[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Settimana contro HARLAN



Settimana internazionale di azione contro Harlan
===================================================

Venerdi' 5 ottobre - ore 15.30
Presidio davanti ad Harlan, Via Fermi 8, Correzzana (Milano)


Harlan e' tra le principali aziende coinvolte nella vivisezione. Con
decine di allevamenti sparsi per il mondo, in cui producono come fossero
in fabbrica centinaia di migliaia di animali tra cani, gatti, primati,
roditori di ogni tipo e anche manipolati geneticamente, Harlan risulta
il maggiore fornitore dei vivisettori. Ma la sua attivita' non si limita
a questo, visto che Harlan possiede dei laboratori propri e ha
recentemente acquisito la svizzera RCC, azienda di sperimentazione per
conto terzi con laboratori a Basilea e uffici in molte parti del mondo.

In Italia Harlan ha due allevamenti, uno a San Pietro al Natisone (UD) e
l'altro a Correzzana (MI), oltre ad un laboratorio a Bresso (MI)
all'interno degli stabili della farmaceutica Zambon.

Una incursione del Fronte Liberazione Animale nel mese di novembre 2006
all'interno dell'allevamento di Correzzana, che poi risulta essere anche
un laboratorio, ha portato alla luce realta' sconosciute e
agghiaccianti: migliaia di roditori in pile e pile di gabbie di
plexiglass, decine di cadaveri fotografati nei frigoriferi del
laboratorio, alcuni dei quali impalati con stuzzicadenti, ma soprattutto
decine di macachi provenienti da qualche paese esotico e tenuti in
condizioni squallide prima di finire tra le mani dei loro aguzzini.
La cella dei macachi era sporca di sangue e di feci. In un comunicato
stampa proveniente dalla sede principale di Minneapolis, USA, Harlan ha
avuto il coraggio di inventarsi che gli attivisti del Fronte Liberazione
Animale avrebbero deliberatamente sporcato le mura di questa cella per
fotografarle e cercare di rovinare la loro immagine!
Grazie a questi coraggiosi attivisti adesso 18 macachi e circa 1000 topi
sono stati salvati dall'orrore della vivisezione, il laboratorio di
Harlan e' stato devastato e molti dei loro preziosi documenti trafugati.
Ma per glialtri, quelli che sono rimasti indietro e quelli che sono
rinchiusi dentro quelle mura in questo momento, l'orrore non e' finito…..

Settimana Internazionale di azione:

Harlan vuole costruire un nuovo laboratorio a Venray, Olanda. Le
autorita' locali hanno infatti pensato di costruire un parco scientifico
chiamato "ScienceLink", in cui dovrebbero insediarsi aziende
agro-chimico-farmaceutiche e laboratori di ricerca. Per ora al progetto
ha aderito solamente un'azienda, proprio Harlan, che offrirebbe in loco
servizi di sperimentazione animale.  Solo a pochi chilometri di distanza
Harlan ha un allevamento.
Nessun'altra azienda per ora ha dimostrato interesse, ma siamo solamente
all'inizio della promozione del progetto.

Attivisti olandesi hanno lanciato una campagna per bloccare questo
progetto, che dovrebbe costare 60 milioni di euro e vuole essere un
fiore all'occhiello per le autorita' locali. Gli attivisti faranno in
modo che diventi solamente un grosso problema!
Gia' 10.000 volantini e 1.000 poster sono stati diffusi nella zona,
ottenendo un grosso sostegno da parte della popolazione locale, mentre
e' in programma per dicembre un corteo nel paese, che arrivera' nel
luogo in cui ScienceLink dovrebbe sorgere.
Per chi vuole aderire al progetto il messaggio e' questo: le proteste si
sposteranno verso di voi! Per rendere ancora più chiaro il messaggio e
mostrare che non e' una minaccia senza fondamento dal 1 al 7 ottobre si
terra' una settimana internazionale di proteste davanti a sedi e
allevamenti di Harlan.
Aderiamo con piacere a questa nuova campagna e prendiamo l'occasione per
visitare uno dei maggiori fornitori dei laboratori di vivisezione italiani!

L'appuntamento e' il seguente:

Venerdi' 5 ottobre - ore 15.30
Presidio davanti ad Harlan, Via Fermi 8, Correzzana (Milano)

Non mancate! Prendete due ore libere dal vostro lavoro e venite ad
urlare tutta la vostra rabbia davanti ad un luogo in cui sono allevati e
uccisi migliaia di animali!
Portate fischietti, trombette, tamburi e cartelli!

-----------------------------------

Alleghiamo il comunicato della liberazione di novembre:

Potete vedere le foto del FLA a questo indirizzo:
http://veganlink.antifa.net/hp/index.php?option=com_content&task=view&id=895&Itemid=34


"Alcuni edifici possono sembrare impenetrabili, ma pochi lo sono veramente.
Harlan Italia e' uno di questi. Un capannone pieno di allarmi e
telecamere situato in via Fermi a Correzzana (MI). Al suo interno
vengono allevati animali destinati alla vivisezione.
Harlan e' uno dei principali fornitori di laboratori di ricerca
italiani, parte di una multinazionale della sofferenza con sedi in
decine di paesi in tutto il mondo. Il fatturato annuo di 7 milioni di
euro di Harlan Italia parla chiaro:
la tortura sugli animali e' un business miliardario.
Sapere che topi, cani, scimmie, maiali, ratti, conigli e porcellini
d'India giacciono nelle gabbie, in completa solitudine, senza alcun
conforto ne' carezza, in attesa di essere deportati verso un futuro di
sevizie e' cio' che ci ha spinti ad agire.
La notte di lunedi' 20 novembre, notte fredda e senza luna, come ombre
silenziose abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, macabro monumento
dell'insensibilita' umana.
Attraverso una fessura del locale degli impianti di aerazione abbiamo
trovato accesso al sottotetto.
Sollevando porzioni di controsoffitto e utilizzando una scala ci siamo
trovati nelle stanze in cui vengono allevati topi e scimmie, superando
cosi' il sistema di allarme posto agli ingressi. Da qui ci siamo messi
al lavoro per portare via piu' animali possibili, prendere documenti e
distruggere macchinari. I roditori di Harlan crescono in condizioni SPF,
cioe' asettiche: decine di scatole di plexiglass sotto una cappa, con un
sistema di filtraggio dell'aria.
Quello che fanno a questi piccoli esseri viventi e' puro sadismo e
contrasta con l'immagine di benefattori dell'umanita' che si sono
costruiti. In questa sede, Harlan offre ai propri clienti anche un
servizio di preparazione chirurgica degli animali: asportazioni di
organi e amputazioni di arti. Inoltre nelle celle frigorifere abbiamo
documentato la presenza di corpi che l'accanimento e la furia di questi
scienziati hanno reso completamente irriconoscibili: topi con il cranio
sfondato e crocifissi con delle puntine, ratti con il ventre squarciato
e conigli totalmente sfigurati. In una gabbia spoglia, ricoperta di feci
e senza alcuna finestra, erano ammassati una trentina di macachi che
cercavano conforto tra di loro abbracciandosi, traumatizzati e infelici.
Ma stanotte questi animali hanno conosciuto il lato opposto dell'essere
umano e hanno sentito il caldo abbraccio che li ha portati via, lontano.
Centinaia di topi, molti gia' pronti per la consegna e 18 macachi sono
adesso nelle nostre mani, liberi.
FRONTE DI LIBERAZIONE ANIMALE!



***Laboratorio Antispecista***
via De predis 9
20155 Milano
Mail: laboratorioantispecista at yahoo.it
Infoline: 340-6368139


--
Liberazione Animale Liberazione Umana

http://www.chiuderemorini.net
http://www.campagnaaip.net
http://veganlink.antifa.net
http://www.primatiliberi.net