[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Vergogna a Bolzano: si uccide un cervo senza ragione



http://guide.dada.net/no_global/interventi/2008/07/335150.shtml

Vergogna a Bolzano: si uccide un cervo senza ragione

A cura di Hombre Comùn

Pubblicato il 22/07/2008

E' stato abbattuto con tre colpi di fucile il cervo di 100 chili che ha scorrazzato per le vie del centro di Bolzano dopo essere stato ferito ad un occhio, probabilmente da un bracconiere

foto intervento E' stato abbattuto con tre colpi di fucile il cervo di 100 chili che ha scorrazzato per le vie del centro di Bolzano seminando il panico tra i passanti, due dei quali, una donna e un bambino, sono stati leggermente feriti.

L'allarme è stato dato verso le 11 del mattino: l'animale era entrato anche in un paio di famosi negozi di abbigliamento che si affacciano sulla via dei Portici. E' cominciato un inseguimento con poliziotti, vigili urbani e pompieri che hanno incalzato l'animale con le sirene spiegate, sino a che il cervo ha raggiunto un parcheggio interrato e dove era stato fermato e impossibilitato a scappare nuovamente. Qui tutti i presenti sono stati fatti evacuare e l'animale è stato abbattuto a colpi di fucile.

Come hanno detto i tecnici dell'Ufficio caccia della Provincia, l'animale risultava ferito ad un occhio, probabilmente da un bracconiere e deve essere sceso a valle dal Colle che si affaccia sulla città, forse anche impaurito da un furioso temporale abbattutosi nella zona durante la notte. L'abbattimento dell'animale ha suscitato le polemiche del Codacons che ha richiamato alle leggi che vietano il maltrattamento degli animali.

Non manca la presa di posizione di associazioni animaliste fra cui l'ENPA che afferma: "Sull'uccisione del cervo a Bolzano – accusato di aver seminato panico all'interno della città e di aver ferito una donna e un bambino – è doveroso e giusto che la Procura apra una inchiesta per accertare l'esatta dinamica dei fatti e le eventuali responsabilità. E' quanto chiede l'Enpa. Dalla lettura delle notizie, sembra in realtà che l'uccisione dell'animale sia stata una vera e propria esecuzione con inseguimenti a sirene spiegate (che ovviamente hanno innervosito il cervo) fino all'esito disastroso: il cervo, ormai in “trappola” in un parcheggio seminterrato è stato ucciso con tre colpi di fucile. Poteva invece essere catturato, curato (visto che l'Ufficio Caccia della Provincia di Bolzano parla di “ferite a un occhio” provocato probabilmente da qualche bracconiere) e successivamente liberato. “E' quindi indispensabile e giusto che la Procura apra un fascicolo”, ha dichiarato la Presidente Nazionale dell'Enpa, Carla Rocchi. “Non è – ha aggiunto - la prima volta che un animale selvatico entra in città, ma è di sicuro la prima volta che l'esito sia contraddistinto da una ferocia che appare senza senso e soprattutto evitabile”.

Allegato Rimosso