[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 18/03/07



======
CACCIA
======
Caccia al cinghiale, Castelli polemizza
http://www.corriereadriatico.it/articolo.aspx?varget=D3ED2DE16F1284C148A5450
0ABFD646C
ACQUASANTA TERME - ?Sono più di mille gli appassionati che in provincia di
Ascoli si dedicano alla caccia al cinghiale, una specie animale in
soprannumero che arreca gravi danni alle colture agricole e che dunque
meriterebbe di essere oggetto di una sostanziosa politica venatoria?. Inizia
così l?interpellanza di Guido Castelli al presidente della Regione Spacca.
?La Regione, a dispetto di tutto ciò, ha introdotto recentemente delle norme
che invece condizioneranno pesantemente l?attività di ?cinghialai?. In 12
aree classificate nella nostra provincia come Zps e Sic dal 17 settembre al
31 dicembre, sarà vietata la caccia ?in braccata? o in battuta mentre nel
successivo mese di gennaio vi sarà possibile esclusivamente esercitare la
caccia di appostamento. Queste limitazioni non si fermano al cinghiale. Si è
voluto prescrivere anche il divieto dell?uso di pallini di piombo nelle zone
umide e lungo i corsi d?acqua. E? stata tolta dall?elenco delle specie
cacciabili la ?moretta? e dalla prossima stagione sarà possibile cacciare
solo con l?ausilio di cartucce con bossoli di cartone. Insomma, una vera e
propria vessazione contro la quale è necessario che il mondo venatorio ed
agricolo alzi la propria protesta?.
==============
MALTRATTAMENTI
==============
Spara al cane perché troppo aggressivo
Ha ucciso il suo «lupo» nel cortile di casa Denunciato un pensionato di
Pergolese
http://www.ladige.it/giornale_online/giornale_articolo.php?id_pagina=22818&p
agina=23&versione=testuale&zoom=&id_articolo=118459
Un cane troppo aggressivo e un padrone che - temendo di non essere in grado
di correggerne il carattere - lo uccide con un colpo di pistola. Stanno
indagando i carabinieri su quanto avvenuto venerdì pomeriggio a Pergolese,
frazione di Lasino, sull'episodio che ha allarmato alcuni abitanti: gli
spari, verso le 13.30, sono stati avvertiti dai vicini di casa, che hanno
subito chiamato il «112». I carabinieri di Lasino, intervenuti per
verificare cosa stesse accadendo all'interno del cortile adiacente alla
piazza, hanno presto scoperto la verità. È stato lo stesso proprietario del
cane a spiegare ai militari di aver ucciso il suo pastore tedesco, temendo
di non essere in grado di controllarne l'indole aggressiva. Qualche giorno
prima l'animale, un bell'esemplare di pastore tedesco di tre anni, avrebbe
morso una persona senza motivi apparenti. Cosa fare? Se l'è chiesto più
volte l'uomo, un sessantenne in pensione. Venerdì, forse esasperato, ha
preso la pistola che deteneva legalmente, e ha sparato. Un gesto terribile e
crudele. Sentendo i colpi, i vicini si sono preoccupati e hanno avvisato i
carabinieri. Il pensionato, che non ha mai avuto alcun problema con la
giustizia, è stato denunciato per l'uccisione dell'animale, per porto
abusivo d'armi, detenzione abusiva di munizioni, accensione di esplosioni
pericolose (ossia l'aver fatto uso di un'arma in un centro abitato). Il
corpo dell'animale, sepolto in giardino, è stato recuperato dai vigili del
fuoco di Lasino e portato al servizio veterinario di Trento per
accertamenti. Si dovrà verificare se il cane soffrisse di particolari
patologie. L'uomo avrebbe agito d'istinto, inconsciamente, ignorando i guai
a cui sarebbe andato incontro. Eppure bastava una telefonata al veterinario
o a qualche associazione che tutela gli animali per sapere che certi
comportamenti aggressivi dell'animale, a meno che non siano patologici,
possono essere corretti; si sarebbe così evitata l'esecuzione di un cane
giovane e vivace. M. Vi.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it