[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

R: AVIARIA: CNR, GATTI ITALIANI NON RISCHIANO NULLA



già ma i soliti danni sulla pelle degli animali i media lo hanno già 
fatto gonfiando la notizia.
Chissà quanti imbecilli adesso 
perseguiteranno i gatto o si sbarazzeranno di loro per paura di perdere 
le loro inutili esistenze

----Messaggio originale----
Da: 
francesca at cuccefelici.com
Data: 28-feb-2006 22.22
A: "Animali Peacelink"
<animali at peacelink.it>
Ogg: AVIARIA: CNR, GATTI ITALIANI NON RISCHIANO 
NULLA

      AVIARIA: CNR, GATTI ITALIANI NON RISCHIANO NULLA 
      
ROMA - ''I gatti italiani non rischiano nulla, tanto meno quelli 
casalinghi. Dall'animale domestico non esiste nessuna segnalazione di 
veicolo per l'uomo, men che meno per i polli''. Lo ha detto 
l'immunologo del Cnr, Guido Rasi, dell'Istituto di neurobiologia e 
medicina molecolare sul caso, il primo in Europa ma non nel mondo, di 
un gatto infettato dal virus nell'isola di Ruegen in Germania. ''Non 
tutti gli animali sono sensibili al virus come per esempio i colombi e 
i passeri, volatili che sono a contatto con i nostri gatti domestici e 
che non sono sensibili all'aviaria'', ha detto Rasi. ''In Germania il 
caso riguarda un'isola e quindi la situazione ambientale e' 
completamente diversa. A livello di nostra sanita' c'e' una 
sorveglianza stretta e noi in citta' non abbiamo bisogno di nessuna 
attenzione aggiuntiva rispetto a quella messa in campo'', ha proseguito 
l'esperto appellandosi al buon senso: ''Non c'e' nessun bisogno di 
drammatizzare''. ''Il rischio per l'uomo - ha concluso Rasi - sussiste 
solo in una sovraesposizione con animali in un'ambiente altamente 
degradato a livello igienico''.