[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: Non maceriamo i nostri libri “morti”, regaliamoli! …e salviamone l’anima!




 
----- Original Message -----
Sent: Monday, October 12, 2009 8:53 PM
Subject: Non maceriamo i nostri libri “morti”, regaliamoli! …e salviamone l’anima!

Newsletter n. 8
12 ottobre 2009/October, 12, 2009


Italiano 
NON MACERIAMO I NOSTRI LIBRI “MORTI”,
REGALIAMOLI! …E SALVIAMONE L’ANIMA!
Appello al Ministro della Pubblica Istruzione e a tutti gli Editori di cultura

Millecinquecento copie di grandi classici della letteratura mondiale saranno distribuite gratis, il 24 ottobre prossimo, agli studenti del Liceo Einstein di Rimini; altre milleduecento la settimana successiva al Liceo Serpieri di Viserba; poi ancora altre migliaia a tutte le Scuole del riminese che ne faranno richiesta.
E' questa la "piccola" iniziativa lanciata dall'editore Guaraldi contro la pratica "barbara" dei libri mandati al macero; una assurda "necessità fiscale", come sostengono gli editori di mass market, che prima invadono le librerie con centinaia di migliaia di copie e pochi mesi dopo mandano al macero le rese di un invenduto che programmaticamente giunge fino al 70% della tiratura.
Ma se questa è la pratica perversa dei grandi gruppi editoriali - che risolvono così il problema fiscale dell'eccessiva valorizzazione dei rispettivi magazzini a fine esercizio - gli editori di cultura si ritrovano a loro volta a dover fare i conti con piccole quantità di vecchi titoli magari di grande qualità, gelosamente conservati ma ormai invendibili, che intasano i loro magazzini con valorizzazioni prossime allo zero. E' a difesa di questi titoli dal rischio "macerazione" che è sceso in campo il vecchio editore riminese, in totale sinergia non solo con i Presidi dei Licei del territorio, ma anche con numerosi colleghi di rango.
Il progetto è semplice: i libri con oltre 10 anni di vita - e tutta la loro esistenza fiscale già assolta ed esaurita (a partire dall'IVA forfettaria) - vengono regalati a Scuole e/o Biblioteche con regolare fattura a zero euro e Iva già assolta all'origine. Una procedura che consente di evitare quella, fiscalmente ineccepibile, della macerazione sotto il controllo della Guardia di Finanza.

Ma dietro questa pur lodevole iniziativa si cela ben di più.
Proprio perché il libro non "deve" morire occorre infatti avere ben chiaro non solo che i titoli "sepolti" nei polverosi scaffali dei magazzini editoriali possono "risuscitare" in veste digitale ed essere trasferiti alle Scuole, alle Biblioteche o ai privati, via Internet, a costo zero e in tempo reale; ma soprattutto che il futuro del libro starà nella sua forma di e-Book eventualmente stampabile "on demand", su progetto e richiesta dell'insegnante che si riapproprierà così totalmente della propria "autonomia didattica"!
"Il libro è morto ! Viva il Libro!": è' questa la vera posta in gioco, ancora osteggiata spesso in buona fede dal mondo della Scuola, a volte in mala fede da parte del mondo dell'editoria scolastica che teme per le proprie rendite di posizione. Mai più inutili Antologie ma libero accesso guidato a intere biblioteche digitali di classici antichi e moderni e accesso per pochi euro all'intero testo dell'autore contemporaneo "studiato"... Il recentissimo sbarco in Europa del Kindle di Amazon accelererà questo processo in maniera vertiginosa.
Per questo Guaraldi ha già provveduto a digitalizzare la totalità del proprio catalogo. Per questo l'iniziativa ora lanciata prevede non solo il "dono" delle copie cartacee, ma anche di preziosi momenti di confronto con studenti e insegnanti - condotti dalla mano esperta di Gian Marco Malagoli - alla scoperta di come si potrà "godere" il libro sulle Lavagne Interattive Multimediali (LIM) o sugli e-Book Reader o sul proprio PC se non addirittura sul proprio i-Phone! 

E il termine "godere il libro " la dice lunga rispetto alla "sofferenza" procurata dal vecchio e obeso libro di testo alle spalle di intere generazioni di studenti e in termini di disaffezione procurata verso ogni genere di libro.

English
LET’S NOT ALLOW OUR ‘DEAD’ BOOKS TO WASTE AWAY,
LET’S DONATE THEM INSTEAD ! …AND RESCUE THE SPIRIT OF THE BOOK !
An appeal to the Italian Department of Education and all specialty publishing firms

Fifteen hundred free copies of world literary classics will be distributed on October 24th to the students of Einstein High School in Rimini, Italy. A further twelve hundred books will be donated to the Serpieri di Viserba High School the following week and thousands more will be given to schools in the Rimini area upon request.
This is a “small” initiative launched by Guaraldi Publishing to counter the “crude” practice of allowing books to waste away in storerooms.  Such an irrational “fiscal necessity” is endorsed by mass-market publishers who flood bookstores with hundreds of thousands of copies of books only to send, months later, the unsold inventory (which makes-up about 70% of books in circulation) to warehouses to sit idle.
While this is the practice of large publishing groups, who can afford to resolve the economic issue of excess stock at year-end, specialty publishers find themselves having to manage small quantities of old titles.  These often coveted quality titles hold little resale value, clogging their stockrooms. Guaraldi Publishing, the established Riminese publishing house, in collaboration with local high school principals and numerous notable colleagues, have committed themselves to transforming the fate of these books.
The project is straightforward. Books ten years or older – by now exempt of sales tax – will be donated to schools and/or libraries. These institutions will each receive a tax-exempt zero-balance invoice.  This is a guaranteed economic plan that saves books from wasting away under the jurisdiction of the Italian tax authority.

But behind this worthy initiative lies much more.
We “should” never just let a book die. Therefore, books “buried” amidst the dusty shelves of publishing storerooms should be “resuscitated” in digital form and made accessible to schools, libraries, or individuals for immediate access via the internet at no cost. Moreover, the future of the book lies in the e-Book with the option of “on demand” printing which encourages teachers’ “didactic freedom” by offering them the choice of selecting from a bank of texts to support their curriculum!
“The book is dead! Long live the Book!” This is what is really at stake, as schools in good faith resist this demise and scholastic publishing firms, in bad faith, oppose this in fear of loosing their own profitable positions in the market. Let’s put an end to ineffective anthologies. Instead, let’s promote unlimited guided access to digital libraries which house time-honored and modern classics, and low-cost access to works by prominent contemporary authors. 
The recent arrival of the Amazon Kindle in Europe will no doubt considerably speed up this process.
As a result, Guaraldi Publishing has already prepared for this by digitizing its entire catalog of books. Therefore, this newly launched initiative will not only grant the ‘gift’ of the printed book, it will also bring together students and teachers (lead by the expertise of Gian Marco Malagoli) to discover how books can be ‘enjoyed’ on Interactive Whiteboards, e-Book Readers, personal computers, or even on an i-Phone!

Now the _expression_, “enjoy the book”, takes on a new meaning when considering the generations of students weighted down by cumbersome volumes and the disenchantment for all types of books that this engenders. 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Informativa
In conformita' alle disposizioni previste dall'art.13 del D.Lgl. 30.6.2003 n. 196 - 'codice della privacy', Guaraldi srl informa che gli indirizzi dei destinatari fanno parte dei database aziendali, cosi' come desunti da precedenti corrispondenze, indirizzi di pubblico accesso e derivanti dalla registrazione degli utenti sul portale www.guaraldi.it
Se il messaggio fosse stato ricevuto per errore o se non si desidera ricevere la newsletter in futuro cliccare qui e compilare il modulo.
Per ulteriori informazioni:
info at guaraldi.it
mario at guaraldi.it
0541-790194 cell.328 7864798
www.guaraldi.it/delMail/index.aspx
¯`·.¸¸.·´¯`·.´¯`·.¸¸.·´¯`·.¸ ><((((º>