[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Patrice Lumumba: "L'Africa sarà libera" - giovedì 20 gennaio 2011- su RSI la Rete2 della Radio Svizzera italiana



Patrice Lumumba: “L’Africa sarà libera” - Trasmissione radiofonica su RSI la Rete2 della Radio Svizzera italiana.

Con Jean Léonard Touadi e Alessandro Aruffo - di Giovanna Riva

Laser  http://www.rsi.ch/live/player-rete2.cfm

  • giovedì 20 gennaio 2011
  • ore 09:00 (replica alle ore 22:00)

Patrice Lumumba
(foto Keystone)

17 gennaio 1961: Katanga. Da un DC 4 guidato da piloti belgi viene fatto scendere, già terribilmente torturato, Patrice Lumumba, capo del governo, eletto democraticamente nelle prime (e uniche fino al 2006) libere consultazioni popolari del Congo. In poche ore Lumumba viene ucciso. I suoi torturatori tolgono cuore e fegato dal cadavere e li mangiano, in un orrendo rito tribale. I suoi stessi assassini sono al potere da 50 anni, sostenuti dai governi occidentali.
Il passaggio di Lumumba nella storia ha segnato il destino del suo paese e di tutta l’Africa. In soli tre mesi al governo del neonato Congo indipendente, nell’estate del 1960, Patrice Lumumba è diventato uno dei più forti simboli della resistenza anticoloniale africana del secondo dopoguerra.
Il mito Lumumba è una memoria scomoda per tutti, per gli africani e per gli europei: per i belgi, soprattutto, ma anche per l’Onu.
Ricordiamo Lumumba, nella settimana che segna la ricorrenza del suo omicidio con Jean Léonard Touadi, congolese, filosofo, sociologo (autore del libro Congo.Ruanda.Burundi.Le parole per conoscere) e primo parlamentare di colore alla Camera dei Deputati italiana.

 
 
 
 
 
Allegato Rimosso