[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 31/12/07



======
CACCIA
======
La vittima, Rodolfo Maggi, aveva 70 anni. Soffriva di problemi
cardiovascolari, forse stroncato dal freddo
Muore durante una battuta di caccia
Dopo un malore è caduto in un dirupo nei pressi di Acquapendente
http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20071231&ediz=10_CIV_VECCHIA&npag=3
7&file=A_3442.xml&type=STANDARD
di FRANCESCO BARBANO
È caduto in un dirupo, colpito da un improvviso malore. Così è morto un
cacciatore di 70 anni e la battuta al cinghiale al quale stava partecipando
si è trasformata in tragedia. Scenario del drammatico episodio una zona
boscosa nelle vicinanze di Trevinano, piccola frazione di Acquapendente. La
vittima è Rodolfo Maggi, un pensionato appassionato di caccia residente ad
Acquapendente.
La tragedia è avvenuta nel primo mattino di ieri, intorno alle 7. A
quell'ora Maggi e altri cacciatori si trovavano in località Fosso del
Tirelle, una zona abbastanza impervia, per partecipare alla consueta battuta
di caccia domenicale. Quella del cinghiale, per Maggi, era una vera
passione. Un’attività venatoria particolare che prevede che i singoli
partecipanti si appostino ad una certa distanza tra loro, per coprire così
una determinata zona di tiro, al fine di inquadrare nel mirino il cinghiale
in fuga, stanato dal bosco dai cani utilizzati per queste battute.
Ma ieri mattina a Trevinano la colonnina del barometro segnava diversi gradi
sotto zero. Una temperatura che si è rilevata fatale per il cuore del
cacciatore. Maggi aveva infatti dei problemi cardiovascolari. Tutti da
ricostruire gli ultimi momenti di vita dello sfortunato cacciatore,
ritrovato dai suoi amici in un dirupo.
Resisi conto della situazione disperata del loro compagno, hanno lanciato
immediatamente l’allarme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di
Gradoli che hanno dovuto faticare non poco per riportare il corpo in una
zona raggiungibile dall’autoambulanza. Ma quando l’equipe del 118 di
Acquapendente è arrivata sul posto per l’uomo non c’era più nulla da fare.
Comprensibile la disperazione dei suoi amici. In località Fosso del Tirolle
sono intervenuti anche i carabinieri della caserma di Acquapendente. La
salma del cacciatore è stata quindi trasferita all'obitorio dell'ospedale di
Acquapendente per un'eventuale autopsia. La data del funerale verrà
stabilita nella giornata di lunedì. Rodolfo Maggi, ex guardia caccia, lascia
la moglie e due figli.
-----
LA POLEMICA. Dopo le ultime denunce
L’assessore accusa «Lipu fuorilegge»
http://www.bresciaoggi.it
«Le guardie volontarie di Lipu e Wwf sono fuori legge». È quanto sostiene
l'assessore alla Polizia provinciale Guido Bonomelli con riferimento alle
operazioni antibracconaggio portate a termine dagli agenti volontarie della
Lipu.
«Con l'applicazione del nuovo regolamento già le guardie di fuori provincia
non possono operare da noi. Inoltre le guardie in possesso di decreto di
guardia zoofila - insiste Bonomelli - devono comunque farsi coordinare dalla
provincia e non possono agire autonomamente come stanno facendo; dunque sono
fuori legge».
«Sono certo - continua Bonomelli - che presto nei loro confronti verranno
presi seri provvedimenti, mi auguro con la condivisione della Regione e del
ministero degli Interni. La giustizia è spesso lenta ma spero almeno in
questo caso inesorabile. Quest'anno era il primo anno di attuazione del
regolamento, che il Wwf ha contestato, rinunciando poi alla richiesta di
sospensiva temendo l'ennesima brutta figura, ma presto con tutti i pareri in
mano saremo inflessibili nella sua attuazione e le guardie che intendono
agire autonomamente non dovranno più operare in provincia di Brescia».

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it