[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

R: [africa] Vertice Onu sugli Obiettivi del Millennio, AMREF: urgente formare almeno 3,5 milioni di medici e infermieri (comunicato stampa)



Ci sono medici senza frontiere, chiedete a Gino Strada Valeria Manini in Spaggiari

----Messaggio originale----
Da: ufficio.stampa at amref.it
Data: 20/09/2010 14.15
A: <africa at peacelink.it>
Ogg: [africa] Vertice Onu sugli Obiettivi del Millennio, AMREF: urgente formare almeno 3,5 milioni di medici e infermieri (comunicato stampa)

VERTICE ONU SUGLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO, AMREF: URGENTE FORMARE ALMENO 3,5 MILIONI DI MEDICI E INFERMIERI
Per garantire il diritto alla salute di milioni di persone serve un programma di azione ambizioso ed estremamente concreto che affronti la crisi del personale sanitario


Roma, 20 settembre 2010 – Nel giorno di apertura del Vertice Onu sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, AMREF, come membro della Global Health Workforce Alliance, chiede ai governi presenti a New York – a partire da quello italiano – di inserire nel documento conclusivo che uscirà dal Vertice un impegno specifico a fare fronte alla crisi del personale sanitario, ovvero a formare, assumere e gestire nel mondo almeno 3,5 milioni di operatori sanitari in più entro il 2015, attraverso un aumento sia dei budget sanitari dei Paesi che fronteggiano questa crisi, sia delle risorse internazionali.

«Uno dei maggiori ostacoli nel raggiungimento degli Obiettivi del Millennio che riguardano la riduzione della mortalità infantile, il miglioramento della salute materna e la lotta alle pandemie – spiega Mario Raffaelli, presidente di AMREF Italia – è rappresentato dalla scarsità di personale sanitario. Si prevede, infatti, che in assenza di un numero sufficiente di operatori sanitari adeguatamente formati, opportunamente retribuiti e ben distribuiti sul territorio molti Paesi non raggiungeranno gli Obiettivi del Millennio entro la scadenza finale del 2015. Questa carenza è più evidente in alcuni Paesi africani, dove la mortalità materna è addirittura in aumento per mancanza di ostetriche in grado di assistere le donne durante la gravidanza e il parto e di indirizzarle attraverso percorsi di pianificazione familiare».

Per invertire la tendenza e garantire il diritto alla salute di milioni di persone serve dunque un programma di azione ambizioso ed estremamente concreto. AMREF è convinta che un’assunzione di responsabilità ufficiale su questo punto da parte della comunità internazionale riunita fino al 22 settembre a New York possa fungere da catalizzatore di risorse e di leadership per rafforzare il personale sanitario, aumentando in misura significativa la possibilità di realizzare gli Obiettivi del Millennio relativi alla salute.

AMREF è presente al Vertice Onu sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, in qualità di membro della Global Health Workforce Alliance e della Health Workforce Advocacy Initiative, con l’evento “No Health Workforce, no Health MDGs. Is that acceptable?”, in programma domani, martedì 21 settembre, dalle ore 11,30 alle 13, nel North Lawn Building del quartier generale delle Nazioni Unite.

Per un approfondimento sul ruolo del personale sanitario nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio si può consultare il documento online all'indirizzo: http://www.amref.it/doc_din/100917briefingMDGs-HRH.pdf.  

AMREF, fondazione africana per la medicina e la ricerca, è stata fondata a Nairobi nel 1957 ed è la principale organizzazione sanitaria no profit del continente. Oggi impiega in Africa oltre 800 persone, per il 97% africani, e gestisce circa 140 progetti di sviluppo sanitario in sei Paesi (Etiopia, Kenya, Sudafrica, Sudan, Tanzania e Uganda). Il network internazionale di AMREF è composto da 12 sedi in Europa, Stati Uniti e Canada.

Ufficio stampa AMREF Italia - Simone Ramella
Tel. 06-99704664 - Cell. 347-9416538 - E-mail: simone.ramella at amref.it