[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 21/05/08



======
CACCIA
======
BROGLIANO. Sequestrati fucile e silenziatore
Armi e uccelli vietati. A patti un bracconiere
Trovati 177 esemplari morti da polizia provinciale e Lipu
http://www.ilgiornaledivicenza.it/ultima/oggi/cronaca/C.htm
I poliziotti provinciali e gli agenti volontari della Lipu sorpresero il
bracconiere Giorgio Albiero mentre vicino a casa sparava con un fucile Falco
munito di silenziatore a un prispolone.
Era l’8 settembre scorso in via Monte 26, a Brogliano, quando il cacciatore
venne sorpreso dagli uomini del comandante Bonavigo. Nel freezer di casa gli
agenti scoprirono altri 177 uccelli vietati. Segno che l’uomo era uno che
non lesinava il piombo pur di infrangere le regole. Altri 38 uccelli,
invece, erano richiami vivi.
Ieri mattina in tribunale Giorgio Albiero, 65 anni, ha patteggiato 6 mesi di
reclusione e 600 euro di multa. Il gup Eloisa Pesenti nel corso dell’udienza
preliminare gli ha concesso la sospensione condizionale ed ha ordinato la
distruzione delle armi in sequestro.
Il blitz dei poliziotti della Provincia e dei volontari della Lipu avvenne
alle 8. Aspettavano al varco Albiero che sul retro dell’abitazione aveva in
gabbia alcuni prispoloni, uccelli protetti. Quando un esemplare si appoggiò
sul ramo di un albero e l’imputato con mira precisa lo colpì, gli agenti
saltarono fuori e lo bloccarono. Aveva fatto fuoco con un fucile di piccolo
calibro al quale aveva applicato un silenziatore artigianale.
Nel corso dell’approfondito sopralluogo domestico saltò fuori anche un
fucile artigianale calibro 9 e 177 uccelli, 125 dei quali spiumati.
L’uomo, che è difeso dall’avvocato Nicola Mele, rimase senza parola visto
che era stato colto in castagna.
La contabilità eseguita a scottadito dai poliziotti ha verificato la
presenza di 125 uccelli spiumati e 45 pisple, 5 spioncelli e 2 cardellini
morti.
Invece, nelle gabbie come uccelli da richiamo furono scoperti 11 fringuelli,
4 merli, 8 passere mattugie, 1 passera comune, 4 peppole, 2 prispoloni, 2
verdoni, 1 zuccherino e 5 verzellini. Si trattava di esemplari illegalmente
detenuti.
Nel corso del sopralluogo ad Albiero sono state contestate anche altre
violazioni amministrative per le quali è andato incontro a multe salate.
Al termine della perquisizione agenti provinciali e volontari Lipu
liberarono a casa di Albiero una parte degli uccelli usati da richiamo,
mentre 10 fringuelli, 1 passera mattugia, 1 lucherino, 4 peppole e 2
prispoloni furono trasferiti nelle voliere dell’Amministrazione provinciale.
-----
Sanremo (IM): cinghiale cacciato di frodo nell'entroterra
http://www.ilsecolxix.it
San Remo (IM) - Una coppia di escursionisti è stata caricata da un cinghiale
che, presumibilmente qualche ora prima, era stato centrato da un bracconiere
con un fucile da sub. L'animale, di circa 70 kg, stava girovagando con la
fiocina infilzata, nei pressi di San Romolo. Avvistato l'animale, gli
escursionisti hanno dato l'allarme. Sul posto è intervenuti un ispettore
della Polizia Provinciale ed un guardiacaccia che, viste le condizioni del
cinghiale, lo hanno abbattuto con un colpo di pistola, evitandogli ulteriori
sofferenze. Si è trattato di un gesto criminale di un irresponsabile che,
oltre a cacciare di frodo, ha messo a repentaglio l'incolumità degli
escursionisti, visto che il cinghiale ferito è, come tutti gli animali in
quelle condizioni, ancora più aggressivo.
=====
PESCA
=====
BALENE: ISLANDA RIAPRE LA CACCIA, LIMITE 40 ESEMPLARI
http://www.larepublica.it
L'Islanda riapre la caccia alla balena. Il governo dell'isola ha annunciato
di aver dato il permesso di cacciare 40 esemplari di balenottera minore
settentrionale, interrompendo il blocco imposto l'anno scorso dopo le
proteste dei gruppi animalisti. La decisione, resa nota dal ministro per la
pesca Einar Gudfinnsson, ha diviso la maggioranza social-democratica al
potere in Islanda. Il ministro degli Esteri Ingibjorg Solrun Gisladottir si
e' dissociato cosi' come molti altri membri del governo. "Pnso che questa
scelta sacrifichi gli interessi a lungo termine per dei ricavi immediati,
tuttavia e' da rispettare la funzione costituzionale del ministro per la
Pesca che non deve consultare il governo su queste decisioni". "Speriamo di
raggiungere la quota delle quaranta balene entro l'inizio di luglio se, come
speriamo, ci sara' una buona richiesta di carne di balena", ha dichiarato
Gunnar Bergmann Jonsson capo della associazione balenieri. Jonsson ha
spiegato inoltre che la caccia alla balena e' importante per questo settore
economico del Paese anche a causa delle restrizioni sulla pesca del
merluzzo. "Ci sono 50.000 balene nelle acque che circondano l'Islanda, certo
non sara' un grande perdita sul totale se se ne cacciano 40", ha aggiunto
Jonsson. Ma le organizzazioni che si battono contro la caccia alla balena
sostengono che il Whale-watching, le escursioni in barca per avvistare e
fotografare i cetacei, potrebbero fruttare anche piu' dei proventi legati al
commercio di carne di balena.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it