[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 20/05/07



======
CACCIA
======
Al «Caproni» assemblea dell'associazione presieduta da Sandro Flaim
Doppiette a caccia di giovani
Premiati 86 con 50 anni di attività, poco ricambio
http://www.ladige.it/giornale_online/giornale_articolo.php?id_pagina=25939&p
agina=23&versione=testuale&zoom=&id_articolo=134841
Cacciatori a un bivio, tra valori antichi e cultura moderna, alla ricerca di
una immagine positiva e condivisa. In assemblea ieri al «Caproni» di Trento,
i cacciatori difendono la loro funzione: «Siamo noi i gestori del patrimonio
faunistico, i riequilibratori degli equilibri naturali, i giardinieri della
montagna», sostiene il presidente Sandro Flaim . I problemi sul tappeto sono
tanti, dalla riduzione della popolazione del capriolo al rischio epidemie di
rabbia e rogna. Ma anche una cultura diversa, di matrice urbana, che slega
il cacciatore dalla comunità e lo porta a condividere esperienze sempre più
consumistiche sulla caccia. «I cacciatori sono rimasti fermi troppo a
lungo - avverte Rino Masera , già presidente dell'Uncza -. Credevamo che la
caccia fosse solo nostra, e ci siamo trovati con le specie decimate
dall'alterazione degli habitat dovuti all'abbandono della montagna e dei
campi. I giovani non hanno appreso la cultura del limite, che guidava le
vecchie comunità di cacciatori. Si comportano come al supermercato, pago e
quindi voglio portare qualcosa a casa, senza preoccuparsi d'altro». Il
passaggio intergenerazionale ha pagato anche sul fronte degli iscritti,
sempre meno tra i giovani. «Per tanti motivi: esami, costi. Ma soprattutto
perché manca l'etica dei padri. Restano i vecchi, finché tiene la salute».
Per Masera i cacciatori devono ritrovare l'appoggio e il rispetto della
popolazione anche per combattere contro le Zps, zone di esclusione della
caccia, in via di definizione in Provincia. Parla di cultura della caccia
don Vittorio Cristelli , direttore de «Il Cacciatore Trentino», che inizia
dal significato delle medaglie d'oro, conferite ieri a 86 cacciatori con 50
anni d'esercizio. «Oltre che un certificato di vecchiaia - inizia
scherzando - significano benemerenza, abilità, esperienza. E l'obbligo di
raccontare come veniva vissuta dalla comunità la consuetudine della caccia.
Ora la caccia è cambiata. Il rischio per i cacciatori anziani è di apparire
ripetitivi e brontoloni. Che guardano solo al passato e mai al presente. Il
vantaggio è che da anziani si è più liberi, meno legati al guadagno o agli
interessi e senza fregola di apparire i più bravi. La conquista è guardare
al futuro instaurando con i giovani un rapporto creativo». La complessa
attività gestionale ha portato l'associazione cacciatori a produrre un Dvd
«Oltre la caccia» per fornire informazioni corrette sul ruolo svolto dai
cacciatori in Trentino. Nell'attesa che venga istituito il Museo della
Caccia, già da tempo chiesto alla Provincia. Al termine dell'assemblea sono
stati premiati inoltre i due più giovani cacciatori: Debora Lageder , classe
1987, di Lasino ed Emanuele Springhetti , classe 1988, di Cavareno. Livio
Pifferi , Elio Depaoli e Remo Vescovi sono stati insigniti del titolo
nazionale «Cacciatore emerito» per meriti culturali. Medaglie d'oro per 50
anni di attività venatoria a 86 cacciatori: Deimichei Nello, Ala; Foladori
Lino, Aldeno; Lutterotti Giuliano, Arco; Zanoni Gianni, idem; Pedri Bruno,
Beseno; Bellotti Carlo, Bleggio Superiore; Caresani Roberto, idem; Bonazza
Franco, Breguzzo; Todeschini Emilio, idem; Anselmi Luigi, Brez; Bernard
Luigi, Campitello; Martinelli Pio, Centa San Nicolò; Linardi Virginio,
Cimone; Lunelli Luciano, Civezzano; Lorenzoni Fabio, Cles; Moser Giovanni,
Commezzadura; Butterini Ottavio, Condino; Angeli Martino, Croviana; Dalpez
Arrigo, Croviana; Zucchelli Franco, Fai; Zanini Geremia, Fiavé; Dolzani
Celeste, Flavon; Muraro Franco, Folgaria; Plotegher Giorgio, idem; Mosaner
Guido, Giovo; Franch Fausto, idem; Pavanelli Eddo, Giustino Massimeno;
Gasperini Pietro, Grigno; Simeoni Lino, Grumes; Pallaver Illuminato, Imer;
Eccher Alfonso, Mezzana; Calovi Aldo, Mezzocorona; Battaiola Olivo,
Monclassico; Gosetti Felice, idem; Beltrami Remo, Mori Pannone; Manfredi
Tullio, idem; Vianini Guglielmo, id.; Menegatti Pio, Nago; Parisi Natale,
idem; Stringari Remo, Nanno; Cestele Claudio, Novaledo; Merigo Gianfausto,
Pellizzano; Gentilini Silvio, idem; Ferretti Giulio, Pieve di Bono; Ziliani
Riccardo, idem; Barbolini Lino, Pozza; Furlani Lino, Primiero; Giovanella
Giovanni, Ragoli; Pretti Roberto, idem; Rossi Renato, Revò; Flaim Sergio,
idem; Dalpiaz Giuseppe, id.; Fellin Paolo, id.; Omezzoli Renzo, Riva;
Bottesi Gianni, idem; Delaini Antonio, id.; Zucchelli Roberto, id.; Ganarin
Angelo, Ronchi Valsugana; Zurlo Mario, idem; Martinelli Rinaldo, Ronzo;
Mazzucchi Renato, idem; Cristanelli Giorgio, Ronzone; Dalbosco Mario,
Rovereto; Manfredi Lino, idem; Lucchi Giuseppe, Taio; Benini Gino, Tenno;
Mattuzzi Luciano, Terragnolo; Stedile Luigi, idem; Rovro Armando, id.;
Peterlini Paolo, id.; Battocchi Franco, Tione; Failoni Alcide, idem;
Pedretti Silvio, id.; Chiodega Paolino, id.; Cova Carmelo, Ton; Bazzanella
Marcello, Trento Est; Furlani Mario, idem; Marchel Diego, id.; Segatta
Carlo, id.; Dallapiccola Augusto, Trento Nord; Delibori Galeazzo, Trento
Ovest; Dalprà Valerio; Trento Sud; Cainelli Tullio, Volano; Frizzera Pio,
idem; Raffaelli Rino, id.; Casotti Ezio, Zambana. I.V.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it