[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Veggie Pride - Resoconto primo incontro




Il Veggie Pride è una manifestazione ispirata al Veggie Pride di Parigi, che riunisce coloro che rifiutano di mangiare gli animali.

Il primo Veggie Pride in Italia si terrà a Roma sabato 17 maggio 2008.

Il manifesto e l'organizzazione sono discussi collettivamente da tutte e tutti coloro che vogliono partecipare; la discussione si svolgerà attraverso incontri e su un forum che verrà aperto a breve sul sito www.veggiepride.it.

Il primo incontro si è svolto a Roma il 22 luglio scorso: il resoconto è consultabile alla pagina http://www.veggiepride.it/incontri.html

Il prossimo incontro si terrà a Genova alla fine di settembre.

Per ricevere direttamente le informazioni e gli aggiornamenti relativi alla preparazione del VP, scrivere all'indirizzo veggiepride at autistici.org e far riferimento al sito www.veggiepride.it.

===

Resoconto primo incontro organizzativo (22 luglio 2007)

Il primo incontro organizzativo del Veggie Pride si è svolto a Roma il 22 luglio in due momenti successivi, in cui due gruppi di individui hanno discusso i punti principali del manifesto del Veggie Pride e, in misura minore, le necessità organizzative.

Punti discussi in relazione al manifesto

1. la caratterizzazione del VP come manifestazione di coloro che hanno scelto di smettere di mangiare animali nell'interesse degli animali stessi e il conseguente abbandono degli argomenti "trasversali" per smettere di mangiare carne (ecologia, equa distribuzione delle risorse alimentari, etc.);

2. la volontà di dare il massimo risalto alla rivendicazione del preciso principio etico-politico del rispetto della vita e degli interessi degli animali non umani piuttosto che al vegetarismo/veganismo intesi come scelte soggettive e semplice insieme di regole del comportamento personale;

3. la possibilità quindi che il VP si dichiari non organizzato da vegetariani/vegani (termini troppo centrati sull'identità individuale), ma piuttosto da individui "che non mangiano animali", o rivendicanti nello specifico l'abolizione delle pratiche finalizzate allo sfruttamento di animali (allevamento, caccia, pesca) o della stessa carne (in linea con l'attuale evoluzione del VP francese);

4. l'assunzione del carattere generale delle rivendicazioni del VP (contro la vegefobia, ovvero l'attegiamento di intolleranza e scherno nei confronti di chi non mangia animali, e per il diritto ad un'alimentazione equilibrata nelle mense e ad una informazione medica obiettiva) e la messa da parte per il momento di iniziative più specifiche;

5. l'esclusione dal corteo di individui non vegetariani (in quanto accettare solidarietà da parte di coloro che di fatto rifiutano la validità del principio sul quale si fonda il VP sarebbe illogico);

6. la caratterizzazione del VP come espressione di individui concordi con il suo principio e non di associazioni o gruppi: di qui l'esclusione dall'evento di sigle o bandiere di qualsiasi associazione, i cui aderenti potranno partecipare esclusivamente a titolo personale.

Punti discussi in relazione all'organizzazione

1. il rapporto con i media: alcune persone sono disponibili ad occuparsi del contatto con i media, ma restano da definire le precise modalità in cui si vuole che tale contatto avvenga (se p.es. accettare media di ogni tipo o solo realtà indipendenti);

2. il percorso: è stata proposta la piazza di Campo de' Fiori come luogo di svolgimento della manifestazione in base al suo alto valore simbolico;

3. la conclusione del VP: si è discusso dell'organizzazione di un'eventuale serata per organizzatori e partecipanti (come luogo di svolgimento è stato proposto il Cantiere) e di un incontro finale di valutazione e riflessione sull'evento all'indomani del VP.