[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Sevizie al cagnolino, solo una multa



----- Original Message -----
 

IL GIORNO
VENERDI' 27 OTTOBRE 2006
 
Sevizie al cagnolino, solo una multa
Padre e figlia di Muggiò se la cavano con 2000 euro ciascuno
 
Stefania Totaro
 
MUGGIO' (MILANO)
 
UN PINCHER nano coperto da bruciature di sigaretta e tenuto sul balcone, in una gabbia per uccelli, o in un cesto di vimini chiuso da un coperchio, dentro una pentola con avanzi di cibo, con il collare legato al guinzaglio e assicurato alla ringhiera.
Un ignobile calvario per il cagnolino, che si era concluso nel giugno del 2004 quando la polizia locale, chiamata dai vicini di casa stanchi di assistere ai tremendi abusi sull'animale, aveva allertato l'Enpa e il pincher era stato liberato dalla prigionia e dalle sevizie e consegnato al canile municipale. Per questa orribile vicenda il Tribunale di Monza ha condannato a 2000 euro di ammenda ciascuno per maltrattamento di animali i proprietari del cagnolino, un marocchino di 48 anni e la figlia 25enne.
 
IL PUBBLICO MINISTERO aveva chiesto la condanna di entrambi a 6 mesi di arresto, ma i fatti contestati risalivano a un periodo precedente alla nuova legge che ora punisce più severamente chi maltratta o abbandona gli animali. Era da quando un mese prima la famiglia marocchina si era trasferita nell'appartamento di Muggiò con il pincher nano, regalo del papà alla figlia, che i vicini di casa sentivano il cagnolino guaire, per le sigarette spente sul suo corpo e quando la padroncina lo sollevava di peso tirandolo per il guinzaglio.