[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 14/04/08



======
CACCIA
======
Bracconieri sparano nella borgata di Ciaculli
http://www.lasicilia.it
Caccia all’uomo ieri nelle campagne tra Ciaculli e Croce Verde-Giardina. Una
volante della polizia transitando in via Regia Corte ha udito dei colpi da
arma da fuoco. I poliziotti, scesi dall’auto, hanno notato due individui con
il tipico vestiario da caccia, e un’auto con all’interno scarponi, giubbotti
e oggetti tipicamente usati dai cacciatori. Attraverso la targa della
vettura, però, i poliziotti hanno identificato l’intestatario che è stato
denunciato per aver praticato la caccia in periodo non consentito.
Identificato anche il secondo uomo. Ai due sono stati sequestrati i cani
utilizzati nella caccia.
=====
PESCA
=====
BALENE:GIAPPONE; UCCISI 551 CETACEI, SOLO 60% OBIETTIVI 2007
http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/natura/20080414143934633659.ht
ml
(ANSA) - TOKYO, 14 APR - Braccate dalle navi degli ambientalisti della Sea
Shepherd, le baleniere giapponesi sono riuscite a pescare soltanto 551
balene nell'anno fiscale 2007, chiuso a fine marzo, ovvero il 60% della
quota prevista in partenza di quasi 900 cetacei da catturare e studiare -
secondo la motivazione usata -a fini scientifici. Lo riferisce oggi a Tokyo
l'Agenzia ittica giapponese, che ha presentato il bilancio dell'ultima
stagione di pesca alle balene nell'oceano Antartico. Stando al rapporto,
tutti i 551 cetacei arpionati dalle baleniere nipponiche appartengono alla
specie Minke, di cui era stata prevista una cattura di 850 esemplari. Anche
a causa delle interferenze esterne, inoltre, non e' stato possibile
catturare alcun di balena Fin, contro una quota fissata in partenza di 50
unita'. Gli attivisti di Sea Shepherd avevano tallonato da vicino le
baleniere di Tokyo durante la stagione di caccia, iniziata lo scorso
novembre. A gennaio il confronto aveva toccato l'apice con l'irruzione di
due ambientalisti sulla nave 'Yushin Maru 2', episodio che aveva costretto
l'equipaggio di quest'ultima a sospendere le attivita' di pesca per un mese
oltre a inasprire ulteriormente la polemica tra i governi di Tokyo e Sydney.
La pesca commerciale delle balene, messa al bando dalla Commissione
internazionale sulle balene nel 1986, e' stata fatta dal Giappone con
l'espediente della cosiddetta ''caccia a fini scientifici'', che permette al
Sol Levante di pescare un migliaio di cetacei all'anno. Secondo un sondaggio
realizzato a febbraio dal quotidiano 'Asahi', circa il 65% dei giapponesi
continua a sostenere la caccia delle balene a scopo di ricerca, e il 56% si
dice pronto a mangiarne la carne. (ANSA). RED
=======
INCENDI
=======
INCENDI: SVENTATO UN ROGO, IL RESPONSABILE É STATO ARRESTATO
http://www.corpoforestale.it/newsletter/view.asp?id=6628
L’uomo è stato sorpreso mentre cercava di dar fuoco ad un bosco di querce
14 aprile 2008 – Un uomo è stato arrestato dagli agenti del Comando Stazione
di Spilinga (Vibo Valentia) del Corpo forestale dello Stato, perché sorpreso
ad appiccare il fuoco all'interno di un bosco di querce nel comune di Drapia
(Vibo Valentia). Gli agenti hanno sorpreso il responsabile, accendino alla
mano, stava appicando il fuoco all'interno di un'area boscata. L’intervento
dei Forestali ha evitato il propagarsi delle fiamme ed ha scongiurato il
pericolo che l'incendio potesse assumere proporzioni maggiori, andando ad
interessare altre zone boscate ed i limitrofi centri abitati; il
responsabile del rogo ha ammesso le proprie responsabilità, sostenendo di
avere appiccato il fuoco con lo scopo di ripulire il terreno. L'operazione
rientra nei servizi di controllo del territorio e di appostamento
predisposti dal Comando Provinciale di Vibo Valentia che già da qualche
giorno vedevano impegnati gli uomini del Corpo forestale per prevenire gli
incendi, in seguito al verificarsi di alcuni roghi verificatisi nelle aree
boscate comprese tra gli abitati di Spilinga e la frazione Brattirò del
comune di Drapia.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it