[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 24/01/07



======
CACCIA
======
Sorpreso a Monte Arrubiu Bracconiere bloccato dai ranger nel parco
http://www.unionesarda.it
Per andare a caccia di frodo aveva scelto addirittura l?oasi di protezione
faunistica di Monte Arrubiu a Soleminis. Alessandro Lai, 30 anni, nato a
Serdiana e residente a Dolianova, lunedì nel tardo pomeriggio, quasi all?
imbrunire, non aveva ancora cominciato a sparare quando è stato fermato
dagli uomini del corpo forestale e di vigilanza ambientale. L?arresto è
avvenuto in flagranza di reato: Lai aveva addosso un fucile con la matricola
abrasa.
Nello zaino in spalla anche diciotto cartucce, di cui dodici caricate a
pallettoni, e otto per pistola a calibro 38. La successiva mossa degli
investigatori è stata la perquisizione nella sua abitazione, a Dolianova: in
uno sgabuzzino erano conservate numerose reti per uccellagione e selvaggina.
Alessandro Lai è stato condotto immediatamente nel carcere cagliaritano di
Buoncammino, a disposizione del sostituto procuratore Andrea Massidda.
Ieri il Tribunale di Cagliari ha convalidato l?arresto ma non ha concesso al
presunto bracconiere gli arresti domiciliari. In virtù dei precedenti
penali, Lai è rimasto in carcere.
L?arresto di Alessandro Lai è soltanto l?ultimo intervento del corpo
forestale, che in tutto il territorio sardo è organizzato in sedici reparti
legati ad altrettante stazioni a presidio dei territori più impervi e
suggestivi della regione.
In tutto il 2006 sono stati segnalati alle varie Procure della Repubblica
presso i Tribunali della Sardegna settantadue notizie di reato per reati
venatori (bracconaggio e uccellagione) e per possesso illegale di armi ,
munizioni ed esplosivi. Novantasei le persone denunciate in stato di
libertà, tra cui trentasei nel Basso Sulcis e nella Sarrabus.
===========
ALLEVAMENTO
===========
AVIARIA/ OCHE MUOIONO IN UNGHERIA, SI SOSPETTA INFLUENZA
Quasi 5mila uccelli verranno soppressi
http://notizie.alice.it/notizie/search/index.html?filter=foglia&nsid=1231565
9&mod=foglia
Budapest, 23 gen. (AP-APCom) - Le carcasse di diverse oche, che si sospetta
siano morte per l'influenza aviaria, sono state rinvenute in un allevamento
della regione di Csongrad, in Ungheria sudorientale. Lo scrive l'agenzia di
stampa magiara MTI.
Circa 30-40 esemplari, alcuni dei quali sono morti, presentavano problemi di
natura neurologica. 1.600 delle oche dell'allevamento sono state soppresse e
altre 3.300 seguiranno la stessa sorte in giornata.
Il capo veterinario Miklos Suth ha reso noto che campioni delle oche saranno
inviate presso il laboratorio dell'Unione europea di Weybridge, in
Inghilterra, dove verranno effettuati i test. I risultati dovrebbero essere
disponibili in due tre giorni, in caso di positività, e in più di due
settimane, se risulteranno negativi.
Secondo quanto hanno riferito a Suth gli addetti dell'allevamento, le oche
potrebbero essere state contagiate dalle anitre selvatiche d'un vicino corso
d'acqua.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it