[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 13/11/08



======
CACCIA
======
Dito amputato per una fucilatadurante la caccia al cinghiale
cadibona
http://edicola.ilsecoloxix.it/Secolo_notizia01OK.asp?IDNotizia=681098&IDCate
goria=592
AMPUTAZIONE della falange del quarto dito del piede destro. È la conseguenza
di un colpo di fucile partito accidentalmente dal propria doppietta durante
una battuta di caccia al cinghiale in via Madonna del Monte, sulle alture di
Cadibona.
Roberto Francone, 24 anni, è stato immediatamente soccorso da alcuni
compagni della squadra che ieri mattina attorno alle dieci stava battendo le
colline dietro Savona alla ricerca della preda. Che le condizioni del
cacciatore non fossero gravi sono parse subito evidenti, ma la telefonata al
118 di Savona Soccorso ha messo in moto la macchina operativa. La dinamica
dell'accaduto non è stata ancora chiarita, ma sicuramente l'incidente poteva
avere conseguenze diverse se il colpo avesse preso una direzione differente.
Tranquillizzato dagli amici, Roberto Francone, è stato accompagnato in un
posto adeguato al fine di consentire ai militi della croce Rossa savonese di
raggiungere il ferito e accompagnare lo sfortunato cacciatore al pronto
soccorso dove è stato medicato e giudicato guaribile con una prognosi di un
mese.
G. Cio.
-----
BRACCONAGGIO: A CACCIA DI ALLODOLE CON RICHIAMI NEL COSENTINO
Nella piana di Sibari una denuncia per uso di richiamo acustico vietato
http://www.corpoforestale.it/newsletter/view.asp?id=7107
13 novembre 2008 – Gli uomini del Comando Stazione del Corpo forestale dello
Stato di Castrovillari (Cosenza) hanno sorpreso in flagranza nel Comune di
Terranova da Sibari, un uomo del luogo, che praticava cacciava allodole,
dopo averle attirate utilizzando un richiamo acustico vietato. Il personale
forestale intervenuto ha sorpreso l’uomo mentre esercitava la sua battuta di
caccia all’interno di un campo. Il cacciatore è stato deferito all’autorità
competente per esercizio venatorio con mezzi non consentiti, gli sono stati
sequestrati un fucile calibro 12, il munizionamento, la selvaggina abbattuta
e il richiamo elettromagnetico.
-----
CACCIATORI IN TASFERTA
Due doppiette riminesi denunciate nel ragusano
Nei guai due uomini, che stavano utilizzando richiami acustici vietati. La
Polizia provinciale ha provveduto al sequestro di fucili, cartucce, uccelli
abbattuti e alla segnalazione all'autorità giudiziaria
http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/rimini/2008/11/13/132445-doppiette_
riminesi.shtml
Ragusa, 13 novembre 2008 - Questa volta nel mirino ci sono finiti i
cacciatori. Due doppiette riminesi sono state denunciate dalla Polizia
provinciale nel ragusano per violazione delle norme sulla caccia. Si tratta
di P.S., di 66 anni e S.S. di 56 anni.
I due sono stati segnalati all'autorità giudiziaria per per avere esercitato
l’attività venatoria (caccia di allodole) alla periferia di Modica, contrada
Miglifulo, utilizzando richiami acustici vietati. Gli agenti hanno pertanto
sequestrato i fucili dei due assieme a 76 cartucce a pallini e 2 richiami
elettroacustici e relativi accessori, nonchè la selvaggina abbattuta.
=====
PESCA
=====
Ennesimo blitz in laguna dei militari del Reparto operativo aeronavale della
Guardia di finanza che hanno sequestrato due imbarcazioni
Pesca abusiva, denunciati tre chioggiotti
http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Venezia&Codice
=3979116&Pagina=7
Dopo aver neutralizzato alcuni "pali" i finanzieri hanno bloccato oltre due
tonnellate di vongole
Ancora pesca abusiva in laguna, ancora vongole nel mirino dei militari del
reparto aeronavale della Guardia di Finanza. La squadriglia veneziana in
questi giorni è stata impegnata in un'articolata operazione, condotta nello
specchio acqueo tra Venezia e Chioggia, che ha portato alla denuncia di 3
persone e al sequestro di 2 imbarcazioni e di 2 tonnellate di vongole. Tre
le unità impegnate nelle operazioni, due della stazione navale di Venezia e
una delle sezione operativa navale di Chioggia. La Guardia di Finanza
periodicamente effettua questo tipo di operazioni per tutelare il delicato
ambiente della laguna veneta e i migliaia di pescatori che lavorano
rispettando le regole vigenti. I militari hanno incrociato le imbarcazioni
fuorilegge lunedì pomeriggio non senza difficoltà legate soprattutto
all'organizzazione dei pescatori abusivi. Questi infatti avevano messo di
vedetta, nei punti in cui stavano pescando, diversi pali pronti ad avvertire
le imbarcazioni in caso di arrivo delle forze dell'ordine.
Questa volta però il loro piano non è andato a buon fine e i militari,
eludendo le vedette, sono riusciti ad avvicinarsi alle imbarcazioni abusive
e a fermarle. Il primo ad essere controllato è stato un battello che stava
pescando in mezzo alla laguna a fari spenti per non farsi notare.
All'interno i finanzieri hanno trovato due vongolari: A.D. di 41 anni e D.R.
di 29, entrambi di Chioggia. Dai controlli effettuati a bordo sono stati
ritrovati 12 quintali di vongole pescate senza le necessarie autorizzazioni
e con metodi illegali. I due pescatori sono stati denunciati a piede libero
per danneggiamento, inosservanza dei provvedimenti dell'autorità,
navigazione a luci spente, mancato rispetto sulla sicurezza della
navigazione e per inosservanza della legge regionale che tutela le risorse
idrobiologiche e della fauna ittica della laguna veneta. Per concorso negli
stessi reati è stata denunciata anche la persona che faceva da palo ai due
pescatori: O.M. 26 anni di Chioggia. L'intero pescato è stato posto sotto
sequestro assieme al battello. Nel corso della stessa operazione i militari
hanno fermato altre tre imbarcazioni che stavano rientrando a Chioggia con
una tonnellata di molluschi nelle stive. I tre comandanti, tutti
chioggiotti, sono stati segnalati per la violazione della normativa
regionale sulla pesca e una delle imbarcazioni è stata posta sotto
sequestro. Complessivamente, dall'inizio dell'anno, il reparto aeronavale
della Guardia di Finanza di Venezia, ha sequestrato 23 tonnellate di vongole
pescate da pescatori abusivi o in zone dove la pesca è severamente vietata.
Marco Biolcati

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it