[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il Messaggero 29.4.05



cati at cuccefelici.com
www.cuccefelici.com
Roma
Vecchio cane condominale

IL VECCHIO pastore tedesco Rocco saliva faticosamnte le scale di casa, affiancato e confortato da Marcello, il suo padrone. - Vòi fa' na pausa, Rocco? Daje, fermamose un momento, intanto chi ce core dietro? Ma, un passo dopo l'altro, la testa china e la lingua un po' di fuori, Rocco andava avanti. Erano al terzo piano e dovevano arrivare al sesto, quando si aprì una porta e comparve Guglielmo che guardò Rocco con occhio compassionevole. - Pora bestia - disse - Nun jela fa più. - Ebbè, cià quasi vent'anni - confermò Marcello - Pe' un cane, so' tanti, eppoi lui è pesante e cià puro er mar de core. Ma tocca uscì pe' forza, sinnò andove sporca? - Vole che je pijo na bacinella d'acqua? - offrì Guglielmo, mentre Rocco imboccava la successiva rampa di scale - Ma lo facci salì in ascenzore, scusi. - Protesteno - si giustificò Marcello allargando le braccia - Ce sta chi nun vole er cane in ascenzore. - Si, ce lo so, è quella cicciona der seconno piano. Ammazzela quant'è cattiva. Ma, je dico na cosa: lei ce lo fa salì lo stesso e tanti saluti. - Pe' carità! Ma l'ha mai intesa come strilla? - Perché è isterica, ma lei se ne freghi. Si me dice che er cane suo cià puro er mar de core, scusi. - Si ma lei m'arinfaccia er regolamento condominiale che vieta l'accesso alli cani in ascenzore. - Un corno! Mica è condomina solo la cicciona de merda: so' condomino puro io e è condomino puro lei, perciò, tanto pe' comincià stamo due a uno. E badi che anche l'artri so' d'accordo, perché Rocco è er cane de tutti, pe' quanto è bravo. Marcello si mise un dito davanti alle labbra. - Parli più piano, sor Gujè, ché quella sente e ce fa na scenata. Cercamo de evità, dico io, no? - Quella annerebbe denunciata e condannata pe' martrattamenti all'animali - affermò Guglielmo - Come sarebbe che nun vole un cane vecchio in ascenzore? Un cane puro cardiopatico? E io nun ce vojo lei, sta cicciona puzzolente. - Zitto, la prego, ché quella sente e io me so' stufato de litigacce. Dice che Rocco j'ha sporcato er zerbino davanti alla porta sua, ma è na calunnia. Un lampo di perfidia accese lo sguardo di Guglielmo. - E lei jelo facci sporcà, no? - suggerì con un sorrisetto cattivo - Lei porta Rocco sur zerbino de madama e je dice de cacacce sopra. Rocco è intelliggentissimo. - Troppo civile, Rocco, pe' fa' na cosa der genere. - Era mejo si era meno civile - osservò Guglielmo - Si era incivile, prima je cacava sur zerbino, alla cicciona, poi je dava puro un gran mozzico sulle chiappe de merda. Perché nun è giusto - continuò infervorandosi - anzi è immorale che sta stronza lo costringe a fasse le scale a piedi, vecchio com'è e puro malato. Marcello ringraziò della solidarietà con un mesto sorriso e riprese a salire appresso a Rocco che penosamente era quasi arrivato a destinazione. Quella notte, Rocco morì, ma il giorno dopo la cicciona trovò merda sul suo zerbino. Naturalmente, era stato Guglielmo e forse a nome di tutto il condominio. Giancarlo Del Re
Abruzzo
Due fucilate ad un cavallo
L?insolito episodio è avvenuto in contrada Capracchia
NOTARESCO - Un grave ?avvertimento? a tarda sera: dalla cima della collina due colpi di fucile contro il cavallo. Il quadrupede, un castrone baio di 20 anni, continuava la sua corsa in discesa, malgrado presentasse sul fianco sinistro vistose ferite dalle quali fuoriusciva abbondante sangue. L?episodio è avvenuto in contrada Capracchia. Il proprietario della tenuta agricola, G.P., residente a Castellalto, avvertito dalla moglie e dai suoi due figli, si era portato incontro all?animale per constatarne le condizioni. D?urgenza veniva chiamato pure il veterinario. Dalle ferite, riscontrate nella parte laterale sinistra, dalla quinta costola sino alla fine della coscia e sulla groppa, il medico riusciva ad estrarre circa sessanta pallini, rinviando la determinazione della prognosi ad una successiva visita. L?episodio veniva, intanto, denunciato ai carabinieri della stazione di Notaresco e veniva sporta querela nei confronti di un confinante. I motivi, infatti, sarebbero dovuti a contrasti su alcuni confini di proprietà. Immediate le indagine avviate dai militari dell?Arma. F.D.I.