[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Corriere della Sera 27.2.05



cati at cuccefelici.com
www.cuccefelici.com
Lombardia
PAVIA
Maltrattamenti nel canile
Su segnalazione della Lega per i diritti degli animali i carabinieri di Mede Lomellina hanno scoperto un canile in pessime condizioni igieniche dove gli animali venivano tenuti in piccoli spazi sporchi, con muffe e ragnatele . Tra due vecchi bancali, inoltre, gli investigatori hanno scoperto anche la carcassa di un grosso cane. Sono scattate così le denunce alla Procura di Vigevano per maltrattamento di animali nei confronti dei due titolari che da anni gestivano il canile. Preoccupati il sindaco, Giorgio Guardamagni, che ha seguito in prima persona le operazioni delle forze dell'ordine. I risultati del sopralluogo potrebbero portare al sequestro della struttura.
Roma
È successo ieri mattina in via Casal Bianco, nei giorni scorsi i randagi avrebbero assaltato alcuni ovili
Due cani uccisi, vendetta di un pastore su un prato di periferia
Ore otto di ieri a San Basilio: pioviggina, fa freddo e una leggera foschia avvolge tutto. C?è una donna che guarda fuori dietro ai vetri di casa sua, in via Casal Bianco, strada che dà su uno spelacchiato parco di periferia. E all?improvviso vede un uomo (più tardi lo descriverà come bruno, sui 45-50 anni, con un giaccone verde e dei jeans) che scende da un?auto, una Punto bianca, e apre il bagagliaio per estrarne un fucile da caccia. Punta l?arma su due cani, una bianca femmina di maremmano e un lupo maschio e fa fuoco, mirando alla testa degli animali. Che stramazzano a terra, fulminati. È tutto finito, l?uomo risale in macchina, mette in moto e sparisce. La donna chiama il 113 e nella confusione del momento dichiara di avere visto l?uomo far scendere dalla macchina i cani prima di ucciderli, ma le indagini successive dimostrerebbero che si sbagliava. L?uomo della Punto bianca potrebbe essere uno dei pastori della zona: qualcuno di loro nei giorni scorsi aveva denunciato stragi di pecore compiute dai randagi. E forse uno di loro ieri mattina sarà andato in cerca dei cani che avevano sbranato le sue bestie, come probabilmente i suoi antenati avrebbero ucciso i lupi che attaccavano gli ovili. L?episodio ha destato molta impressione fra gli animalisti capitolini. L?Enpa, l?ente nazionale protezione animali, ieri mattina ha lanciato un appello a «chiunque abbia visto qualcosa» di rivolgersi alle forze d?ordine per identificare il responsabile: «È un fatto raccapricciante, il colpevole rischia un anno e mezzo di carcere e speriamo che sconti tutta la pena», commenta Claudio Locuratolo, responsabile delle guardie zoofile dell?Enpa. Protesta e chiede alle forze dell?ordine di rintracciare il colpevole Gianluca Felicetti della Lega antivivisezione. Mentre Monica Cirinnà, delegata del sindaco per i diritti degli animali, ha annunciato di volersi costituire parte civile al processo. Ester Palma