[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

COOPI PER I BAMBINI SOLDATO IN SIERRA LEONE]



COMUNICATO STAMPA

ESCE BLOOD DIAMONDS, IL FILM CHE RIPORTA SULLA SCENA LA STORIA DELLA SIERRA
LEONE

COOPI-COOPERAZIONE INTERNAZIONALE:

DAL 1999 A FIANCO DEI BAMBINI VITTIME DELLA GUERRA IN SIERRA LEONE

Un percorso di recupero della dignità per i bambini ex soldato e le ragazze
vittime di violenze

Milano, 24 gennaio 2007 - Blood diamonds,il film con Leonardo Di Caprio
riporta sulla scena la drammatica storia della Sierra Leone, che dal 1991
al 2001 è stata sconvolta da una guerra civile che ha avuto una ricaduta
terribile sulla popolazione. COOPI è stata ed è tuttora una presenza forte
nel paese, impegnata ad assicurare assistenza di emergenza durante la
guerra e un percorso di recupero della normalità una volta ristabilita la
pace

Nei centri di COOPI, dal 1999, circa cinquemila bambini e ragazzi, che
erano stati rapiti dai ribelli e costretti a combattere, hanno ricevuto
cure mediche e assistenza psicologica. Una volta curate le ferite fisiche,
infatti, attraverso attività teatrali e ludiche parallele a veri e propri
interventi di cura psicologica COOPI ha aiutato i bambini a elaborare
ricordi e incubi legati alla terribile esperienza. In una seconda fase, gli
operatori hanno organizzato attività di formazione scolastica per
reinserire a scuola i bambini più piccoli e professionale per aiutare i più
grandi a trovare un lavoro e ad avere un ruolo attivo nella società.
Moltissimi ragazzi, inoltre, sono stati ricongiunti alle famiglie e
reinseriti nelle comunità di origine, accompagnati in questo percorso dagli
operatori locali.

Dal 2000, e ancora oggi, COOPI realizza progetti specifici dedicati alle
ragazze vittime di violenze e abusi durante la guerra. Rapite quasi ancora
bambine erano costrette a fare da "mogli" ai ribelli e ai loro comandanti.
In molti casi poi, hanno avuto un bambino da queste violenze. Attraverso il
sostegno psicologico e sanitario prima e l'avviamento a una professione in
una seconda fase, l'intervento di COOPI assicura alle ragazze indipendenza
economica e un futuro ai loro bambini per i quali possono nutrire la
speranza di una vita in pace e un'infanzia migliore di quella che è toccata
a loro.

Oggi, COOPI continua inoltre a lavorare nel distretto del Kono per
garantire alla popolazione di 32 comunità la sicurezza alimentare
attraverso l'incremento dell'agricoltura e dell'allevamento e il
miglioramento delle condizioni ambientali. Realizza inoltre attività di
sensibilizzazione sulla soluzione pacifica dei conflitti, con particolare
riguardo alla violazione dei diritti umani e alla violenza nei confronti
delle donne, lavorando stretta collaborazione con gruppi di donne e
istituzioni comunitarie.

Il sostegno a distanza è uno degli strumenti scelti da COOPI per assicurare
continuità ai progetti di aiuto a cento ragazze madri. Con 300 euro
all'anno (circa 80 centesimi al giorno) si assicura a una mamma e al suo
bambino il denaro necessario ad avviare una piccola attività che permetta
una vita dignitosa.

COOPI realizza interventi a favore dei bambini ex soldato anche in Uganda
(Pader) e nella Repubblica Democratica del Congo (Ituri). Segnati da
esperienze terribili, centinaia di bambini e ragazzi trovano nei centri
assistenza medica e psicologica e adulti disposti ad accompagnarli in un
percorso che, per quanto possibile, restituisca loro l'infanzia a cui sono
stati strappati.

_____________________________________

Per ulteriori informazioni:

Elena Delbò

Ufficio stampa COOPI-Cooperazione Internazionale

Via De Lemene 50, 20151 Milano

Tel. 02 3085057, fax 02 33403570

<http://www.coopi.org/>www.coopi.org,
<mailto:ufficiostampa at coopi.org>ufficiostampa at coopi.org