[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

"e per il quale sono molto grato"



Title: "e per il quale sono molto grato"
il guiderdone della viltà e dell'incoerenza pkrainer     

*    From: "pkrainer"
*    To: "Il rumore di fondo della rete" <Nihil at nihil.tv>,<libertari at inventati.org>, <cerchio at inventati.org>,<movimento at ecn.org>
*    Subject: il guiderdone della viltà e dell'incoerenza
*    Date: Mon, 31 Jan 2005 14:11:48 +0100

Un ateo stava facendo una passeggiata nella foresta. "Che alberi maestosi!
Che fiumi impetuosi! Che begl'animali!" si diceva.

Si voltò per dare un'occhiata e vide un orso di 3 metri che lo caricava.
Si mise a correre più velocemente che poteva su per il sentiero.
Guardò ancora e vide che l'orso era sempre più vicino.
Inciampò e cadde a terra. Rotolò per cercare di tirarsi su ma vide che
l'orso era proprio sopra di lui.

In quel istante l'ateo gridò: "Mio Dio!"

Il tempo si fermò. L'orso si congelò. La foresta era silenziosa.
Mentre una luce abbagliante brillava sull'uomo, una voce venne fuori dal
cielo: "Hai negato la mia esistenza per tutti questi anni, insegnato ad
altri che non esisto e addirittura attribuito il creato ad un incidente
cosmico.
Ti aspetti che ti aiuti in questa circostanza? Devo considerarti un
credente?"

L'ateo guardo diritto verso la luce: "Sarebbe ipocrita da parte mia
chiederti all'improvviso di considerarmi cristiano ora, ma forse puoi
rendere cristiano l'ORSO?"

"Molto bene", rispose la voce. La luce se ne andò. I suoni della foresta
ricominciarono.

L'orso abbassò la sua zampa destra, accostò insieme entrambe le zampe,
abbassò il capo e disse: "Signore, benedici questo cibo che sto per ricevere
e per il quale sono molto grato."