[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: R: [animalisti] Peter Singer approva la vivisezione



Ciqo Qndreq/

Ops, volevo dire Ciao Andrea! (ho usato la tastiera americana!!!)

Sì hai ragione, Regan dice che ci sono solide ragioni per attribuire diritti ai mammiferi maggiori di un anno e lascia aperta l'ipotesi per gli altri animali non umani. Se durante la discussione ho lasciato intendere l'interpretazione restrittiva, è stato un errore dovuto alla fretta! Grazie per il lavoro che hai fatto sui testi, è molto utile.

A presto,
Agnese


Andrea Argenton ha scritto:

Parlando di Singer si era finiti poi con il parlare anche di Tom Regan, e in
particolare del fatto che attribuisse diritti "solo" ai mammiferi maggiori
di un anno, oppure "almeno" ai mammiferi maggiori di un anno.  A me a suo
tempo la lettura dei testi di Regan aveva dato l'impressione di avvalorare
la seconda ipotesi, e sfruttando il tempo libero concesso dal periodo di
fine anno ho ripescato un pò di sue affermazioni che (a me) parrebbero
confermare questa tesi:

"Vengono ragionevolmente considerati coscienti i membri di molte specie
animali e tra questi, in particolare, i membri di tutte le specie di
mammiferi".

"Ebbene, tenuto conto (omissis) che i mammiferi sono gli animali più simili
a noi (omissis) è ragionevole concludere che i mammiferi sono parimenti
dotati di coscienza.  Questo non significa che possano essere coscienti solo
quegli animali che sono più simili a noi dal punto di vista anatomico e
fisiologico, bensì che questi sono gli animali per i quali l'attribuzione
della coscienza è meglio fondata".

"Stabilire dove vada tracciata la linea divisoria che delimita la presenza
della coscienza è problema tutt'altro che facile: ma la franca ammissione
della nostra incertezza non dovrebbe paralizzare il nostro giudizio in ogni
caso.  Noi non siamo in grado di dire esattamente che statura o che età
dovrebbe avere una persona per essere, rispettivamente, alta o vecchia, ma
da ciò non segue che non siamo in grado di riconoscere che certe persone
sono alte o vecchie.  La nostra ignoranza sui confusi confini dell'ambito
entro il quale va attribuita la coscienza non è una ragione per astenerci
dall'attribuirla agli umani e a quegli animali che sono più simili a
noi...".

(I diritti animali, Garzanti 1990, pag, 58-59)

"Tutti i filosofi che si sono occupati di recente dei fondamenti morali
delle nostre relazioni con gli animali accetterebbero questa distinzione tra
doveri diretti e indiretti.  Inoltre, molti di questi stessi filosofi
accetterebbero la concezione che prevede che siano riconosciuti (almeno) per
tutti i mammiferi dei doveri diretti".

"Esattamente come un bambino (o anche un adulto) può essere, e spesso è,
danneggiato o beneficiato direttamente da quello che gli viene fatto,
intendendo le parole danno e beneficio come contributo rispettivamente
negativo e positivo verso la qualità dell'esistenza della vita
dell'individuo in questione, così ogni persona istruita accetta che sia
applicabile lo stesso concetto a tutti i mammiferi, almeno".

(La mia lotta per i diritti animali, Edizioni Cosmopolis 2005, pag.
167-168).

A. A.


--
Mailing list Animalisti dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://www.peacelink.it/webgate/animali/maillist.html
Area tematica collegata: http://italy.peacelink.org/animali
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://www.peacelink.it/associazione/html/policy_generale.html





--
Agnese Pignataro
http://www.benio.it/
http://www.liberazioni.org/