[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

R: [africa] =?windows-1252http-equivcontent-type?q?Sudafrica_2010,_Gianni_Rivera_ai_c?==?windows-1252http-equivcontent-type?q?ronisti_del_Football_Bus_di_AMREF:?==?windows-1252http-equivcontent-type?q?_=ABVorrei_che_tutti_i_calciatori_?==?windows-1252http-equivcontent-type?q?leggessero_un_libro=BB_(comunicato?==?windows-1252http-equivcontent-type?q?_stampa)?=



Doveva leggerne di piu lui qd era ora

----Messaggio originale----
Da: ufficio.stampa at amref.it
Data: 07/07/2010 15.21
A: <africa at peacelink.it>
Ogg: [africa] =?windows-1252http-equivContent-Type?Q?Sudafrica_2010,_Gianni_Rivera_ai_c?= =?windows-1252http-equivContent-Type?Q?ronisti_del_Football_Bus_di_AMREF:?= =?windows-1252http-equivContent-Type?Q?_=ABVorrei_che_tutti_i_calciatori_?= =?windows-1252http-equivContent-Type?Q?leggessero_un_libro=BB_(comunicato?= =?windows-1252http-equivContent-Type?Q?_stampa)?=

Mondiali Sudafrica 2010
GIANNI RIVERA: �VORREI CHE TUTTI I CALCIATORI LEGGESSERO UN LIBRO�
L'ex Golden Boy del calcio italiano risponde alle domande dei giovani cronisti africani del Millennium News Football Bus di AMREF e ricorda il ruolo del pallone nel Sudafrica della discriminazione razziale

Roma, 7 luglio 2010 - �Vorrei che tutti i calciatori leggessero un libro per rendersi conto dell'importanza che il calcio ha nel mondo di coloro che vogliono cominciare a vivere meglio di come vivevano prima�. Sono parole di Gianni Rivera, l'ex Golden Boy del calcio italiano, in un'intervista realizzata dai giovani cronisti africani del Millennium News Football Bus, la serie di videonotiziari girati in Africa e in Italia per raccontare il ruolo sociale del pallone, e pubblicata oggi sul sito di AMREF, Facebook e YouTube.

Il libro a cui si riferisce Rivera � Molto pi� di un gioco. Il calcio contro l'apartheid, di Chuck Korr and Marvin Close, che racconta la straordinaria storia della Makana Football Association creata dai prigionieri di Robben Island, l'isola-carcere dei detenuti politici nel Sudafrica della discriminazione razziale. A Robben Island era imprigionato anche Nelson Mandela, il padre del Sudafrica post-apartheid. �Il messaggio che ha dato quando � diventato presidente, e cio� di unire il popolo perdonando di fatto i bianchi per quello che avevano fatto - spiega Rivera - ha offerto finalmente un'immagine nuova�. Per evitare rivolte, scontri, vendette e promuovere la riconciliazione, �Mandela si � affidato al rugby, che era lo sport nazionale sudafricano, ma anche il calcio ha avuto il suo premio come sport vincente perch� i prigionieri di Robben Island avevano organizzato all'interno del carcere un campionato vero e proprio, con le regole della Federazione internazionale, ed erano riusciti a convincere i carcerieri a lasciarli giocare�.

Per l'ex mezzala del Milan e della Nazionale, �il calcio � uno sport molto utile per chiunque, perch� � lo sport che � pi� facile praticare, che si pu� giocare anche da soli, in due, in tre o in 11. E poi non occorrono tanti mezzi finanziari. Lo sport � importante nell'educazione, perch� ha delle regole fondamentali che andrebbero applicate nella vita di tutti i giorni. Nello sport bisogna sapere curare se stessi in modo completo, fare una vita sana, alimentarsi bene, in modo da avere il fisico per poter affrontare gli allenamenti, e questo va bene anche per chi va in fabbrica o in ufficio, e poi bisogna saper accettare le diversit� che si possono incontrare per formare una squadra di livello, perch� le differenze di solito arricchiscono la personalit� di ogni singolo individuo. Senza dimenticare il rispetto dell'avversario, perch� bisogna saper vincere nel modo corretto e accettare di poter perdere�.

La serie del Millennium News Football Bus - realizzata in collaborazione con Raitre, con il sostegno del Settore Giovanile e Scolastico della Federazione Italiana Giuoco Calcio e il patrocinio del Segretariato Sociale della Rai - � diretta dal regista Angelo Loy, promotore dal 2000 di un laboratorio di video partecipato nelle baraccopoli di Nairobi, e rientra nell'ambito della campagna "Un Gol per l�Africa", promossa dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio nell�anno dei primi Mondiali di calcio ospitati da un Paese africano per sostenere i progetti di educazione e formazione di AMREF e UNICEF nel continente.

- Il file video dell'intervista a Gianni Rivera pu� essere scaricato da questo link: https://www.humyo.com/https://www.humyo.com/7986099/Amref/Video/MN%20Football%20Bus/Interviste/MNFB_intervista_rivera_LQ.wmv?a=55UAWBSnnE0&dl=1&ht=NjZiMzYzN2U3ZjI2ZTZjMmY2NjlhNmVlODg1ZjhjZTE= 

Ufficio stampa AMREF Italia - Simone Ramella
Tel. 06-99704664 - Cell. 347-9416538 - E-mail: simone.ramella at amref.it