[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

oops ecco il testo del messaggio: allarme antisemitismo , razzismo e omofobia all'interno delle istituzioni



Il Gruppo EveryOne lancia l'allarme: no alle cariche di eurodeputati per i negazionisti Fiore e Romagnoli. Preoccupazione per la deriva razzista e omofobica in corso in Italia

Il Gruppo EveryOne esprime la più ferma protesta contro la decisione del PDL, vincitore delle elezioni politiche 2008, di mandare al Parlamento Europeo, in sostituzione di eurodeputati eletti per il centrodestra, i due neofascisti, propugnatori di ideologie razziali e negazionisti dell'Olocausto Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, e Luca Romagnoli (La Destra-Fiamma Tricolore). L'ideologia xenofoba ed estremista di Roberto Fiore è nota universalmente. Ecco alcune recenti dichiarazioni di Romagnoli: "Le camere a gas? Devo dire francamente che non ho elementi per dire che siano esistite o no"; "Hitler? Fu uno statista che commise degli errori". E riguardo al suo partito: "Chiamarci fascisti è molto riduttivo. Ma del fascismo siamo portatori di alcuni valori, come la socializzazione. Poi, se fascismo significa onestà, dirittura morale, capacità di riconoscere prima lo Stato e poi l'individuo...". Il Gruppo EveryOne protesta con altrettanta decisione contro la candidatura di Antonio Tajani quale sostituto di Franco Frattini, vicepresidente della Commissione Europea. Antonio Tajani è infatti noto sia per le sue posizioni omofobe che per la sua avversione nei riguardi dei Rom, ideologie che contrastano con le convenzioni internazionali per i diritti umani e con la Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea. "E' davvero inquietante che il centrodestra favorisca irresponsabilmente l'inserimento di personaggi legati a ideologie pericolose in ruoli di grande responsabilità politica e civile," affermano i leader del Gruppo EveryOne, Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau "ed è altrettanto inquietante l'ipotesi, avanzata quest'oggi dal leader del PDL Silvio Berlusconi, di affidare il Ministero italiano dell'Interno alla Lega, un partito che non ha mai nascosto posizioni xenofobe e razziali: sarebbe come dare il via a purghe etniche e campagne di discriminazione razziale incontrollabili, proprio quest'anno, in cui il Parlamento Europeo e la Commissione contro le discriminazioni razziali delle Nazioni Unite hanno ammonito ufficialmente e ripetutamente l'Italia per le sue politiche intolleranti, in violazione di tutte le Convenzioni che proteggono gli individui e i popoli. La Lega, inoltre, con il suo accanito antimeridionalismo, non rappresenta tutto il Popolo italiano, condizione essenziale per un ministero come quello degli Interni".  Esprimendo viva preoccupazione per la deriva fascista, xenofoba, omofoba, antizigana e antisemita in cui le Istituzioni italiane stanno scivolando, il Gruppo EveryOne chiede alle Organizzazioni per la tutela dei diritti delle minoranze, alle Comunità ebraiche e a tutti coloro che ritengono di portare la fiaccola dei valori dell'antifascismo, della Memoria dell'Olocausto e della solidarietà sociale di unirsi alla nostra protesta e di chiedere che a rappresentare il Popolo italiano presso le Istituizioni nazionali e internazionali siano scelti candidati esemplari, in possesso di comprovati requisiti di integrità, civiltà e tolleranza.

Per ulteriori informazioni:
Gruppo EveryOne               
Tel: (+ 39) 334-8429527
www.everyonegroup.com :: info at everyonegroup.com



 ______________                             
 
http://afroitaliani.splinder.com
 


Inviato da Yahoo! Mail.
La casella di posta intelligente.