[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 28/12/08



======
CACCIA
======
Trovato morto in bosco nel Pisano
I carabinieri propendono per un incidente di caccia
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/italia/news/2008-12-28_128298700.htm
l
(ANSA) - LARI (PISA), 28 DIC - Il cadavere di un veterinario ucciso dal
colpo di un fucile da caccia e' stato trovato in un bosco del Pisano, presso
Lari. Paolo Tambini, 51 anni, abitava a Capannoli (Pisa). Il veterinario si
era allontanato da casa ieri mattina per andare a cercare funghi o tartufi.
La moglie, non vedendolo tornare, ha dato l'allarme. Secondo una prima
ipotesi dei carabinieri si tratterebbe di un incidente di caccia: chi ha
sparato sarebbe poi fuggito senza soccorrere la vittima.
-----
Mogorella, incidente mortale a caccia
Muore un operaio di 45 anni
http://unionesarda.ilsole24ore.com/in_sardegna/?contentId=56480
Zucca, 45 anni, operaio di Pabillonis, è morto dissanguato dopo essere stato
raggiunto da un colpo partito dal suo stesso fucile
Mogorella. Tragedia durante una battuta di caccia nelle campagne di
Mogorella. Antonello Zucca, 45 anni, operaio di Pabillonis, è morto
dissanguato dopo essere stato raggiunto da un colpo partito dal suo stesso
fucile. Il dramma è accaduto intorno a mezzogiorno. Zucca era a caccia
grossa con altri amici, quando ha tentato di sparare a un cinghiale. Per
cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri, il
cacciatore sarebbe stato ferito da un colpo partito dal suo stesso fucile.
E' scattato subito l'allarme e nelle impervie campagne del Grighine sono
arrivati gli operatori del 118. Purtroppo per Antonio Zucca non c'è stato
niente da fare: l'operaio è morto dissanguato.
-----
Inseguito e ferito dal cinghiale
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/iltirreno/2008/12/28/LGCLG_
LGC01.html
FOLLONICA. Inseguito e ferito da un cinghiale. Vittima dell’aggressione un
cacciatore quarantenne, Maurizio Barberi di Follonica. L’incidente è
avvenuto nelle macchie sulle colline di Follonica in località Poggio alla
Querce dove si stava svolgendo la consueta cacciata della squadra “Follonica
80”. Alla battuta, capo squadra Augusto Vivarelli, hanno preso parte una
cinquantina di cacciatori tra cui Barberi che era in guardia alla posta a
lui assegnata. Nel tardo pomeriggio, quando la giornata di caccia volgeva al
termine, la battuta si è rianimata con l’arrivo della canizza che spingeva
il cinghiale in direzione del Barberi. L’animale è stato colpito e ferito da
una fucilata ed è crollato vicino a Barberi che si è avvicinato per finirlo.
«Improvvisamente il cinghiale - raccontano i testimoni ha ripreso forza è si
è lanciato su Barberi, lo ha azzannato a un gamba e poi si è avventato sul
cacciatore. Quest’ultimo ha lottato con le braccia, si è difeso dall’assalto
ed è caduto a terra, di schiena, insieme al cinghiale». A quel punto è
intervenuto il compagno di squadra che con la canna del fucile ha richiamato
l’attenzione dell’animale e lo ha freddato prima che potesse attaccare altri
uomini. La vittima è stata soccorsa e trasportato al centro di Pronto
Intervento di viale Europa dove gli sono stati applicati una quindicina di
punti di sutura.  Maurizio Barberi, conosciuto a Follonica per una lunga
attività di autolavaggio nel centro della città, davanti all’asilo di via
Trieste, ha partecipato sin dalla costituzione all’attività venatoria della
squadra. avvenuta alla fine del 2005 inizio del 2006 per riunire i
cacciatori delle due formazioni precedenti: la “Follonica Nº 1” e la “50
Follonichese”.  La notizia dell’accaduto si è sparsa velocemente nell’
ambiente degli appassionati e è stata commentata e interpretata da tanti
cacciatori. Dell’accaduto si sono occupati anche i carabinieri delle Tenenza
di Follonica per cercare di ricostruire quello che era avvenuto nella
macchia.
-----
Campagna: cacciatore ferito durante una battuta sul Monte Polveracchio,
denunciato feritore
http://www.salernonotizie.it/stampa.asp?ID=764
Questa mattina alle ore 09,00 circa, nella macchia boschiva del monte
“Polveracchio” del comune di Campagna una dozzina di cacciatori dell’
hinterland napoletano e dell’agro nocerino-sarnese, mentre erano impegnati
in una battuta di caccia al cinghiale, S. F., di 41 anni di Pimonte (NA),
per cause che sono in corso di accertamento esplodeva un colpo con il
proprio fucile da caccia che colpiva la coscia destra di G. C., di 23 anni
,di Nocera Inferiore, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 30 giorni
salvo complicazioni dai sanitari dell’ospedale civile di Battipaglia, che ne
disponeva il ricovero.
I carabinieri sequestravano il fucile calibro 12, a due colpi e deferivano
in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria S. F., per lesioni
personali colpose.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it