[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 21/01/07



======
CACCIA
======
BRACCONAGGIO: SORPRESO A CACCIARE ILLEGALMENTE SPARA A UN FORESTALE, MA
VIENE ARRESTATO
Il tentato omicidio è avvenuto sabato pomeriggio all’interno di un’Oasi
protetta in provincia di Bari. Al bracconiere è stato sequestrato un fucile
a pompa con 32 cartucce
http://www.corpoforestale.it/newsletter/view.asp?id=6169
21 gennaio 2008 – E’ stato prontamente tratto in arresto dagli agenti della
Forestale e denunciato all’Autorità giudiziaria per tentato omicidio, N.B.,
un uomo sorpreso sabato scorso a cacciare illegalmente, assieme a un altro
bracconiere, nell’Oasi protetta di Agro di Casamassima, in località Pozzo
Sambuco (Bari). Di fronte agli agenti della Forestale, N.B. ha tentato di
darsi alla fuga sparando un colpo di fucile ad altezza d’uomo all’indirizzo
di Giovanni Prisciantelli, sovrintendente della Forestale in forza al
Comando stazione di Acquaviva delle Fonti, per fortuna sfuggito al tentato
omicidio. Il bracconiere è stato poi catturato dai Forestali dopo un
inseguimento a piedi all’interno dell’Oasi. All’uomo, di circa cinquant’
anni, nativo di Casamassima, gli agenti della Forestale hanno sequestrato un
fucile a pompa con trentadue cartucce calibro dodici e un registratore con
telecomando per il richiamo degli uccelli. L’altro bracconiere, F.R., nativo
anche lui di Casamassima, è stato invece denunciato a piede libero per
caccia illegale: gli agenti della Forestale gli hanno sequestrato un fucile
Benelli calibro 20 con tre cartucce. La brillante operazione
antibracconaggio della Forestale è stata condotta dal Comando Provinciale di
Bari, dal NIPAF (Nucleo Investigativo di Polizia ambientale e Provinciale)
di Bari e dal Comando stazione di Acquaviva delle Fonti.
-----
BRACCONAGGIO: DENUNCIATA DONNA NEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO
Una donna di 50 anni è stata denunciata dal personale del Corpo forestale
dello Stato di San Donato Ninea (Cosenza) per aver ucciso un cinghiale
http://www.corpoforestale.it/newsletter/view.asp?id=6170
21 gennaio 2008 – E’ stata deferita all’Autorità giudiziaria dal personale
del Corpo forestale dello Stato di San Donato Ninea (Cosenza), una donna di
50 anni che ha ucciso un cinghiale nel Parco nazionale del Pollino. La donna
è stata sorpresa dalla Forestale nottetempo nel territorio del Comune di
Acquaformosa, mentre stava trascinando la sua “preda” per portarsela via. I
Forestali hanno sequestrato il fucile da caccia, il cinghiale ucciso e
numerose munizioni e deferito la donna all’Autorità giudiziaria di
Castrovillari. A seguito di disposizioni dell’Asl la carne dell’ungulato è
stata data in pasto agli animali del canile municipale di Castrovillari.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it