[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

R: [africa] Crisi e microcredito,in Italia PLDM 4 Maggio



Non posso partecipare, ma sono con voi Valeria Manini

----Messaggio originale----
Da: antozeta at yahoo.it
Data: 30/04/2009 16.10
A: "Antonella Zarantonello"<antozeta at yahoo.it>
Ogg: [africa] Crisi e microcredito,in Italia PLDM 4 Maggio

Invito con preghiera di divulgazione, grazie!


primolunedìdelmese
Incontro n. 84 - Progetto Cammini di dialogo

Lunedì 4 Maggio 2009  ore 20.30

presso Cooperativa Insieme, via B. Dalla Scola 253, Vicenza
(
parcheggio adiacente)



Crisi e microcredito, in Italia

Da Nord a Sud e da Sud a Nord, del mondo: il microcredito ha, infatti, una storia antica nel nostro Paese, dove affonda le sue radici nelle reti mutualistiche di fine ‘800. Riscoperto grazie, soprattutto, all’esperienza della Grameen Bank, in Bangladesh, fondata da Muhammad Yunus, il “banchiere dei poveri” premio Nobel per la Pace 2006 (chissà perché non dell’Economia...), oggi, questo strumento si va estendendo anche nel Nord del mondo, per fronteggiare le nuove povertà prodotte dalla globalizzazione. Di fronte alla scarsità di credito, sia per l'impresa che per l’emergenza, in che misura può la microfinanza rappresentare una valida alternativa alla crisi attuale? Fuor di retorica, ne parliamo con:

Giampietro Pizzo

Economista ed esperto di microfinanza, ha maturato una ventennale esperienza in ambito internazionale a stretto contatto con organizzazioni cooperative, di credito, di finanza rurale e di microfinanza. Dal 1987 al 2003 ha lavorato in vari programmi di cooperazione allo sviluppo in Africa ed America Latina. Dal 2003 al 2008, coordinatore dell’Unità Tecnica per l’Internazionalizzazione presso il Ministero degli Esteri italiano. Membro fondatore della Rete Italiana di Microfinanza (RITMI), è presidente di Microfinanza srl, con sede a Vicenza.



Finestra sul cortile di casa
Aggiornamenti su Laboratori e Osservatorio



CHI SIAMO


Il primolunedìdelmese è la più longeva esperienza nel suo genere nella città del Palladio: dall’Aprile del 1998 abbiamo, infatti, realizzato un’ottantina di incontri di riflessione su tematiche di attualità. Ingredienti di base della nostra proposta alla cittadinanza sono: la qualità degli interventi; l'approfondimento delle problematiche e la ricerca propositiva; l'apertura al confronto, la curiosità intellettuale e il pluralismo socioculturale (non necessariamente il punto di vista dei relatori rappresenta quello dei promotori); i toni pacati del dibattito, lontani anni luce da certi programmi tv; lo stile partecipativo, la consapevolezza della responsabilità sociale, il senso etico del nostro impegno.

Il pldm (abbreviato) non è una nuova associazione, non ha tessere, né statuti, ma semplici regole condivise dai partecipanti. Pur restando aperto al contributo di tutti, esso è frutto di un coordinamento ad hoc di varie realtà, impegnate nella costruzione di una società più giusta e umana, nella salvaguardia dell’ambiente, nella solidarietà e cooperazione internazionali, nella difesa dei diritti umani e civili, nella lotta per la pace nel mondo.

Promuovono il pldm: Alternativa Nord-Sud per il XXI secolo (coordinamento); Gruppo Italia 81 di Amnesty International; CGIL; CISL; FESTAMBIENTE-Parco Retrone; Granello di Senape; LEGAMBIENTE; Loma Santa; Progetto Mondo-Movimento Laici America Latina; Progetto Sulla Soglia (Rete Famiglie Aperte, Cooperativa Sociale Tangram, Cooperativa Sociale Insieme); Gruppo Sud-Nord Araceli.

Per adesioni e maggiori informazioni, scriveteci a questo indirizzo.

Per saperne di più:
http://www.ans21.org/index.php?option=com_content&task=category&sectionid=6&id=15&Itemid=39


La partecipazione agli incontri è libera e gratuita: per poter meglio organizzare le serate, è gradita conferma della vostra partecipazione.



Informativa sulla privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Titolare del trattamento dei dati è l'associazione Alternativa Nord/Sud per il XXI secolo (ANS-XXI ONLUS). Gli indirizzi di questa mailing-list sono stati forniti dai diritti interessati in occasione di varie iniziative dei promotori del pldm. Per non ricevere più questi annunci, basta rispondere a questo indirizzo, scrivendo: CANCELLAMI