[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Sabato 9 Aprile Teatro Eliseo: GIORNATA DEDICATA ALLA MEMORIA DEL GENOCIDIO DEL RWANDA



LA MEMORIA CONDIVISA”: GIORNATA DEDICATA ALLA MEMORIA DEL GENOCIDIO DEI TUTSI IN RWANDA

Teatro Piccolo Eliseo – Roma, Sabato 9 Aprile 2011 - Via Nazionale, 183


In occasione della 17° giornata internazionale della memoria per le vittime del genocidio del Rwanda, il giorno Sabato 9 Aprile 2011, al Teatro Piccolo Eliseo, Via Nazionale 183, Roma, l’associazione Bene-Rwanda Onlus organizza la consueta manifestazione pubblica sulla storia e sull’attualità del genocidio ruandese del 1994 con la presenza di ospiti autorevoli

14.30-15.00 Apertura XVII Giornata della Memoria a cura di Françoise Kankindi, presidente Bene Rwanda Onlus e saluti da parte delle istituzioni, fra gli altri Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma e Fabio Graziosi, rappresentante delle Nazioni Unite in Italia.

15.00-15.30 Intervento di Moni Ovadia.

15.30-16.30Tavola rotonda sul post genocidio e sugli attuali scenari di guerra in Africa con Yolande Mukagasana, sopravvissuta e scrittrice di fama internazionale, candidata al Premio Nobel della Pace, Aldo Ajello, già rappresentante speciale dell’Unione Europea per la Regione dei Grandi Laghi, Luciano Scalettaricoautore del libro “La lista del console”, Gianluca Peciola, consigliere della Provincia di Roma.  

Modera il giornalista Pietro Veronese.

16.30-17.00 Presentazione campagna per il Premio Nobel a cura di Emilia La Nave, coordinatrice di Bene Rwanda e Giuliano Pisani, vice presidente del Giardino dei Giusti del Mondo di Padova.

17.00-18.00 Visione integrale del documentario “La lista del console” con la presenza del Regista Alessandro Rocca,prodotto da SGI Srl – Società Generale dell’Immagine di Torino, con il contributo di Rai Cinema, Piemonte Doc Film Fund, Media UE.

18.00-18.30 Dibattito con le testimonianze dei sopravvissuti del genocidio.

14.30-18.30 Mostra fotografica nel foyer del Teatro.

L’evento si avvale dei Patrocini della Provincia di Roma, della Regione Lazio, del Comune di Roma, del Giardino dei Giusti del Mondo di Padova, del Comune di Padova, delle Rappresentanze in Italia dell’Unione Europea e delle Nazioni Unite.


CONTATTI



www.benerwanda.org



Bene-Rwanda Onlus



Via G. Mengarini 41, 00149 Roma

cell. 3771615080



francoise.kankindi at gmail.com





Nell’estate del 1994, in Rwanda si consumava una delle più grandi tragedie della storia moderna: nel giro di tre mesi, tra il 6 aprile e il 19 luglio 1994, un milione di cittadini Tutsi e Hutu moderati venivano trucidati dagli estremisti appartenenti alla maggioranza Hutu. Un omicidio ogni dieci secondi avveniva sotto gli occhi indifferenti della comunità internazionale che ignorò le invocazioni d’aiuto del Generale Dallaire, comandante della missione di pace dell’Onu.




Bene Rwanda, che in lingua Kinyarwanda significa “figli del Rwanda”, è un’associazione “no profit” fondata e diretta da cittadini ruandesi, che risiedono e lavorano da anni in Italia, che conta fra i suoi membri anche moltissimi cittadini italiani. E’ dal 2006 che Bene Rwanda celebra a Roma la giornata della memoria per il genocidio del Rwanda avvelendosi dei patrocini del Comune di Roma, della Provincia di Roma, della Regione Lazio, dell’Unione Europea, delle Nazioni Unite e organizzando eventi in strutture quali la Casa della Memoria e il teatro Eliseo.

Bene Rwanda ha sempre contato sulla partecipazione di personaggi di spicco del mondo dello spettacolo e della cultura italiana e internazionale come il premio Nobel Dario Fo,Jacopo Fo, la menzione onorevole Unesco per la pace, Yolande Mukagasana, lo scrittore senegalese Boubacar Boris Diop, il giudice del Tribunale Penale Internazionale, Flavia Lattanzi. L’associazione è, inoltre, presente con i suoi membri, e in particolare con i sopravvissuti del genocidio, nelle scuole superiori di Roma per portare la testimonianza diretta dell’orrore di ogni guerra. Tutte le iniziative dell’associazione hanno ottenuto ampio successo di pubblico e grande attenzione mediatica così come documentato sul sito web www.benerwanda.org. Africani, italiani, ma anche cittadini palestinesi, libici, curdi, armeni, e molte altre diaspore hanno spesso trovato nelle giornate della memoria organizzate da Bene Rwanda la possibilità di unirsi in un abbraccio solidale e interculturale.




Se non vuole più ricevere le nostre comunicazioni, per favore invii una mail a info at benerwanda.org con Oggetto: unsubscribe.


Allegato Rimosso