[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Africa] Unione Europea: vertice a Bruxelles su migrazione e fuga dall'Africa (15 dicembre)



Associazione per i popoli minacciati / Comunicato stampa in www.gfbv.it/2c-stampa/2016/161215it.html

Unione Europea: vertice a Bruxelles su migrazione e fuga dall'Africa (15 dicembre)
L'UE ignora le cause della fuga e le violazioni dei diritti umani!

Bolzano, Göttingen, 15 dicembre 2016

In occasione del vertice dell'Unione Europea (UE) che si tiene oggi 15 dicembre a Bruxelles e in cui si discuterà anche di migrazioni, l'Associazione per i Popoli Minacciati(APM) critica duramente gli accordi che l'UE intende fare con alcuni paesi africani territori d'origine e di transito dei migranti per il controllo delle migrazioni. Per l'APM si tratta di accordi scellerati che ignorano completamente le gravi violazioni dei diritti umani in corso nei paesi in questione e di conseguenza anche le cause che obbligano migliaia di persone a fuggire dalla propria terra.

Più in generale, l'APM critica l'intero pacchetto programmatico europeo. Impedire ai profughi di entrare in Europa e rimpatriare chi è già arrivato non può essere definito un aiuto alla cooperazione come l'UE tenta di far credere. I guadagni economici derivanti dalla costruzione di nuove barriere alle frontiere altamente tecnologiche e di massima sicurezza così come l'introduzione di passaporti biometrici vanno unicamente a vantaggio di aziende di armamenti e di alta tecnologia per la sicurezza europee ma certo non costituiscono indotti economici per i paesi africani e tanto meno producono uno sviluppo sostenibile e a lungo termine.

Il vertice di Bruxelles delibererà anche sulla seconda relazione della Commissione Europea riguardo agli accordi di partenariato con i paesi africani relativi alla migrazione africana. La relazione sottolinea in particolare la stretta e apparentemente ottima collaborazione con l'Etiopia, considerata un partner importante per le questioni riguardanti i profughi e la migrazione. La Commissione Europea ha compiuto più di 20 viaggi conoscitivi in Etiopia, Nigeria, Niger, Mali e Senegal. Ciò nonostante l'Europa non ha mai reagito in modo appropriato alle gravissime violazioni dei diritti umani e alla persecuzione degli Oromo e Amhara in Etiopia. Invece di porsi con decisione per il rispetto dei diritti umani e la democratizzazione dei meccanismi governativi, l'Europa ha deciso di sostenere il governo autoritario etiope il cui operato causa decine di migliaia di profughi e - tragica ironia - di firmare con questo governo accordi per il controllo dei flussi di profughi.

Finché l'Europa continuerà a far finta che le persecuzioni, le torture e gli arresti arbitrari non esistono nei paesi suoi partner non può poi meravigliarsi se sempre più persone disperate sono costrette a fuggire dal Corno d'Africa verso l'Europa. Secondo le stime delle associazioni per i diritti umani, tra gennaio e ottobre 2016 la persecuzione statale etiope ha causato almeno 2.808 morti e più di 50.000 persone appartenenti ai popoli degli Oromo e degli Amhara sono stati arbitrariamente arrestate. La repressione ha costretto decine di migliaia di persone alla fuga. Molti di loro hanno cercato rifugio in Europa.

Vedi anche in gfbv.it: www.gfbv.it/2c-stampa/2016/161201it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2016/161004it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2016/160810it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2014/140507it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2013/131129it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2013/130610it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2013/130416it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2012/120911it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110401it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110209it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2010/100614it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2010/100519it.html | www.gfbv.it/3dossier/africa/oromo.html | www.gfbv.it/3dossier/africa/anuak-it.html in www: www.ethsat.com/groups-say-tplf-responsible-ireecha-massacre-ofc-puts-death-toll-600/ | http://it.wikipedia.org/wiki/Oromia | www.onlf.org

--
> Per i diritti umani. In tutto il mondo / Für Menschenrechte. Weltweit
Dr. Mauro di Vieste
Associazione per i popoli minacciati / Gesellschaft für bedrohte Völker
Via Macello / Schlachthofstr. 50 - I-39100 Bolzano / Bozen
Tel/Fax: +39 0471.972240, Email: info at gfbv.it - www.gfbv.it
5x1000? C.F./MwSt. 94032570213