[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 15/03/08



==========
RANDAGISMO
==========
FRISANCO Il sindaco Bernardon interviene sulla polemica innescata dal
consiglio di Vivaro e invita la popolazione a fare prevenzione controllando
le cucciolate
«Canili costosi, nessuno vuole animali anziani»
Frisanco
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Pordenone&Codi
ce=3718386&Pagina=MANIAGHESE
«L'amministrazione comunale di Frisanco prenderà in seria considerazione il
problema evidenziato dal consiglio comunale di Vivaro sulla "problematica
cani in canile" perchè ritiene che sia reale e causi costi non sempre
controllati o controllabili». Lo ha dichiarato il sindaco Angelo Bernardon,
intervenendo sulla polemica innescata nei giorni scorsi dalla proposta di
sopprimere i cani randagi ospitati nei canili a spese delle Amministrazioni.
Una presa di posizione che è rimbalzata nelle cronache nazionali, facendo
inorridire animalisti e non. «Posso capire che la questione ha sollevato un
polverone e questo è positivo per la sensibilizzazione dell'opinione
pubblica. Per quanto riguarda Frisanco abbiamo anche noi alcuni cani nel
canile di Chions però, a parte il costo del mantenimento, riflettiamo su
come vengono trattati e sul futuro che potrebbero avere cani che, avanti
negli anni e pieni di problemi, non possono essere addottati e tolti da un
istituto che sembra più a un carcere che a un canile». Per questo il sindaco
invita i concittadini a servirsi dell'anagrafe canina «che non comporta
costi e fornisce l'animale di microchip che lo identifica in caso di
smarrimento», e dichiara: «Per prevenire il problema bisogna che i
proprietari pongano maggior controllo sulle loro cucciolate o trovando un
proprietario per ogni cucciolo o evitando il proliferare di vere "colonie"
di animali (si riferisce in particolare ai gatti, ndr.) con la
sterilizzazione. Chi vuol bene agli animali dovrebbe iniziare a porsi molte
domande sul come vengono trattati da chi li acquista per poi abbandonarli
dopo che il "giocattolo" è diventato un problema».A.V.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it