[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

I: aiuto per i camosci friulani



Ricevo e giro

a.s.

********



-----Messaggio originale-----
Da: LAC SEZIONE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA
[mailto:lacfvg at abolizionecaccia.it]
Inviato: martedì 24 ottobre 2006 19.46
Oggetto: I: aiuto per i camosci friulani



Per manifestare la propria contrarietà all'uccisione di 55 camosci con la
scusa del monitoraggio della rogna sarcoptica nel Parco regionale  delle
Dolomiti Friulane vi invito  scrivete una mail di protesta, del tenore
della seguente bozza ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
info at parcodolomitifriulane.it;presidente at regione.fvg.it;ass.agricoltura at reg
ione.fvg.it

e per chi vuole anche al gazzettino di pordenone: pordenone at gazzettino.it
Alla Direzione dell' Ente Gestore del Parco delle Dolimiti Friulane
Al Presidente della Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia Riccardo
Illy
All' Assessore all'Agricoltura del Friuli Venezia Giulia Enzo Marsilio

Ho appreso dalla stampa che anche nel Parco delle Dolomiti Friulane gli
animali non verranno lasciati in pace.

Ritengo gravissimo che in un'area ove è assolutamente preclusa per legge l'
attività venatoria venga concesso ad alcuni cacciatori "privilegiati" di
sparare ai camosci.
Ritengo, altresì del tutto inconcepibile la condanna a morte di 55 camosci
al fine di monitorare la rogna sarcoptica sugli esemplari del parco.

L'uccisione di animali sani non aiuta per nulla a debellare simili malattie
e la presenza della rogna sarcoptica  ben può essere verificata senza la
necessità di uccidere gli animali.
Si chiede pertanto  all'Ente Parco di non procedere all'inutile e orrenda
mattanza ed al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Riccardo Illy
di non rimanere inerte a guardare il compimento della strage.

Firma , luogo e data