[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 30/10/06



======
CACCIA
======
Cuneo: donna morta per incidente caccia
http://www.corriere.it/ultima_ora/agrnews.jsp?id=%7BAAB9AF3F-AE16-49FF-B76A-
1896E0323336%7D
SALUZZO (Cuneo) - Una donna di 52 anni e' morta a Melle, in valle Varaita,
dopo essere stata ferita da un colpo d'arma da fuoco: forse una fucilata
sparata da un cacciatore. La vittima, intorno alle 7 del mattino, e' uscita
dalla sua abitazione, in borgata Giusiani, per cercare funghi nei boschi
vicini a casa. Dopo un paio d'ore e' rientrata gridando ed e' stata soccorsa
dal figlio che, soltanto dopo averla sdraiata a letto per restarle i primi
soccorsi, si e' accorto della ferita alla spalla. Nonostante le cure
mediche, la donna e' morta dopo poche ore. (Agr)
-----
Morta per fucilata Incidente di caccia?
http://www.laprovinciadicremona.it/index.asp?id=15562&sezione=ATTUALITA&ediz
ione=20061030&EdizioneGiornale=
Saluzzo (Cuneo) - Una donna di 52 anni e' morta a Melle, in valle Varaita,
dopo essere stata ferita da un colpo d'arma da fuoco: forse una fucilata
sparata da un cacciatore. La vittima, Maria Giovanna Barbero, 52 anni, era
uscita dalla sua abitazione per cercare funghi nei boschi. Dopo un paio
d'ore e' rientrata gridando ed e' stata soccorsa dal figlio che si e'
accorto della ferita alla spalla. Nonostante le cure, la donna e' deceduta
poco dopo.
-----
Soccorso a Cupi
Cacciatore si frattura una gamba
http://www.corriereadriatico.it/articolo.aspx?varget=5349F61B989BB5611727C25
A73603865
VISSO - Attimi di paura ieri mattina nel territorio della frazione di Cupi
per un cacciatore rimasto in seguito ad una caduta in una scarpata. L'uomo,
un romano cinquantenne, si trovava insieme ad alcuni amici nell'entroterra
camerte per una battuta di caccia quando, forse per il terreno reso viscido
dalle brine notturne, e' scivolato in fondo ad un avvallamento rompendosi
una gamba. I suoi amici, erano circa le 10 del mattino, hanno cosi' chiamato
il 118 e i vigili del fuoco di Camerino che sono subito accorsi raggiungendo
con un fuoristrada il luogo dell'incidente. Il cacciatore, che no era
assolutamente in grado di risalire da solo la scarpata a causa della gamba
frattura che gli faceva anche molto male e' stato quindi soccorso e portato
dai vigili del fuoco sulla strada asfaltata dove i sanitari del 118 gli
hanno prestato le prime cure.
-----
ARCADE
Cacciatore al pronto soccorso
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Codice=3130589&Luogo
=Treviso&Pagina=1
Mattinata intensa quella di ieri per il personale del Suem. Tra i primi
interventi alle 7 circa un cacciatore ottantenne caduto dalla bicicletta ad
Arcade, mentre rientrava dalla caccia. Fortunatamente le condizioni
dell'uomo non sono gravi, ma i sanitari si sono visti costretti a
trasportare al Pronto Soccorso in ambulanza anche il fucile del cacciatore e
a trovare una sistemazione per il suo cane.
Rocambolesco anche l'intervento delle 11 sul monte Tomba. Li' era appena
precipitato un parapendio nei boschi tra i comuni di Cavaso e Alano di
Piave. L'uomo da solo e' riuscito a raggiungere, malgrado forti dolori alla
schiena, una strada sterrata, dove lo hanno trovato alcuni cacciatori che
hanno lanciato l'allarme. Sul posto l'elicottero di Treviso e l'automedica
del Suem, con a bordo 3 tecnici del Soccorso alpino della Pedemontana del
Grappa, tre i quali medico e infermiere. Dopo una perlustrazione e' stato
individuato il ferito, I.S., 41 anni, originario di Valdobbiadene, ma
residente in Belgio.
-----
Da qui, poi, il cacciatore romano e' stato accompagnato all'ospedale di
Camerino.
BRACCONAGGIO: DENUNCIATE CINQUE PERSONE PER USO DI RICHIAMI ACUSTICI
ILLEGALI NEL COSENTINO
Ai cinque uomini, colti in flagrante, sono stati sequestrati tre richiami,
due fucili calibro 20, tre fucili calibro 12 e le rispettive munizioni
http://www.corpoforestale.it/newsletter/view.asp?id=4501
30 Ottobre 2006 ? Gli agenti del Comando Stazione Forestale di Castrovillari
hanno denunciato cinque persone per uso di richiami acustici non consentito
dalla legge, nel comune di Cassano Ionio, in provincia di Cosenza. Gli
uomini, originari della provincia di Napoli e del Bresciano, erano nascosti
in alcuni capannoni avvolti da una rete mimetica e utilizzavano i richiami
elettromagnetici per attrarre le specie di volatili presenti sul territorio.
Ai cinque cacciatori, colti in flagrante, sono stati sequestrati tre
richiami, due fucili calibro 20, tre fucili calibro 12 e le rispettive
munizioni.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia - Bergamo
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it