorali, di E. Melandri

La difficile transizione in RDC. Tra tensioni e difficoltà si avvicinano le
elezioni del Presidente e del Parlamento. La popolazione, dopo anni di
guerra, vede all?orizzonte la pace. Per questo ha votato in massa al
referendum per la costituzione e si prepara alle prime elezioni.



Invisibili dietro le sbarre

di  Amnesty International

Minori di migranti: la denuncia di Amnesty

175 milioni di piccoli migranti nel mondo. In Italia vige la prassi della
loro detenzione. Tre volte vulnerabili: perché bambini, perché migranti,
perché detenuti.



Senza firma

01 Per favore scommettete su Abele

04  Andata e ritorno



Le rubriche

XXI secolo

02 Partecipare di G. Barbera

Le facce della luna

05 Michelle e le altre di G. Codrignani

Agnelli e lupi

05 Libera contro le mafie di T. Dell?Olio

La città conviviale

06 Una via italiana all?intercultura di A. Nanni

Barometro sociale

07 Fisco equo. Economia solidale di G. Marcon



Le cose

Le cose del mondo

08 Parigi: l?angoscia dietro la rivolta di P. Bizzarri

11 L?islam non fa paura di F. Zannini

14 Il cinema delle donne di B. M. Filippini

16 La transizione che uccide di N. Rinaldi

18 Quando la rabbia diventa poesia di P. Caiffa

20 Ventisei milioni di iscritti alle liste elettorali di E. Melandri

Le cose di casa

22 Invisibili dietro le sbarre di Coord. Rif. Sez. Amnesty Int.

24 Oggi è già domani di F. Giovannetti

26 Chardonnay ?Quarto di luna? di L. Badaracchi

Le cose e le cose

28 Dalla pesca alle alghe di L. Arici

30 Ci siamo fatti salvadoregni di D. Gregori

34 Portatori d?acqua di R. Lembo

35 Il grido di Vinicio di V. Albanesi



Il dossier

1. Duemilasei - America centrale: la povertà è la prima violenza

37 Romero està presente di mons. A. Ramazzini

38 L?America centrale 26 anni dopo di L. Pandolfi

38 Qualcosa sta cambiando

40 Le multinazionali. Sempre loro

40 Il miraggio degli USA

42 Dal legale all?etico

43 Il Salvador delle donne di C. Formica

46 Rompere il muro del silenzio di M. Matteuzzi



L?intervista

49 Incontro con Tonino Perna a cura di E. Melandri



I luoghi e i giorni

a cura di T. Miglino

52 Pagine di diario di G. Caligaris


| Chiama l'Africa | C/o Segreteria CIPSI |

| Viale Baldelli, 41 - 00146 Roma | tel. +39.06.54.15.730 | fax
+39.06.59.600.533 |