[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 26/06/07



======
CACCIA
======
Bracconiere «disarmato» dalla Forestale
L’uomo, denunciato all’autorità giudiziaria, è stato fermato in una località
in agro di Palata
http://www.iltempo.it/approfondimenti/index.aspx?id=1222678&Sectionid=8&Edit
ionid=4
INTENSIFICATA l’attivita' di antibracconaggio all'interno dell'oasi di
protezione del comune di Palata. L'intensa attività antincendio di
quest'ultima settimana, con l'impegno massiccio di uomini e mezzi, non ha
impedito al Corpo Forestale dello Stato dall'effettuare operazioni di
controllo finalizzate all'antibracconaggio sull'intero territorio
provinciale. Nella serata di due giorni fa il personale del Comando Stazione
Forestale di Casacalenda, unitamente ad un agente della Polizia Ferroviaria
di Termoli, hanno sorpreso un bracconiere, all'interno della zona di
protezione e cattura, in località "Stingete" del Comune di Palata. Da detto
controllo è scaturita la denuncia all'Autorità Giudiziaria del bracconiere
reo di praticare l'attività venatoria in epoca vietata. E' stata, altresì,
sequestrata e posta a disposizione dell'A.G. l'arma utilizzata per tale
illecita attività. Il Corpo Forestale dello Stato, nonostante intensa
attività antincendio di questo periodo, tiene sempre alta la guardia ed è
sempre più impegnato, con servizi mirati, a far si che la legge venga
rispettata a tutela dell'ambiente faunistico. Cos.San.
==========
RANDAGISMO
==========
Canile indecente e animali maltrattati, assolto ex assessore
i fatti risalivano a tre anni fa
Con Donato prosciolto anche il funzionario comunale Enrico. Nel frattempo
l'impianto è stato tutto ristrutturato
http://edicola.ilsecoloxix.it/Secolo_notizia01OK.asp?IDNotizia=570448&IDCate
goria=594
Imperia. Assolti per non aver commesso il fatto. A tre anni dal blitz nel
canile di Imperia, ieri mattina in tribunale il giudice monocratico Chiara
Areduino ha assolto l'ex assessore all'Ecologia, Mario Donato, 63 anni, e il
responsabile del settore per il Comune, Giuseppe Enrico, 50 anni. Entrambi
dovevano rispondere di maltrattamenti di animali. Il pm aveva chiesto una
pena pecuniaria di 1200 euro per ciascuno degli imputati. La sentenza è
arrivata dopo una decina di minuti di camera di consiglio. A difendere le
due figure pubbliche piuttosto conosciute in città gli avvocati Franco De
Grossi e Damiris Bellini.
Nell'arringa si è insistito molto sulla non colpevolezza dei due imputati,
finiti sotto inchiesta per il caso del canile La Cuccia, in località
Campali. «Il Comune aveva affidato la gestione della struttura alla Lega per
la difesa del cane. Non acquistava direttamente alcun materiale o
attrezzatura, erogava solo fondi a chi la gestiva», è stato precisato
dall'avvocato Bellini. Quando era esploso il caso, alla Procura erano
arrivate segnalazioni decisamente preoccupanti. Denunciavano situazioni di
grave degrado nel canile di via Nazionale, degrado che era poi stato
documentato dagli operatori della polizia ambientale inviati per verificarne
le condizioni. Assieme a un veterinario avevano eseguito riprese filmate e
scattato fotografie dei locali adibiti a ricovero per gli oltre 70 cani
custoditi. Dall'esame dei documenti erano emerse situazioni igieniche gravi.
Topi e umidità permanente, dislivelli delle pavimentazioni che costringevano
gli animali a sofferenze, contenitori per il cibo inadeguati. Situazioni che
oggi non sussistono più, dopo che il canile è stato completamente
ristrutturato.
In allora, però, l'inchiesta condotta dal pm Chiara Venturi aveva portato a
giudizio Donato e Enrico. Sia l'ex assessore che il dirigente comunale
avevano sempre negato ogni addebito e ieri in aula i loro legali hanno avuto
modo di dimostrare la loro estraneità ai fatti. Al faldone del processo, tra
l'altro, sono state accluse tutte le lettere a firma degli stessi Donato ed
Enrico in cui si faceva presente al sindaco e alla Regione le difficoltà di
gestione del canile, legate ai tagli ai finanziamenti e alla cattiva
conduzione del servizio di pulizia che spettava all'Ecoimperia.
G. Bar.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it