[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Lombardia: I Predatori della fauna selvatica



Comunicato Stampa
Milano, 24.07.2008

I PREDATORI DELLA FAUNA SELVATICA
Caccia in Regione Lombardia
"PRELIEVO IN DEROGA DELLE SPECIE, FRINGUELLO, PEPPOLA E STORNO"
E "CATTURA DEI RICHIAMI VIVI"

In data 22 luglio il Consiglio Regionale ha approvato due leggi di
"disciplina delle deroghe": una per l'abbattimento di specie di uccelli
protetti, l'altra per la cattura di uccelli da richiamo vivi (da impiegare
presso gli appostamenti di caccia), con i quali si vuole dare ad intendere
che verrebbe applicata la Direttiva comunitaria "Uccelli" 79/409/CEE, ma non
sono che una palese violazione delle normative comunitarie e nazionali.

La Corte Costituzionale, con la recentissima sentenza 4 luglio 2008 n. 250
ha precisato come l'esercizio delle cacce in deroga attraverso una legge
regionale-provvedimento viola l'art. 19-bis della legge 157/92 precludendo
le possibilità di controllo da parte del Governo (Presidenza del Consiglio)
fissate dalla stessa legge quadro sull'esercizio venatorio.
E' stata pertanto dichiarata l'illegittimità costituzionale di parte della
legge reg. Lombardia 2/2007 sul prelievo venatorio in deroga ai divieti di
cui alla direttiva 79/409/CEE.

Ma la politica calibro 12 del Pirellone non accetta il pronunciamento della
Corte Costituzionale e in tutta fretta ripropone una nuova legge, in
flagrante violazione delle normative europee, che vergognosamente consente
la caccia in deroga a fringuelli peppole e storni.

Ancora una volta non si è tenuto conto del parere contrario, dell'Istituto
Nazionale per la Fauna Selvatica (INFS), che riporta: "...i dati attualmente
disponibili a livello europeo, non consentono una determinazione oggettiva e
scientificamente solida della piccola quantità cacciabile nel corso della
stagione venatoria 2008/2009".

Di nuovo la maggioranza del Consiglio regionale ha deciso di tradurre in
legge le peggiori pulsioni delle associazioni venatorie, decidendo che gli
uccelli migratori non sono un patrimonio indisponibile dello stato, ma un
affare privato di cui disporre a proprio piacimento.
In palese difformità e in violazione alla Sentenza della Corte
Costituzionale, e ai criteri stabiliti dalla Direttiva Uccelli 79/409/CEE
per il prelievo in deroga per per storno e fringuello dalla terza settimana
di settembre al 31 dicembre, per peppola dal 1 ottobre al 31 dicembre.
Un esercito di 90.000 cacciatori potrà abbattere impunemente 249.639 storni,
711.009 fringuelli e 123.895 peppole.


Per Informazioni:
Lega Abolizione Caccia - Lombardia
Sito Web: http://www.abolizionecaccia.it
EMail: mailto:info at abolizionecaccia.it
Tel/Fax: 333 5242295 - 0247711806