[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 22/07/08



======
CACCIA
======
Caccia, la Regione vara nuove regole
Triplicati quantitativi cacciabili
http://www.eco.bg.it/EcoOnLine/CRONACA/2008/07/22_caccia.shtml
Via libera dal Consiglio regionale lombardo al provvedimento che disciplina
le regole per l'esercizio dell'attività venatoria lombarda per la stagione
2008-2009. Rispetto allo scorso anno, viene triplicato il numero di
esemplari cacciabili per le specie peppole e fringuelli, raddoppiato per la
specie storno: in Lombardia inoltre potranno praticare l'attività venatoria
anche cacciatori non necessariamente residenti sul territorio regionale.
Sul provvedimento si è riaccesa la polemica tra maggioranza i contrari,
Verdi e Rifondazione in testa. Da un lato, chi osserva, come Carlo Saffioti
(FI-Pdl), presidente della Commissione Attività produttive e relatore della
legge, che i numeri quest'anno rendono finalmente giustizia alle più nobili
e antiche tradizioni venatorie lombarde. Con il voto di oggi tuteliamo la
categoria dei cacciatori troppo spesso ghettizzata, nonostante contribuisca
in misura notevole con le tasse versate agli interventi di tutela
dell'ambiente. Colgo l'occasione – ha concluso Saffioti - per rinnovare
l'appello al ministro Prestigiacomo affinché cancelli il decreto Pecoraro
Scanio, che pone limitazioni assurde nelle Zps.
Forti critiche sono state invece espresse da Carlo Monguzzi (Verdi) che ha
lamentato sia semplicemente bizzarro sostenere di voler tutelare la fauna
sparandole addosso.
La legge approvata autorizza per le peppole un prelievo massimo pari a
123mila e 895 esemplari e per i fringuelli pari a 711.009 capi, effettuabile
esclusivamente da parte dei cacciatori autorizzati e in possesso della
scheda di monitoraggio. Ciascun cacciatore potrà prelevare un numero massimo
di 20 capi al giorno e 100 nell`arco dell`intera stagione per la specie
fringuello, 5 capi al giorno e massimo 25 stagionali per la specie peppola.
Per gli esemplari appartenenti alla specie storno, è stato autorizzato un
prelievo massimo di 249mila e 639 esemplari; di questa specie, sarà
possibile cacciare 20 capi al giorno e in ogni caso non più di 100
nell'intero arco stagionale. Storni e fringuelli saranno cacciabili dalla
terza domenica di settembre al 31 dicembre, le peppole invece, a seguito di
un emendamento introdotto dalla Giunta regionale, saranno cacciabili dal 1
ottobre al 31 dicembre.
Il Consiglio ha approvato a maggioranza anche un altro provvedimento che
consente l'utilizzo di richiami vivi della stessa specie, purchè provenienti
da allevamenti in cattività o precedentemente catturati e inanellati dalle
Province, e dalle stesse distribuite ai cacciatori. Complessivamente
potranno essere utilizzabili a tale scopo 1.500 esemplari di allodola,
11.207 di cesena, 3.369 di merlo, 20.348 di bottaccio e 10.394 di sassello,
per un numero complessivo di richiami pari in Lombardia a 46mila e 818. La
parte del leone spetta alla provincia di Brescia con 20mila esemplari
complessivi, seguita da Bergamo con 18.100 capi e da Lecco-Sondrio con
5.073.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it