[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NEWS: Giornali Internet 25/02/09



======
CACCIA
======
bracconaggio
Tanti uccelli protetti presi in trappola tre i denunciati
http://www.ladige.it/giornale_online/giornale_articolo.php?id_pagina=66525&p
agina=&versione=testuale&zoom=&id_articolo=316559
Tre persone denunciate per cattura e detenzione illegale di uccelli
selvatici protetti e sequestro di numerosi archetti e reti: questo il
bilancio delle operazioni antibracconaggio condotte negli ultimi mesi dal
personale della Stazione Forestale di Riva del Garda, impegnato in controlli
mirati sul territorio di competenza per contrastare, in particolare,
l'esercizio dell'uccellagione. Le persone denunciate alla magistratura sono,
come detto, tre, tutte residenti nelle zone di Nago-Torbole, Tenno e Riva
del Garda. Numerose le reti utilizzate per la cattura illegale di avifauna,
le trappole a scatto e panie invischiate sequestrate. Sono stati rinvenuti
anche esemplari di specie protette detenuti in voliere (numerosi lucherini,
usignoli, cince, capinere, beccafichi, pettirossi e turdidi), subito
sequestrati e quindi liberati. In seguito a perquisizioni eseguite in
flagranza di reato, sono stati rinvenuti inoltre svariati altri esemplari di
avifauna selvatica oggetto di cattura illegale, conservata in freezer pronta
all'uso alimentare. Più grave il caso della cattura e detenzione illegale di
un esemplare di sparviere, specie particolarmente protetta (si tratta di un
rapace diurno), anch'esso sequestrato e lasciato in custodia per le cure del
caso al centro recupero rapaci della Provincia autonoma di Trento e gestito
dalla Lipu, che è stato liberato in località idonea dopo circa una
settimana. «Tale attività di cattura illecita - spiegano i forestali di Riva
del Garda - viene compiuta a scopo di consumo alimentare personale, per
commercio verso terzi, sempre a scopo alimentare, nonché per soddisfare una
richiesta proveniente da appassionati e allevatori intenti a procurarsi
specie particolari a buon mercato. Si tratta di violazioni punite con
l'arresto fino a un'anno o l'ammenda da 774 a 2.065 euro».
-----
CACCIA: EMILIA ROMAGNA, SI' A CALENDARIO VENATORIO 2009 - 2012
http://www.romagnaoggi.it/cronaca_adnkronos/2009/2/25/47943/
Bologna, 25 feb. - (Adnkronos) - Approvato dall'assemblea legislativa della
Regione Emilia Romagna il calendario venatorio 2009 - 2012 che ripropone il
precedente provvedimento triennale 2006/2009, con l'introduzione di alcuni
elementi di modifica derivanti anche da proposte avanzate dalle Province o
da associazioni di categoria. Sono confermati nella loro interezza i
prelievi selettivi degli ungulati articolati per sesso e classi di eta', gli
orari venatori, le misure di salvaguardia dell'ambiente agricolo-forestale
nonche' l'articolazione delle giornate e dei periodi di caccia. Costituisce
invece una importante innovazione rispetto al precedente calendario
l'introduzione di un articolo che ripropone le misure di conservazione da
adottare nelle Zps (Zone di protezione speciale) previste in una specifica
norma statale.

-----
Simone Bonanomi
Lega Abolizione Caccia
http://www.abolizionecaccia.it
http://www.anticaccia.it