[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: R: Fw: [africa] Lettera di Mariam Sankara al Presidente Nicolas Sarkozy / Reportage video della manifestazione a Parigi il 17.11.2008



Aderisco individualmente con la speranza che anche AUCI e AIFO aderiscano.
Chiara Castellani

> Grazie!!! Antonella
>
> --- Lun 24/11/08, p.donadello <p.donadello at alice.it> ha scritto:
>
> Da: p.donadello <p.donadello at alice.it>
> Oggetto: Fw: [africa] Lettera di Mariam Sankara al Presidente Nicolas
> Sarkozy / Reportage video della manifestazione a Parigi il 17.11.2008
> A: africa at peacelink.it, debats at thomassankara.net
> Data: Lunedì 24 novembre 2008, 09:08
>
>
> 
>
> je proteste moi aussi, pour cet accueil de Blaise Compaore, Président du
> Burkina Faso à Paris, j'exprime toute ma solidarité à Mariam Sankara
> pour ce qui est arrivé au cher Thomas son époux et aux d'autres douze
> camarades tués dans l'attentat, et j'espère qu'elle soit inscrite aussi
> sur la news lettre de l'Afrique, et que lui arrives toute ma
> compréhension mon estime et ma proximité spirituelle.
> Merci à P.Donadello pour nous avoir envoyé cette lettre. Antonella
>  
> ----- Original Message -----
> From: Antonella Zarantonello
> To: africa pacelink
> Sent: Friday, November 21, 2008 9:43 AM
> Subject: I: [africa] Lettera di Mariam Sankara al Presidente Nicolas
> Sarkozy / Reportage video della manifestazione a Parigi il 17.11.2008
>
>
>
>
>
> Protesto anch'io per questa accoglienza di Blaise Compaore, Presidente
> del Burkina Faso a Parigi,  esprimo tutta la mia solidarietà a Mariam
> Sankara per quello che è capitato al caro  Thomas suo marito e agli
>  altri dodici compagni uccisi nell'attentato,  e spero che sulla news
> letter di Africa sia iscritta anche lei,  e che le arrivi tutta la mia
> comprensione la mia stima e la mia vicinanza spirituale . Grazie a
> P.Donadello per averci inviato questa lettera....Antonella
>
> --- Gio 20/11/08, p.donadello <p.donadello at alice.it> ha scritto:
>
> Da: p.donadello <p.donadello at alice.it>
> Oggetto: [africa] Lettera di Mariam Sankara al Presidente Nicolas Sarkozy
> / Reportage video della manifestazione a Parigi il 17.11.2008
> A: Undisclosed-Recipient at yahoo.com
> Data: Giovedì 20 novembre 2008, 22:00
>
>
>
>
>
>
> Lettera di Mariam Sankara al Presidente Nicolas Sarkozy in occasione della
> visita ufficiale di Blaise COMPAORE a Parigi del 18.11.2008
> http://www.thomassankara.net/article.php3?id_article=0697
> Al Presidente della Repubblica Francese
> Palazzo de l’Elysée
>
> 55 Rue Faubourg Saint Honoré 
>
> 75008 PARIS 
>
>  
>
> Signor Presidente, 
>
>  
>
> La Repubblica francese riceverà con tutti gli onori Blaise COMPAORE,
> Presidente del Burkina Faso, il 18 novembre 2008. 
>
> Blaise COMPAORE è arrivato al potere, il 15 ottobre 1987, a seguito di un
> terribile bagno di sangue che ha causato la morte di mio marito Thomas 
> SANKARA così come dodici dei suoi compagni. Allo stesso modo alcuni
> militari sono stati assassinati selvaggiamente, altri torturati
> e bruciati nei campi di Koudougou e di Kamboinsin. 
>
> Thomas SANKARA era un uomo che operava per lo sviluppo del Burkina Faso ed
> il benessere del suo popolo. Ma meritava questa triste sorte? Il suo
> assassinio è stato un atto inedito in Burkina Faso che non mi ha 
> permesso, così come alla sua famiglia, di vedere il suo corpo, di
> vegliare le sue spoglia, e di dargli degna sepoltura.
>
> E per finire questo atto di una  crudeltà senza nome, mi è stato
> rimesso un certificato di decesso che precisava che mio marito - il
> Presidente Thomas SANKARA - era morto di morte naturale. 
>
> Con il coraggio che mi rimaneva, ho intrapreso al limite della
> prescrizione, un'azione giudiziaria per la giustizia e la verità. 
>
> Blaise COMPAORE, avendo una giustizia ai suoi ordini, ha soffocato tutte
> le vie di diritto che esploravo. Vietando anche al suo Ministro della
> Difesa di dare l'ordine di prosecuzione davanti ai Tribunali Militari. 
>
> Avendo esaurito tutte le vie di ricorso interne al Burkina Faso, e 
> davanti al rifiuto di questo potere di darmi giustizia, ho scelto allora
> di rivolgermi al  Comitato dei Diritti dell'Uomo, avendo il Burkina Faso
> ratificato il patto internazionale relativo ai diritti civili e politici
> così come il protocollo facoltativo entrato in vigore il 23 marzo 1976. A
> mio favore sono state rese due decisioni: una sull'ammissibilità della
> mia comunicazione e l'altra sul risarcimento.
>
> E’ stato in effetti nel corso della 86° sessione, che si è tenuta dal
> 13 al 31 marzo 2006, che il comitato dei Diritti dell'uomo ha reso la sua
> decisione sul fondo, evidenziando violazioni del Burkina Faso
> degli articoli 7 e 14 paragrafo 1 del patto.
>
> Il Burkina Faso doveva fornire entro 90 giorni dalla trasmissione delle
> constatazioni del Comitato, informazioni sulle misure adottate per darvi
> seguito.
>
> Com’è sua abitudine, Blaise COMPAORE ha imbrogliato il Comitato dei
> Diritti dell'Uomo rettificando a suo modo l'atto di morte di mio marito,
> proponendo un’indennità di 66.231 euro e 471 centesimi, dimenticando
> pure di mostrarmi ufficialmente il luogo di sepoltura di Thomas SANKARA.
>
> Ma l'Onu si è ritenuto soddisfatto.
>
> Non ho mai compreso perché mi si chieda, in quanto vittima, di accettare
> indennità e di perdonare, mentre gli autori di questi crimini passeggiano
> liberamente in tutta impunità, quando altrove simili criminali, come oggi
> Charles TAYLOR, vengono giudicati. 
>
> Il Presidente, Blaise COMPAORE è un predatore che ha eliminato tutti
> quelli che gli facevano ombra. Il lungo elenco è reso noto pubblicamente.
>
> Si ricorda ancora la morte del giornalista Norbert ZONGO assassinato e
> bruciato nella sua automobile il cui dossier è stato '' sepolto '' senza
> nessun altra forma di processo.
>
> Sotto il governo di Blaise COMPAORE, il, Burkina Faso è stato messo in
> causa da esperti dell'Onu in modo particolare all’interno delle sanzioni
> emesse contro l'UNITA in Angola, e del Fronte rivoluzionario in Sierra
> Léone.
>
> È stato implicato anche nella destabilizzazione in Costa d’Avorio.
>
> In queste ultime settimane, ex compagni di Charles TAYLOR (John TARNUE e
> Prince JOHNSON) hanno accusato Blaise COMPAORE dell'assassinio di mio
> marito e dei suoi 12  compagni il 15 ottobre 1987.
>
> Ma Blaise COMPAORE non se ne cura. Avendo eretto l'impunità come forma di
> governo, Blaise COMPAORE cerca oggi una riabilitazione internazionale che
> incontri come  questo gli conferiscono. 
>
> Io sono una vedova che non potrà compiere il suo lutto sino a che
> giustizia non sia resa a Thomas SANKARA.
>
> La mia sete di giustizia è la stessa delle altre vedove come la Signora
> ERIGNAC, la Signora BORREL che ha ricevuto il vostro indefettibile
> sostegno.
>
> Signor Presidente, voi siete anche un uomo a modo che aveva posto la
> giustizia al centro del giuramento di avvocato e di Presidente.
>
> Sarebbe dunque auspicabile, che possiate esigere dal vostro ingombrante
> ospite, di lasciarmi accedere alla giustizia militare la cui azione non
> può essere declamata che su ordine di proseguimento del suo Ministro
> della Difesa. 
>
> La riconciliazione ed il perdono sono a questo prezzo. 
>
> Ringraziandovi in anticipo del vostro sostegno che trascende la logica 
> politica, vi prego di gradire, Signor Presidente, l'assicurazione della
> mia  alta e rispettosa considerazione. 
>
>  
>
> Mercoledì 12 novembre 2008 
>
>  Mariam SANKARA 
>
>  
>
> ************
>
>  
>
>  
>
>    
>
> Reportage video della manifestazione a Parigi il 17.11.2008
>
> http://www.survie-paris.org/agenda-survie-paris/jeudis-africains/article/reportage-video-sur-le
>
>  
>
>
>
>  
> Manifestazione a Parigi Lunedì 17 novembre alle ore 18,00
> Parvis des Droits de l’Homme au Trocadéro
> Métro Trocadéro
>  
>
> Denunciamo l'accoglienza riservata dalla Francia a Blaise Compaoré.
> Blaise Compaoré, Capo dello Stato burkinabé da più di
> vent'anni attraverso la sanguinaria usurpazione del potere avvenuta con
> l'assassinio del Presidente, il Capitano Thomas Sankara, è annunciato in
> Francia dove sarà ricevuto il 18 Novembre prossimo all’Eliseo da
> Nicolas Sarkozy.
>
> Il Capo dello Stato francese si prepara così a rinnegare, ancora una
> volta, la promessa fatta la sera della sua elezione nel maggio 2007 di
> essere un intrepido difensore della causa dei diritti dell'uomo e della
> democrazia nel mondo, ed in particolare in Africa. 
>
> Infatti, il suo invitato il prossimo 18 novembre ha costruito il suo
> potere ed una fortuna colossale che si quantifica in miliardi, attraverso
> una lunga serie di crimini economici e di sangue, la maggior parte
> registrati nei rapporti dell'ONU e rimasti finora impuniti: 
>
> ·         A seguito del crimine che ha fondato il suo regime il
> 15 ottobre 1987, decine di assassinii di oppositori, di ex collaboratori
> civili e militari, di studenti e di giornalisti segnano il suo regime;
> ·         Dichiarato “buon allievo� dal FMI e la Banca
> mondiale, il regime di Blaise Compaoré ha in realtà condotto il Burkina
> Faso nei suoi due decenni di gestione, ad una grave situazione sociale e
> politica mai registrata prima: licenziamenti selvaggi a seguito di
> privatizzazioni di imprese pubbliche a profitto di amici del regime,
> sviluppo su grande scala della corruzione, del banditismo nelle città e
> nelle campagne, carestie ed epidemie croniche, massicce frodi in campo
> presidenziale durante le elezioni, ecc.
>
> Infischiandosene di questo bilancio disastroso, il Segretario di stato
> Alain Joyandet ha dichiarato il 24 ottobre scorso ad Ouagadougou, durante
> un’uscita pubblica con il Presidente burkinabé, che le relazioni tra
> Francia e Burkina Faso, sono oramai ben consolidate.
>
>
> Per questi motivi le nostre organizzazioni:
>
> ·         denunciano il sostegno politico che offre Nicolas
> Sarkozy al regime di Blaise Compaoré che deve rispondere oggi davanti al
> Tribunale Penale Internazionale, insieme all’ex signore della guerra
> liberiano Charles Taylor, dei suoi numerosi crimini economici e di
> sangue, 
> ·         sostengono la lotta dei democratici burkinabé che
> esigono verità e giustizia per Thomas Sankara, presidente del Burkina
> Faso assassinato nel 1987, di Norbert Zongo (giornalista) assassinato nel
> 1998, di Dabo Boukari membro dell'associazione nazionale degli studenti
> burkinabé dell'ANEB torturato a morte nel 1990 e per tutte le altre
> vittime del regime Compaoré;
> ·         Invitano i loro appartenenti e tutti gli amici del
> popolo burkinabé a denunciare l'accoglienza riservata dalla Francia a
> Blaise Compaoré ed a partecipare alla manifestazione.
>  
>
>  
>
> Fermiamo il sostegno ai dittatori! 
>
> Sosteniamo i popoli africani! 
>
>  
>
> Organizzazioni firmatarie
>
> AFASPA (Association française d’amitié et de solidarité avec les
> peuples d’Afrique), AFASPA Comed (Comité Méditerranée), Agir ensemble
> pour les droits de l’Homme, commission internationale d’Alternative
> Libertaire, ARDHD (Association pour le Respect des Droits de l’Homme à
> Djibouti), association Baraka, Bulletin Afriques en lutte, CADTM-France
> (Comité pour l’Annulation de la Dette du Tiers Monde), CEDETIM, CNT
> (Confédération Nationale du Travail), Collectif CAAC-Comores, Collectif
> de France Affaire Norbert Zongo (COFANZO), Cridev (Centre rennais
> d’information pour le développement et la solidarité entre les peuples
> / Ritimo), Droits devant !, FCD (Fédération des Congolais de la
> diaspora), association Ishtar, LCR, Les Verts, Mouvement des Indigènes de
> la République, Organisation de Femmes Égalité, Parti Commu- niste des
> Ouvriers de France (PCOF), Respaix Génération Conscience, Section France
> du Mouvement Burkinabé des
>  Droits de l’Homme et des Peuples, Survie.
>
>
>
>
> Scopri la community di Io fotografo e video
> Il nuovo corso di Gazzetta dello sport per diventare veri fotografi!
>
>
>