[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 21/02/08



======
CACCIA
======
La Provincia apre un'indagine sui dipendenti coinvolti
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Treviso&Codice
=3690867&Pagina=TREVISO
Alcuni impianti "illegali" per la cattura degli uccelli erano già stati
messi in sospensione cautelare a novembre 2007 dalla Provincia che, assieme
alla Forestale, ha intrapreso un'attività di controllo sulla gestione e il
traffico di uccelli da richiamo. Non si è fatta attendere la risposta
dell'Ente di viale Battisti all'indagine della Forestale che ha denunciato
16 "bracconieri" stroncando un traffico di volatili da caccia ed imputando
loro il maltrattamento di animali, il furto aggravato e la violazione delle
norme sulla caccia. Al vaglio dell'autorità giudiziaria anche la posizione
di due dipendenti della Provincia che avrebbero dato copertura alle azioni
dei bracconieri. E proprio per questo la Provincia ha ribadito che nei
confronti della Procura c'è piena disponibilità "a fornire tutta la
documentazione e le informazioni utili". E' stata istituita anche
un'indagine interna che accerterà le eventuali irregolarità amministrative
ed assumerà i provvedimenti a carico di dipendenti coinvolti. Inoltre la
Provincia sospenderà le attività degli impianti di cattura a tempo
indeterminato finchè non verranno chiarite questa e le altre procedure in
corso sulla verifica della gestione.S.Mas.
-----
CACCIA. DONAZZAN: “HUNTING SHOW PUO’ DIVENTARE LA PRIMA FIERA DEL SETTORE A
LIVELLO EUROPEO”
COMUNICATO STAMPA N. 286 DEL 21/02/2008
http://www.regione.veneto.it/Notizie/Comunicati+Stampa/Febbraio+2008/286.htm
Sabato 23 febbraio, si inaugura alla Fiera di Vicenza “Hunting show”, il
Salone della caccia e delle attività venatorie. Elena Donazzan, assessore
alla Caccia, e Marialuisa Coppola, assessore alla Pesca e all’Acquicoltura,
hanno scelto di investire molto in questa manifestazione che già dal suo
esordio lo scorso anno ha avuto uno straordinario impatto a livello di
pubblico. Elena Donazzan sostiene che “Hunting show” potrà diventare in poco
tempo la prima fiera del settore a livello europeo: ecco qual’è l’ambizione
della Regione del Veneto. Caccia significa passione, tradizione,
divertimento e attività economica di rilevante impatto per il sistema
nazionale, basti pensare che in termini economici si parla di un giro di
affari da 300 milioni di euro l’anno.” “Della caccia - prosegue l’
ssessore - vogliamo evidenziare l’aspetto culturale sia sotto il profilo
storico e popolare che sotto l’aspetto normativo. Se ne parlerà in
particolar modo durante il convegno di apertura alle ore 10 con l’intervento
dei maggiori rappresentanti del settore a livello sia italiano che europeo.”
“Tengo tanto - precisa Donazzan - alla presenza del Presidente della Regione
del Veneto, Giancarlo Galan, che taglierà il nastro dello stand veneto alle
ore 13. Una presenza che darà prestigio alla manifestazione e rafforzerà il
senso dell’importanza strategica che le politiche venatorie rappresentano
non solamente per i 60mila cacciatori del Veneto, ma soprattutto per la
corretta gestione del patrimonio faunistico e territoriale.” L’Assessore
annuncia, infine, che “al momento dell’inaugurazione ci sarà una sorpresa
proprio per il Presidente.”
=============
NOCIVOSARIATU
=============
COLLI Maxi cattura di esemplari nelle gabbie poste sul territorio boschivo
nella zona tra Teolo e Galzignano
Presi 30 cinghiali in una notte
Da gennaio sono 121 i capi di selvatici catturati contro i 500 complessivi
dello scorso anno
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Rovigo&Codice=
3690754&Pagina=8
Colli
(F.G.) L'anello ciclabile dei Colli Euganei, che dovrebbe permettere una
completa circumnavigazione a due ruote della zona collinare, rischia di
diventare una triste incompiuta: il tema è oggetto di discussione da una
quindicina d'anni, nei quali le associazioni ambientaliste e cicloturistiche
hanno tentato in ogni modo di spronare le autorità perché il periplo
diventasse finalmente realtà. Due convegni il primo a Lozzo Atestino nel
1997 e l'altro a Este tre anni dopo non hanno portato a niente e la
dettagliata proposta progettuale del 1994 non ha sortito alcun effetto. La
parte che si ritiene già attuata, quella che da Battaglia Terme porta a Vo'
passando per Este, è inframmezzata da una serie di situazioni critiche che
la rendono poco praticabile: mancano la segnaletica e gli attraversamenti
dei centri cittadini, il fondo in diversi tratti è impraticabile e non c'è
nessuna struttura di servizio. Per non parlare della parte a nord, che
dovrebbe collegare Vo' a Bastia, Frassanelle, Treponti, Bresseo, Praglia,
Tramonte, Abano e Montegrotto per poi tornare a Battaglia. Qui in concreto
accusa Gianni Sandon, del coordinamento delle associazioni della zona
collinare - non c'è ancora un metro realizzato. Nel 2006 è stato
sottoscritto un accordo, approvato in Regione e ratificato dalla giunta
provinciale l'anno successivo, ma tutto è saltato pochi mesi fa, quando il
no dell'abate di Praglia al passaggio dell'anello sotto le mura ha costretto
la Provincia ad azzerare alcuni tratti del progetto. Ora tutto è fermo e non
sembrano esserci novità di rilievo: se ne parlerà sabato mattina, a partire
dalle 9.30, in un convegno che si terrà nella sala conferenze dell'hotel
Petrarca di Montegrotto: parteciperanno all'incontro, organizzato dalla
Fiab, dal coordinamento delle associazioni del Parco e dall'associazione
Villa Draghi, lo stesso Sandon, l'assessore provinciale all'ambiente,
Roberto Marcato e Chiara Matteazzi, presidente del parco Colli.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it