[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 29/10/08



======
CACCIA
======
Caccia: richiami vietati, denunciati 2 di Matino
http://www.ilpaesenuovo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5581&It
emid=80
Due cacciatori di Matino sono stati denunciati dagli agenti della Forestale
perchè avevano utilizzato, durante la caccia, richiami elettroacustici per
attirare i tordi, che avrebbero poi cacciato. Tutti il materiale utilizzato
è stato sequestrato.
Gli Agenti del Comando Stazione Forestale di Gallipoli, durante un servizio
predisposto dal Comando Provinciale di Lecce, per il contrasto all’uso
illegale, antisportivo e contro ogni etica dei richiami elettromagnetici che
modulano il canto degli uccelli, in questo caso di tordi, da parte di
cacciatori, durante un controllo notturno dell’attività venatoria, hanno
sorpreso in flagranza di reato, in una vasta zona olivetata denominata
 “Cena” in agro del Comune di Matino (Le), due cacciatori, entrambi nati a
Casarano e residenti a Matino, che esercitavano attività venatoria mediante
l’utilizzo di un richiamo acustico di avifauna (Tordo Bottaccio) a
funzionamento elettromagnetico con amplificazione del suono, alimentato
elettricamente con batterie esterne.
Pertanto gli Agenti hanno denunciato i due uomini e hanno posto sotto
sequestro 2 fucili semiautomatici marca Beretta calibro 12,  45 cartucce
calibro 12 a piombo spezzato, un richiamo acustico elettromagnetico e 4
esemplari abbattuti di Tordo Bottaccio.
=============
AVVELENAMENTI
=============
PADERNO DEL GRAPPA
Bocconi avvelenati: volpe morta e cani a rischio
Probabilmente è opera dei bracconieri. Un volantino da parte di alcuni
volontari mette in guardia turisti ed escursionisti
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Treviso&Codice
=3959858&Pagina=CASTELFRANCO
Paderno del Grappa
Bracconieri sul Massiccio del Grappa gettano bocconi avvelenati: attenzione
soprattutto ai cani. Nella zona a nord di San Liberale lungo il sentiero 153
in località Bus de re fos nel comune di Paderno del Grappa, a circa 700 mt
d'altezza, qualche tempo fa è stata trovata una giovane volpe morta. Un
episodio strano visto che mai prima d'ora si era verificato nella zona e
questo ha prodotto una certa preoccupazione. Confermata poi anche dalle
conclusioni visto che tutto fa intendere che sia stata avvelenata. Ancora
non si sa se sia stato un episodio o se si siano verificati altri casi del
genere a cui non è stata data pubblicità. Oppure non si sa se siano morti
anche altri animali in maniera strana. L'unica cosa certa è che è stata
trovata questa volpe, senza nessun segno apparente di violenza e tutto
lascia pensare che sia stata avvelenata. E' risaputo che in tutta la zona è
molto forte e sentita l'attività venatoria. Ma è anche altrettanto praticata
quella del bracconaggio fatta naturalmente in maniera più coperta, nascosta.
Secondo quanto è stato ricostruito dagli appassionati ecologisti e
frequentatori del Massiccio del Grappa i bracconieri mettono questi bocconi
con il chiaro intento di uccidere le volpi altrimenti queste a loro volta
mangiano lepri ed altra selvaggina particolarmente nel mirino. Solo che così
facendo vanno ad inquinare pericolosamente un ambiente stupendo
particolarmente adatto alle passeggiate con i cani. Per questo motivo, in
via del tutto cautelativa, viene lanciato un messaggio: fate attenzione nel
portare i cani a passeggiare in certe zone perché potrebbero restare vittime
dei bocconi avvelenati sparsi nel luogo. A tal proposito meritorio anche il
lavoro svolto da alcuni volontari ed appassionati che hanno informato
turisti ed escursionisti che si recano ogni giorno a camminare per gli
splendidi sentieri di San Liberale, di questa situazione incresciosa
attraverso un volantino affisso nella bacheca nel piazzale. Un plauso anche
a loro per l'impegno profuso nel cercare di salvaguardare l'ambiente ed
anche chi lo abita, uomini o animali che siano.Gabriele Zanchin

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it