[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 24/06/07



======
CACCIA
======
Cacciatore caricato e ferito da cinghiale
paura a dego
L'episodio è avvenuto durante una battuta di selezione organizzata dalla
Provincia per ridurre il numero degli ungulati
http://edicola.ilsecoloxix.it/Secolo_notizia01OK.asp?IDNotizia=570108&IDCate
goria=592
Dego. Allarme cinghiali, ferito cacciatore. Un'eccedenza di ungulati di
migliaia di capi su tutto il territorio savonese tale da costringere la
Provincia ad autorizzare e organizzare ogni settimana decine di battute
straordinarie.
In una di queste, che si è svolta ieri a Dego, è rimasto ferito un
cacciatore valbormidese, Angelo Fortunato, 47 anni, morsicato a una gamba da
un cinghiale ferito a cui aveva sparato poco prima. Ricoverato all'ospedale
Santa Corona di Pietra, per le ferite al polpaccio di una gamba, le sue
condizioni non sono gravi.
Per la polizia provinciale si tratta "di un allarme, un'emergenza estiva. Il
proliferare degli ungulati è confermato dalle sempre più pressanti richieste
d'intervento non soltanto da parte di agricoltori per i danni subiti alle
coltivazioni, ma anche di abitanti di cascine o borgate. I cinghiali si
spingono sempre più vicino alle case in cerca di cibo.
«Stiamo facendo tutto il possibile - ha detto Carlo Scrivano, assessore
provinciale alla caccia - per porre un freno all'emergenza. Le riunioni con
le associazioni venatorie si susseguono, siamo molto attenti a monitorare il
fenomeno dell'aumento della presenza di cinghiali sul territorio».
Lungo l'elenco di interventi straordinari compiuti nei giorni scorsi dalla
polizia provinciale che ha chiuso la stagione a fine gennaio con
l'abbattimento di circa 6500 esemplari, circa il 90 per cento del
contingente previsto.
«Troppo poco, la stima è stata troppo bassa», fanno sapere al comando. Gli
ultimi episodi, su richiesta dei residenti, ad Osiglia e nella frazione
Bassi di Vezzi Portio, per lo stesso motivo.
Gli agenti sono stati costretti ad abbattere un cinghiale "domestico"
abituato ogni sera a far visita a una cascina dove la proprietaria gli
lasciava da mangiare. La situazione è degenerata quando l'animale, in cerca
di cibo, è saltato addosso a una donna che abita nelle vicinanze.
La prossima settimana altre battute straordinarie sono state previste ad
Andora, alla foce del torrente Merula. Agli uffici della provinciale è
arrivata la segnalazione di un branco di cinghiali che si aggirano vicino
alle abitazioni della zona, spinti dagli scarti di cibo lasciati dagli
albergatori.
A.P.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it