[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il Capoluogo.it [L'Aquila] Randagismo: intesa Comune-ASL: Il cane sporca? Multa al proprietario



http://www.ilcapoluogo.it/news.php?extend.14003

video:
http://www.aquilatv.it/default.asp?pagina=video/randagismo-29-02-2008.asp&provenienza=http://www.ilcapoluogo.it/news.php?extend.14003

Il cane sporca? Multa al proprietario
MA I RANDAGI AZZANNANO LA GENTE OVUNQUE
L'Aquila, 29 feb. - Il sindaco Massimo Cialente sta predisponendo tutti gli
atti relativi ad un'ordinanza con la quale diventerà obbligatorio, da parte
dei proprietari, raccogliere le feci che i cani lasciano sul suolo pubblico.
Randagismo: intesa Comune-ASL
Alla luce di questo, il primo cittadino rivolge un appello a tutti i
proprietari o custodi di cani, circolanti su aree pubbliche, con l'esclusione di soggetti non vedenti, affinché si dotino, al più presto, di tutti gli strumenti idonei (paletta e sacchetto) a raccogliere le deiezioni solide lasciate dai loro animali per poi conferirle, tramite l'apposito sacchetto chiuso, nei cassonetti o nei cestini portarifiuti.
"In questo modo - spiega il Sindaco - i cittadini avranno il tempo per
comprare quanto necessario per ottemperare ad un dovere utile a rendere la propria città pulita e decorosa".
La decisione di prevedere tale ordinanza, che sarà presto predisposta e
firmata, è stata dettata prima di tutto dalla consapevolezza che è cospicuo il numero di cani di proprietà esistenti in città. Inoltre, è stato
considerato anche il fatto che l'abbandono delle deiezioni solide animali
sul suolo pubblico, in particolare su parchi e giardini destinati alla
ricreazione ed allo svago, può comportare rischi per la salute della
popolazione, con particolare riferimento alle fasce più esposte, i bambini.
Il provvedimento sarà preso anche per dare seguito a quanto previsto dall'articolo 9 del Regolamento comunale per la tutela, la detenzione e la circolazione di animali che recita "A tutti i proprietari o conduttori di cani è fatto obbligo, nell'accompagnamento degli stessi su area pubblica (giardini, marciapiedi, sedi stradali), di provvedere alla rimozione delle eventuali deiezioni degli animali".
Inoltre gli strumenti necessari per la raccolta delle deiezioni canine
dovranno essere mostrati a richiesta del personale di vigilanza. In caso di inottemperanza a questi obblighi, si applicherà la sanzione amministrativa del pagamento di una somma compresa tra un minimo di 77 euro ad un massimo
di 520 euro.

L'Assessore comunale David Filieri ed il direttore generale della Asl,
Marzetti, hanno firmato un protocollo d'intesa per la prevenzione e
repressione del randagismo.
L'iniziativa e' stata annunciata questa mattina nel corso di una conferenza
stampa. Tra le previsioni del protocollo d'intesa c'e' 'aumento delle
sterilizzazione delle femmine. Il sindaco Massimo Cialente, inoltre, sta
predisponendo tutti gli atti relativi ad un'ordinanza con la quale
diventera' obbligatorio, da parte dei proprietari, raccogliere eventuali
deiezioni che i cani lasciano sul suolo pubblico. Alla luce di questo, il
primo cittadino rivolge un appello a tutti i proprietari o custodi di cani,
circolanti su aree pubbliche, con l'esclusione di soggetti non vedenti,
affinche' si dotino, al piu' presto, di tutti gli strumenti idonei (paletta
e sacchetto) a raccogliere le deiezioni solide lasciate dai loro animali per
poi conferirle, tramite l'apposito sacchetto chiuso, nei cassonetti o nei
cestini portarifiuti.

(Ndr) - E' ben strano che una città invasa dai cani randagi come
nessun'altra affronti il problema delle feci per le strade, ma tolleri che i
randagi azzannino tranquillamente la gente anche in centro. Diremmo che i due problemi... canini andrebbero quanto meno risolti insieme. Una volta per
tutte.