[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: una modesta proposta...



 
----- Original Message -----
Sent: Sunday, December 31, 2006 10:24 AM
Subject: Fw: una modesta proposta...

 
----- Original Message -----
Sent: Saturday, December 30, 2006 3:11 PM
Subject: una modesta proposta...

Cari Amici dell'ADDA, ADE, ARPAD,L.A. Protezione Animali; LAV,
ho appreso che il Comune di Napoli ha acceso convenzioni col canile "Il Cucciolo" di Giugliano e col canile "S.D." di Castelvolturno. Nel primo sarebbero dovuti andare i cani di Vigliena (circa 80), perchè si era verificato il bisogno di vuotare la struttura in cui stavano: si trattava quindi di un fatto contingente e urgente. Per fortuna (sempre lode a chi ha provveduto) i cani sono stati spostati e il pericolo è stato scongiurato. Resta il fatto che il Comune, a detta del Sig. Luglio (Uff. Diritti Animali, continuo a chiamarlo così per brevità), vi ha inviato 7/8 ( 7-8, non 78 ) cani che doveva "assolutamente" togliere dalla strada. La convenzione col Cucciolo, quindi, dovrebbe essere eccezionale. Viceversa quella col canile S.D. è una di quelle definitive, come per Buonocore, Arpad e Mezzadri, per la quale ci sarebbe voluta l'ispezione della Commissione con un membro nominato dalle associazioni della Consulta, il che non è stato. Da una parte c'è stato l'errore del Comune (potremmo chiedere l'invalidazione della convenzione), dall'altra c'è stata l'apatia delle associazioni che non considerano che le leggi (e le regole, norme, ecc.) vanno fatte funzionare, altrimenti cadono in disuso. Tutto questo, che è democrazia, per qualcuno è "politica", e come tale va evitata. La conclusione? Avevamo ottenuto un diritto e abbiamo fatto in modo che lo calpestassero. Adesso il problema è se vogliamo riprendere il discorso di partecipare, come Consulta, alla gestione delle problematiche animaliste o deleghiamo tutto all'ufficio Tutela Diritti e Benessere Animali (ecco, così si chiama) e alla ASL. Fermo restando che ciascuna associazione si rapporta singolarmente con le istituzioni. Della Consulta facevano parte anche l'Ass. Cinofila di Buonocore, la Lega del Cane, l'ARIS, la LIPU e un altro paio, perchè ricordo che eravamo 11; invio la presente a quelle di cui ho potuto avere la mail. Se pensate che sia positivo riprendere il discorso, continuate Voi con la seconda puntata: la LAC certamente Vi seguirà.
MISCELLANEA:
1)Dopo numerose sollecitazioni (sono stata definita "un tarlo"), Repubblica riprenderà la rubrica sugli animali, nella prima o seconda settimana di gennaio; ho chiesto che ci si ricordasse che gli animali non si limitano ai cani e gatti e qualche altro "usato" per compagnia. Vedremo che taglio verrà dato; 2) il 17 febbraio, alle 18, nella libreria Edicolè di piazza Municipio,5 (di spalle all'ingresso del Comune, sulla destra) la LAC ha organizzato una conferenza sulla pet therapy e pet c.a.r.e.. relatori saranno veterinari ASL e non, uno psicologo, un avvocato e l'assessore alle politiche sociali (più probabilmente un suo delegato); 3) non è vero che col vecchio art. 727 non si potevano condannare i maltrattamenti nei macelli: la LAC ottenne l'ammenda (ammenda, non multa, comminata quindi dal Tribunale Penale) di un paio di centinaia di mila lire al direttore del macello di Battipaglia, perchè non effettuava l'abbattimento eutanasico. Certo, una miseria di fronte a tanta sofferenza, ma adesso non c'è nemmeno quella, ma una semplice sanzione amministrativa, a livello di multa per sosta vietata.  Last but not least: AUGURI DI BUON ANNO ( o almeno meno schifoso di quello che sta finendo). Mirella de Simone