[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 17/12/06



======
CACCIA
======
Polizia provinciale: bilancio di fine anno dell?attività contro il
bracconaggio
ASCOLI PICENO - Nei giorni scorsi è stato arrestato un uomo che praticava la
cosiddetta ?uccellagione?, cioè una cattura di massa di qualsiasi tipo di
volatile
http://www.quotidiano.net
A pochi giorni dalla chiusura della caccia alla più comune selvaggina
stanziale (lepre, coniglio, pernice, starna e fagiano), il comando della
Polizia provinciale mette a segno alcuni importanti interventi a difesa
della fauna locale. Le operazioni di sorveglianza contro l?attività di
bracconaggio fanno parte dei tanti compiti del corpo che ricopre una serie
di mansioni relative agli ambiti della caccia, pesca, raccolta funghi e
tartufi ma anche ordine pubblico, viabilità ed in genere tutte le violazioni
di legge che possono essere commesse. Una figura quindi che si qualifica in
maniera ben più ampia rispetto alla vecchia ?guardia ittico-venatoria? e che
spesso funge da ausilio alle altre forze dell?ordine.Nei periodi di caccia
la Polizia è naturalmente impegnata maggiormente nella repressione del
fenomeno del bracconaggio e proprio in questi giorni, grazie ad un lungo
appostamento, gli agenti hanno tratto in arresto un uomo che, dopo aver
fissato al terreno una fitta rete alta quattro metri e lunga otto, praticava
la cosiddetta ?uccellagione?, cioè una cattura di massa senza alcuna
distinzione di qualsiasi tipo di volatile. La legge naturalmente vieta
questa tecnica di cattura indiscriminata (se non a scopo scientifico) che
permette ai bracconieri di catturare fino a 50 esemplari al giorno e punisce
il reato con l?arresto fino ad un anno e con un ammenda che può superare i
2.000 euro.?La caccia abusiva è purtroppo un fenomeno in espansione -
sottolinea il coordinatore della Polizia provinciale Corrado Girolami - e va
represso duramente per restituire ai cacciatori la stima che si sono
guadagnati negli anni proprio grazie al loro rispetto per gli animali e per
il territorio?.La cattura illecita degli animali trova alleati anche nella
tecnologia: per intercettare gli stormi di quaglie che tra settembre ed
ottobre migrano verso luoghi più caldi, alcune persone senza scrupoli non
esitano ad utilizzare richiami acustici ?a funzionamento meccanico,
elettromeccanico o elettromagnetico?. E? un comportamento che viene
sanzionato penalmente se contemporaneo all?uso di fucili o reti. Contro
questa tecnica gli agenti eseguono pattugliamenti notturni durante i mesi di
migrazione arrivando a confiscare oltre 100 apparecchiature ogni stagione
nonostante gli espedienti che i cacciatori di frodo mettono in atto per
impedire la rimozione dei loro apparecchi (catene, cemento, pesi). Visti i
continui sequestri i bracconieri hanno cominciato a costruire
apparecchiature di richiamo ?artigianali? sfruttando vecchie batterie di
camion, autoradio e piccoli altoparlanti, sigillando il tutto dentro secchi
o vecchie cassette per gli attrezzi.?L?utilizzo di richiami elettronici è
vietato perché antisportivo ? ha dichiarato il dirigente del servizio
Risorse Naturali Loredana Borraccini ? i nostri agenti fanno servizio fino
all?alba per individuare e requisire i richiami elettronici che sono in
funzione solo di notte e quindi scoraggiare questo comportamento?. ?Sono 18
gli uomini di cui disponiamo ? ha evidenziato il dirigente del settore
Sicurezza e polizia locale Domenico Vagnoni ? grazie al loro lavoro vengono
protette le zone di ripopolamento fondamentali per l?equilibrio del nostro
ecosistema?.Per segnalare bracconieri o per altre esigenze i cittadini
possono rivolgersi alla Polizia provinciale 24 ore su 24: sono infatti
sempre reperibili 2 coppie di agenti, una per la Zona AP1 (quella a nord
dell?Aso, all?incirca corrispondente al Fermano) raggiungibile ai numeri
339.5917317 e 339.5917276, e una per la Zona AP2 (quella a sud dell?Aso, all
?incirca corrispondente all?Ascolano) raggiungibile ai numeri 339.5744966 e
339.5744980.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia - Bergamo
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it