[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

ASSOCIAZIONI ANIMALISTE ROMANE: SBLOCCATI I FONDI DEL COMUNE DI ROMA



----- Original Message ----- From: "Novi Simonetta" <simonetta.novi at telecomitalia.it>
Sent: Tuesday, August 19, 2008 2:35 PM
Subject: ASSOCIAZIONI ANIMALISTE ROMANE: SBLOCCATI I FONDI DEL COMUNE DI ROMA




Comunicato  Stampa Associazione Volontari Canile Porta Portese



Roma, 19 agosto 2008

COMUNICATO STAMPA







ANIMALI A ROMA:

SBLOCCATI I FONDI DEL COMUNE.

CANILI E GATTILI DI NUOVO ALLA NORMALITA'


Le associazioni animaliste comunicano lo sblocco dei fondi a loro destinati
e ringraziano l'Assessore all'Ambiente De Lillo per il deciso intervento





Grazie al deciso intervento dell'Assessore all'Ambiente del Comune di Roma, on. Fabio De Lillo, le associazioni animaliste romane che gestiscono, per conto del Comune di Roma, i gattili ed i canili della Capitale hanno oggi ricevuto i pagamenti tanto attesi (pagamenti per tutte necessarie a mandare avanti l'accudimento di migliaia di cani e centinaia di gatti).



Molte associazioni animaliste romane (l'Associazione Volontari Canile di Porta Portese che accudisce 1500 animali in 4 diverse strutture, l'Arca che gestisce l'oasi felina veterinaria di Porta Portese, l'Associazione Gli Amici di Carlotta e Pesciolino che si occupa dell'oasi felina comunale di Villa Flora, l'Associazione Code Felici che cura un rifugio per cani in zona Salaria-Bufalotta, l'Associazione Mente Naturale etc.) avevano sollevato l'allarme una settimana fa, preoccupate per il futuro delle loro strutture e della vita dei loro animali non ricevendo sovvenzioni addirittura dal mese di gennaio 2008.



L'Assessore De Lillo e il Direttore dell'Ufficio Diritti degli Animali, che già nelle settimane precedenti all'allarme animalista avevano firmato i mandati di pagamento rimasti purtroppo bloccati presso la Ragioneria e la Tesoreria del Comune di Roma, sono scesi in campo e grazie al loro deciso intervento, a partire da oggi, le associazioni stanno vedendo accreditare sul loro conto corrente le somme tanto attese, a partire da quelle più "antiche".



Rientra, quindi, l'allarme animalista, con canili e gattili che possono tornare alla normalità grazie al pagamento degli stipendi agli operatori ed il saldo delle fatture dei fornitori, compresi quelli legati all'alimentazione degli animali.



Le associazioni animaliste - operanti da tanti anni sul territorio comunale - confidano ora in un urgente incontro con l'Assessore all'Ambiente e con il Direttore dell'Ufficio Diritti degli Animali per potere dare il loro contributo all'impostazione di una politica animalista del Comune di Roma e decidere insieme i prossimi passi.





Per info: Associazione Volontari Canile di Porta Portese, 333 2065453
Allegato Rimosso