[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 11/03/08



=====
PESCA
=====
Salvate 500 balene dai giapponesi
Gruppo ambientalista Sea Shepherd termina missione in Antartico
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2008-03-11_111194099.html
(ANSA) - SYDNEY, 11 MAR - Il gruppo ambientalista Sea Shepherd ha salvato
500 balene dagli arpioni giapponesi nell'Oceano Antartico e torna in
Australia. Finisce la sua missione per mancanza di carburante. Paul Watson,
fondatore del gruppo e comandante della nave, ha detto che il numero delle
balene salvate e' la meta' della quota di caccia cosiddetta scientifica, che
il Giappone aveva stabilito per questa stagione ormai quasi conclusa.
-----
CAPITANERIA DI PORTO
Sequestrati 400 chili di cefali pescati troppo vicino alla costa
http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/pesaro/2008/03/11/71471-sequestrati_
chili_cefali.shtml
Questa mattina una motovedetta della Capitaneria ha individuato due
imbarcazioni che stavano praticando la pesca a strascico in zona vietata.
Ritirati anche 100 chili di reti
Pesaro, 11 marzo 2008 - Nella mattinata di oggi, la Capitaneria di Porto di
Pesaro, ha concluso una difficile operazione a tutela dell’ambiente marino,
che ha portato al sequestro di circa 400 chili di pesce, quasi tutti cefali,
e di circa 110 metri di reti da pesca utilizzate da due motopescherecci,
iscritti nel Compartimento marittimo di Rimini.
L'operazione è scattata intorno alle 12,30, quando la sala operativa della
Capitaneria di Porto ha ricevuto una segnalazione che indicava la presenza
di due motopescherecci, di grossa stazza, impegnati nell'attività di pesca a
strascico, a meno di 1000 metri dalla costa, utilizzando la tecnica del tipo
'volante in coppia', in una zona di mare caratterizzata dal fondale basso e
dalla presenza di numerose reti da posta, normalmente utilizzate dalle unità
abilitate alla pesca costiera locale.
L'uscita della Motovedetta della Capitaneria è stata immediata perché la
legge vieta categoricamente l’attività di pesca a strascico in zone di mare
distanti meno di 3 miglia dalla costa e caratterizzate da un fondale
inferiore a 50 metri. Poco dopo sono stati individuati i due pescherecci, a
circa un chilometro di distanza dalle pendici del Monte San Bartolo.
Alla vista della motovedetta, uno dei due motopescherecci ha mollato
repentinamente un capo della rete e ha cercanto di allontanarsi in direzione
di Rimini. L'equipaggio della Capitaneria ha quindi sequestrato circa 400
chili di cefali e 110 metri di reti da pesca in possesso dei due
motopescherecci, multati poi di 1032 euro a testa.
=========
COMMERCIO
=========
NELLA ZONA INDUSTRIALE
Sei rapaci imbalsamati trovati dalla Forestale
http://www.lasicilia.it
Risale all’1 marzo scorso il sequestro da parte della Polizia di 6 rapaci
imbalsamati, abbandonati da ignoti, all’interno dell’area industriale, messi
dalla squadra Volante a disposizione del personale del Corpo Forestale, del
distaccamento di Erice. I Forestali hanno provveduto a prendere in consegna
gli esemplari ritrovati ed alla loro catalogazione. Dalla catalogazione è
emerso che i rapaci ritrovati appartengono a specie protette sia dalla
«Convenzione di Washington» che dalla «Convenzione di Berna» e di
conseguenza né cacciabili né detenibili. In particolare: il Falco
Tinninculus (gheppio), il Tito Alba (barbagianni), l’Asio Otulus (gufo), il
Buteo Buteo (Poiana) sono specie protette dalla «Convenzione di Washington»;
mentre sono specie protette dalla «Convenzione di Berna» l’Ardea Cenerea
(airone cenerino) ed il Larus Ridibundis (gabbiano).

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it