[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

SEQUESTRO DEI TRENTANOVE CANI DI CORF┘: I CUCCIOLI POTRANNO ESSERE DATI IN



SEQUESTRO DEI TRENTANOVE CANI DI CORFÙ: I CUCCIOLI POTRANNO ESSERE DATI IN
AFFIDAMENTO TEMPORANEO
Potranno essere temporaneamente affidati a famiglie disposte a accoglierli
e dare loro un tetto e un po' di affetto i cuccioli provenienti da Corfù
che erano stati sequestrati dalle Guardie zoofile dell'Enpa in provincia di
Padova perché trasportati in modo improprio dalla Grecia alla Germania. Il
sequestro probatorio è ora stato modificato in sequestro preventivo,
consentendo ai quattrozampe di uscire dal canile, se qualche famiglia vorrà
prendersene cura; ma non potranno, almeno per ora, continuare il loro 
viaggio.
I due conducenti del furgone che trasportava gli animali, due cittadini
tedeschi, sono inoltre stati indagati per maltrattamento, perché oltre a
non avere i documenti in ordine ­ mancavano alcuni microchip, oltre a
esserci alcune incongruenze nelle vaccinazioni sui passaporti degli animali
­ gli animali erano stati trovati in evidente stato di disidratazione,
oltre a essere stati stipati in scatole e contenitori assolutamente
inadeguati a un simile viaggio; a successivi controlli, i cani sono
risultati anche infestati da parassiti.
Il pubblico ministero che ha seguito dal principio la vicenda dei
trentanove cani di Corfù, Orietta Canova, ha dato un'altra prova di avere a
cuore il destino di questi animali, che ora potranno uscire dai rifugi di
Rubano, Frappiero e Presina, tutti i provincia di Padova, per essere
accolti da chi ne avrà buona cura. L'Enpa ringrazia tutti coloro che hanno
finora contribuito al buon esito di questa storia, invitando chi fosse
disposto a un affidamento temporaneo a visitare i canili del Padovano per
dare la propria disponibilità. (23 maggio) 


ENPA   Ente Nazionale Protezione Animali (Onlus)
sezione di Roma
Via Terni 42 00182 Roma
Tel. 0670307099  Fax.0670307091