[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

ACCATTONAGGIO: CIRINNA´, CONFISCATI SETTE CANI A VIA DEI GIUBBONARI



----- Original Message ----- 
From: <mpgianni at inwind.it>


              COMUNE DI ROMA
           UFFICIO DIRITTI ANIMALI
VICEPRESIDENTE VICARIO DEL CONSIGLIO
           ON. MONICA CIRINNA´

Roma, 20 Luglio 2006

COMUNICATO STAMPA

"Rivolgersi alla Muratella (tel. 06/67109550 - 349/3686973) per adottare uno
degli 800 quattro-zampe"

ACCATTONAGGIO: CIRINNA´, CONFISCATI  SETTE CANI A VIA DEI GIUBBONARI

"Sei cuccioli di circa quindici giorni con la giovane madre di piccola
taglia e di circa un anno di età sono stati sequestrati a via dei Giubbonari
dal primo gruppo della Polizia Municipale coordinato dal Comandante
Sfrezzichini. Sono stati direttamente affidati all'Ufficio Diritti Animali
del Comune di Roma, presente sul posto con il suo personale e con
l'ambulanza per il `Pet Soccorso´ e ora sono in cerca di adozione. Sono cani
di taglia molto piccola, facili ad adattarsi in appartamento, chi volesse
prenotarli a fine svezzamento, cioè a metà settembre, potrà rivolgersi al
canile della Muratella (tel. 06/67109550 - 349/3686973), dove comunque ci
sono 800 quattrozampe adottabili immediatamente, tra cuccioli, meticci di
taglia piccola, media e grande, e molti anche di razza". E´ quanto rende
noto la consigliera delegata per i Diritti degli Animali Monica Cirinnà.
"Dopo numerose segnalazioni di accattonaggio con cani a via dei Giubbonari
denunciate da cittadini all´Ufficio Diritti Animali del Campidoglio - spiega
Cirinnà - il problema è stato risolto: ringrazio i Vigili Urbani, l´area
cani dell´Ufficio Diritti Animali e i volontari dell´Associazione Canile
Porta Portese che gestiscono la struttura della Muratella. "Il regolamento
comunale sulla tutela degli animali - conclude Cirinnà - vieta
l´accattonaggio con gli stessi e ne prevede la confisca. La mamma e la sua
prole venivano usati da un uomo di origine ungherese per chiedere soldi a
passanti e turisti, molti dei quali hanno disapprovato il fatto segnalandolo
a chi di competenza. La famigliola ad oggi è ospite di una delle strutture
comunali dove sarà controllata dal punto di vista sanitario e del benessere,
si potrà così permettere alla giovane mamma di svezzare tranquillamente i
suoi cuccioli".


cell. 338/6301121