[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 29/11/06



======
CACCIA
======
Caccia, ferito in un incidente
http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20061124&ediz=08_ABRUZZO&npag=52&fi
le=C.xml&type=STANDARD
L?AQUILA - Un incidente di caccia è avvenuto ieri a Cagnano Amiterno. P.M.,
aquilano di 37 anni, dopo una caduta accidentale è stato ferito al piede da
un colpo partito accidentalmente dal fucile
=========
COMMERCIO
=========
Cuccioli di contrabbando dall'Est
Scoperti 25 esemplari di razza in un bagagliaio. Ora sono in canile a
Tolmezzo
Tarvisio
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Udine&Codice=3
170729&Pagina=PROVINCIA
Venticinque cuccioli di razze pregiate (tra cui cocker, pincer nani, beagle,
carlini), non ancora svezzati e con pochi giorni di vita (tra i 15 e 35),
sono stati scoperti nel bagagliaio di un'auto dai finanzieri della Compagnia
di Tarvisio, impegnati in un posto di blocco anticontrabbando. Invece di
sigarette o merci contraffatte, un trafficante di nazionalità ceca
trasportava un cuccioli senza alcun documento sanitario obbligatorio,
tatuaggio o microchip ed in precarie e gravi condizioni igieniche di
trasporto. I cuccioli viaggiavano ammassati senza acqua, senza cibo, stipati
all'inverosimile in ceste e gabbiette di plastica che impedivano loro ogni
movimento, visibilmente sofferenti anche per l'insufficiente areazione ed il
lungo viaggio già affrontato.
I finanzieri hanno fatto intervenire un veterinario del servizio sanitario,
che ha provveduto alle prime cure del caso e, con il costante coordinamento
della Procura di Tolmezzo, dopo aver sequestrato e sottratto i cuccioli al
trasportatore, li hanno affidati al canile comprensoriale di Tolmezzo, che
li ospita in attesa delle decisioni di competenza dell'autorità giudiziaria.
Il contrabbandiere di cuccioli è stato denunciato a piede libero ed, in
virtù del recente inasprimento delle pene previste per i delitti commessi
contro gli animali, dovrà rispondere davanti ai giudici di Tolmezzo del
reato di maltrattamento di animali, che prevede una reclusione fino ad un
anno e una multa fino a 15.000 euro.
Il fenomeno del traffico di cuccioli determina l'ingresso in forma illegale
di animali acquistati a bassissimo prezzo nelle regioni orientali
dell'Europa, immettendo spesso "in nero" cuccioli sul mercato nazionale, a
prezzi inferiori rispetto a quelli praticati dagli allevatori nazionali che
si trovano di fronte ad una concorrenza illecita. Gli animali sono muniti di
false certificazioni che attestano trattamenti vaccinali e di profilassi mai
eseguiti, sono poi rivenduti all'interno del territorio nazionale, con
riverberi fiscali illeciti di non poco conto.
Le condizioni di salute dei cuccioli degenerano peraltro presto e, molto
spesso, un forte numero di questi animali muore in pochi giorni, vittima di
pericolose patologie virali. Infatti i cuccioli vengono importati intorno ai
30-35 giorni di età, perché a 40 giorni (età in cui risultano più
"appetibili" per il cliente, soprattutto nel periodo di Natale) devono già
essere in vetrina. Questo significa che non possono essere vaccinati (la
prima vaccinazione non si può effettuare prima dei 50 giorni, perché non
avrebbe alcun effetto, essendo ancora in circolo gli anticorpi materni).
Inoltre, a questa età, il sistema immunitario del cucciolo non è ancora
completamente sviluppato: quindi, i cani non hanno letteralmente difese
contro gli agenti patogeni. A tale fenomeno criminale, si può così anche
accompagnare una recrudescenza della diffusione di malattie che erano ormai
praticamente scomparse dal panorama cinofilo italiano, come il cimurro.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia - Bergamo
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it