[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

RANDAGISMO: COMUNE CAMPOBASSO APPROVA MOZIONE MINORANZE



www.animalieanimali.it
info at animalieanimali.it

(Interventi sul campo)
RANDAGISMO: COMUNE CAMPOBASSO APPROVA MOZIONE MINORANZE
27 set 05
Ora dovrà essere attuata.
 

27 settembre 2005 - Approvata con 28 voti a favore, dal consiglio comunale di Campobasso, la mozione presentata dai gruppi di minoranza con cui si vuole arginare il fenomeno del randagismo in citta'.
Attraverso questo atto l'amministrazione si impegna a: verificare la possibilita' di trovare strutture di ricezione per cani in altri Comuni, anche al di fuori della regione, per ospitare gli animali in esubero presenti in citta'; farsi portavoce, presso gli organi preposti, della richiesta di potenziamento dei servizi di accalappiamento e di sterilizzazione dei cani; stipulare convenzioni con associazioni di volontariato specializzate nel settore ecologico e della tutela ambientale ed animale per la promozione di servizi volti alla vigilanza e al controllo del territorio comunale in relazione ad eventuali ingressi nella citta' di cani provenienti da altri Comuni; portare all'attenzione del Consiglio il nuovo Regolamento comunale per la tutela degli animali gia' approvato nella Commissione di pertinenza.
''La problematica ha assunto caratteri sempre piu' preoccupanti - ha ribadito oggi in consiglio, come gia' fatto nei giorni scorsi in conferenza stampa, il capogruppo dell'Udc, Francesco Pilone - solo attraverso un sano e proficuo confronto l'amministrazione puo' intervenire, con il contributo di tutte le forze politiche presenti nell'assise civica, al fine di avanzare utili osservazioni, considerazioni e, soprattutto, soluzioni''.
''La tutela della persona e il rispetto degli animali sono al centro dell'attenzione amministrativa - ha proseguito Pilone - nonostante il servizio di accalappiamento sia stato ripristinato, grazie alla collaborazione tra la Asl n. 3 Centro Molise e la Lega molisana per la difesa del cane, il fenomeno non viene arginato per una serie di fattori legati alla destinazione dei cani accalappiati in considerazione anche dell'attuale situazione dei canili comunali, gia' sequestrati dalla Guardia di Finanza per questioni di sovraffollamento, carenza dei requisiti igienici, carenza delle basilari condizioni di benessere e di sopravvivenza degli animali''.
''Sulla questione stiamo lavorando quotidianamente - ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali, Michele de Santis - ma non si puo' risolvere in pochi mesi. I cani randagi sul territorio sono circa 100 e 4 i branchi che non si riescono a controllare. La mozione approvata traccia esattamente quello che l'amministrazione intende fare, anche se esistono difficolta' oggettive dal punto di vista gestionale per risolvere la problematica''.
(ANSA)