[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 28/05/07



======
CACCIA
======
CATANIA: LITIGA CON VICINI E SPARA CON FUCILE DA CACCIA
http://www.nsd.it/frontpage/Itemid,1/
Catania, 28 mag. - (Adnkronos) - E' accusato di tentato omicidio il
pensionato 75enne che ieri ha sparato con un fucile da caccia al culmine di
una lite con alcuni vicini A Giarre, in provincia di Catania. L'uomo, S.T.,
e' stato posto in stato di fermo dai carabinieri. Dopo un'accesa discussione
con i vicini di casa ha imbracciato un fucile da caccia sparando piu' volte
e ferendo in maniera lieve due persone.
=========
COMMERCIO
=========
Volatili salvati
http://www.laprovinciadicremona.it
Acquanegra s/C (MN)  Sequestro di 30 volatili fra pappagalli, merli,
gropponi, gazze ladre nonchi di 44 conigli, da parte dei carabinieri di
Acquanegra coadiuvati dalle Guardie Ecozoofile di Mantova. Gli animali si
trovavano nella casa di L.V., pensionato 59enne, in spazi inadeguati. Luomo
è stato denunciato per maltrattamento e detenzione di specie non consentite.
=====
SAGRE
=====
Festa come da copione e ritorno (parziale) alla tradizione per la Palombella
DAVIDE POMPEI
http://www.orvietonews.it
Orvieto - Muti di fronte alla malvagità umana, come recitava un loro
cartello. Imbavagliati di nero o con un becco finto, così da provare la
medesima silenziosa impotenza che sente il loro amato volatile. Confinati
ancora più a margine della piazza, sotto le arcate del Museo Greco,
limitandosi al massimo a divulgare, coraggiosamente, qua e là qualche
volantino polemico. Gli animalisti hanno osservato così l'edizione di
quest'anno della festa orvietana che, tra folklore e fede, apre il lungo
mese medioevale. Gioco antico e collaudato, quello delle parti disaccordi.
Storia vecchia e stanca, questa della Palombella, che dopo i mediocri
compromessi architettati lo scorso anno, è tornata a far esplodere, seppur
in forma ridotta, i mortaretti sul sagrato del duomo.
Piazza affollata, ma nella norma. Applausi scroscianti e palloncini che
fuggono, come da consuetudine, in un cielo per la verità assai poco
primaverile. Terrazza dell'ex ospedale piena di studenti stranieri, banda
musicale che intrattiene con incalzanti marcette, in attesa delle fatidiche
ore dodici. Il vescovo che, terminata la celebrazione della Cresima, si
affretta veloce tra tamburini, trombettieri e popolani in costume, per
andare a sventolare il fazzoletto bianco dal balcone del Palazzo dell'Opera
e dare così il via alla discesa della raggiera dalla Chiesa di San Francesco
fino al Cenacolo posto sul sagrato della remota cattedrale. E poi, lei.
(In)discussa protagonista, che scende sulla piazza nel suo tubo di
plexiglass per essere regalata alla giovane coppia di sposi novelli, che
quest'anno portano volto e nome di Donatella Di Mario e Fabio Frizzi (nella
foto), marito e moglie dal marzo scorso. Onorati e stupiti al tempo stesso
di essere i destinatari del significativo compito, hanno assicurato di
prendersi cura dell'animale nell'apposita voliera che l'attende nella loro
residenza di Corbara. Regolare svolgimento e garbata soddisfazione da parte
degli organizzatori, insomma, per una festa di Pentecoste che si rinnova nel
segno della tradizione e di un'identità culturale messa in discussione, ma
che ne esce forse più forte e placidamente ancorata alle proprie radici.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it